Come riciclare i vasi rotti

Tramite: O2O 19/08/2018
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Per gli amanti del giardinaggio non è cosa rara ritrovarsi con vasi rotti, dovuti alle intemperie o a piccoli incidenti di trasporto. Per gli appassionati di riciclo creativo, inoltre, la raccolta di quelli che possono essere definiti a tutti gli effetto "cocci" può estendersi alla richiesta ad amici e parenti. Per questo motivo, allora, non buttate via i vasi rotti, ma donateli a chi saprà che uso farne oppure cimentatevi voi stessi in questo nuovo hobby, magari prendendo spunto dalla nostra guida su come riciclare i vasi rotti con fantasia e poca spesa.

28

Occorrente

  • vasi rotti di coccio
  • terra
  • piantine
  • colla a caldo
  • decorazioni naturali
  • pennarello indelebile
  • colori acrilici
  • pannello di compensato
  • martello
38

Il minigarden

Il mini garden, ossia il giardino in miniatura, è uno dei principali modi per riciclare un maniera davvero artistica i vasi rotti. Procuratevene di diverse dimensioni, specialmente uno che sia grande abbastanza per contenerne altri più piccoli, che sia rigorosamente rotto su di un lato in modo da rendere visibile tutta la sua profondità. Incastrate all'interno altri vasi di dimensioni più piccole e anche tutti diversi tra loro, posizionandoli a diverse altezze. Per riempire gli spazi sottostanti potrete utilizzare della terra oppure dei detriti di coccio. Anche i vasi che andrete a sistemare potranno essere rotti, sia sul fondo che su di un lato. Vi basterà, infatti, sistemare la parte rotta verso l'interno del vaso grande, in modo che la parte integra di quest'ultimo vada ad arginare la rottura di quelli interni. Cercate di incastrate perfettamente il tutto, aiutandovi magari anche con della colla a caldo per fissare i vasi all'interno del vaso contenitore. Riempiteli di terra e procedete a piantare i vostri fiori o piccole piantine, secondo i vostri gusti e la vostra fantasia. Decorate con pezzetti di coccio, tronchetti di legno, pigne ed altro materiale naturale così da ottenere un fantastico mini garden degno di essere esposto sul vostro balcone, o anche in casa. L'importante, quindi, sarà piantare il giusto tipo di piantine a seconda di dove si vorrà posizionarlo. Le piante grasse, ad esempio, sono ottime per riprodurre paesaggi di boschetti, all'interno dei vostri giardini fatati in miniatura, e possono essere tenute tranquillamente all'interno dell'appartamento, oltre a necessitare di poca acqua e poche cure.

48

Il segnapiante

I pezzi di coccio dei vasi rotti possono essere utilizzati anche come "segnapiante". In pratica, vi basterà conficcarli nel terreno del giardino, dell'aiuola o di un altro vaso stesso, scrivendo sulla parte alta del coccio, in bella grafia e con un pennarello nero indelebile, il nome del fiore o della pianta. In questo modo, specialmente per quelle aromatiche, avrete sempre ben chiaro di quale piantina si tratta, così da non confonderle e poterne utilizzare, all'occorrenza, qualche fogliolina per insaporire le vostre specialità culinarie.

Continua la lettura
58

Il mosaico

Un'altra idea che vogliamo proporvi, per riutilizzare i vasi rotti, è quella di trasformare i cocci rotti in una sorta di tessere da mosaico. Potrete renderle ancora più piccole. Utilizzando con molta attenzione un martello, e dipingerle di vari colori, con vernice spray o pennelli e colori acrilici. Potrete poi cimentarvi nella composizione del vostro mosaico, incollando i vari pezzi su una superficie rigida, come una tavola di compensato. Potrà essere un modo divertente anche per intrattenere i vostri bambini, facendo solo attenzione che non si feriscano con dei cocci taglienti.

68

Il pacciame

Frantumando i vasi ormai troppo rotti per essere riutilizzati in altri modi artistici, potrete ottenere una sorta di "pacciame", da sistemare lungo le vostre aiuole in modo da delimitarle ed impedire anche la crescita delle erbacce. Si potrà anche sistemarlo sotto gli alberi, nel caso vogliate che non vi cresca vegetazione, magari per riservare l'area al vostro relax allestendola con un'amaca o un tavolino per romantici pranzetti. Utilizzate i cocci frantumati dei vasi anche per tenere lontane le lumache, carine ma grandi nemiche degli orti, delimitandone l'area. Il pacciame così composto permetterà un corretto drenaggio dell'acqua e vi aiuterà a mantenere la giusta umidità della terra.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per evitare di ferirvi con i cocci dei vasi rotti, potrete smussare gli spigoli e le punte taglienti con della carta vetrata a grana abbastanza spessa. In questo modo potrete anche permettere di utilizzare i cocci ai vostri bambini senza pericolo che possano farsi male. Non lasciate mai soli, comunque, i vostri bambini durante queste operazioni "artistiche" perché i cocci potrebbero ulteriormente rompersi e ritornare taglienti e pericolosi.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come creare composizioni di piante in vasi trasparenti con la ghiaia

È diventato sempre più di moda utilizzare vasi trasparenti che lasciano intravedere il substrato di una pianta, creando un effetto decorativo davvero bello da guardare. Questo sistema di composizioni non è soltanto questione di estetica ma è anche...
Giardinaggio

Come evitare i ristagni di acqua nei vasi

Tra le minacce piú diffuse nei giardini e nelle terrazze, ci sono i ristagni di acqua nei vasi. Questo fenomeno può causare diverse malattie alle piante e, in alcuni casi, può farle morire precocemente. Esistono tuttavia dei piccoli accorgimenti per...
Giardinaggio

Come preparare un terriccio adeguato per grandi vasi

Vi sono degli ingredienti base necessari per la preparazione di un ottimo terriccio. Del resto, non bisogna dimenticare che le piante assorbono il nutrimento soprattutto dalla terra. Sarebbe consigliabile un mix di questi tre tipi di terreno: argilloso,...
Giardinaggio

Come riciclare una bicicletta e trasformarla in una fioriera

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori e lettrici, che sono dei veri e propri appassionati del giardinaggio, a capire come poter riciclare una bicicletta ae trasformarla in una bella e del tutto originale, fioriera.ub">Anche noi cercheremo...
Giardinaggio

Come riciclare le foglie

Il periodo autunnale, con i suoi colori accessi che infiammano le chiome degli alberi, è la stagione più romantica e malinconica dell'anno. Le strade profumano della prima legna che brucia nei camini e le zucche colorano i campi. L'autunno è anche...
Giardinaggio

Come realizzare dei portavasi con le cassette vuote della frutta

Moltissimi di voi che non hanno a disposizione grandi porzioni di terreno o una bella aiuola per dilettarsi nel giardinaggio si saranno di certo arrangiati riempiendo terrazzi e balconi con tanti vasi e vasetti di ogni forma e misura. Questo però non...
Giardinaggio

Come piantare le orchidee

La coltivazione di piante e fiori è un ottimo passatempo per qualsiasi persona; inoltre, dà la possibilità di procurarsi un po' di soldi. Per mettere in atto questa passione non basta il pollice verde, ma bisogna anche conoscere le piante e sapere...
Giardinaggio

Come seminare le viole del pensiero

Le viole del pensiero sono fiori vellutati e coloratissimi. Appartengono alla famiglia delle Violaceae ed essendo delle piante perenni hanno un'ottima resistenza anche al gelo. Possiedono foglie ovali contornate da una forma dentata. Mentre i fiori vengono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.