Come riciclare l'acqua per innaffiare il giardino

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

La passione per il giardinaggio, al giorno d'oggi è sempre più diffusa in tutte le abitazioni italiane. Questa passione, nasce principalmente con le piante che teniamo dentro casa, e molto spesso, si estende anche fuori in giardino. Infatti, tutti coloro che hanno la seguente passione, hanno tutti cominciato con delle piccole piante, che coltivavano anche dentro casa o in balcone. Chiaramente, come tutto purtroppo, il giardinaggio ha dei suoi pro e dei contro. Infatti, come pro possiamo trovare, la bellezza di vedere nascere crescere e riprodursi le nostre piante. Ma come contro, sicuramente abbiamo il costo di manutenzione di tutti questi esseri. Uno dei principali motivi, che ci porta a spendere soldi, è senza ombra di dubbio annaffiarle. Infatti, in un anno vanno via milioni di litri di acqua, solo per annaffiarle. Ecco perché in questa guida, vi spiegheremo in maniera molto dettagliata e scrupolosa, Come riciclare l'acqua per innaffiare il giardino.

24

Una botte va senz'altro bene per raccogliere e conservare l'acqua piovana e di scolo. Se possibile installiamo alcune botti in posti diversi intorno alla casa, in modo da raccogliere l'acqua piovana che cola dalla serra o dalle grondaie della casa e del garage. Per evitare che le foglie, rametti e altri detriti finiscano nella botte si può mettere una calza di nylon su un'estremità del tubo e fermarla con un elastico. Ricordiamoci però, di pulire la calza con regolarità soprattutto se piove molto.

34

Contro la formazione delle alghe puliamo la botte regolarmente. Sfreghiamo l'interno con una spazzola dura e acqua saponata e risciacquiamo per bene. Una scopa a manico lungo va bene per pulire in fondo. Per mantenere l'acqua pulita aggiungiamo qualche cristallo di permanganato di potassio ad intervalli regolari, questo mantiene l'acqua dolce e non danneggia nessuna pianta.

Continua la lettura
44

Potremo utilizzare anche l'acqua riciclata in alcune faccende della casa. Non bisogna però usare l'acqua che fuoriesce dalla lavatrice o dalla lavastoviglie, poiché alcuni componenti chimici dei detergenti domestici infatti, si rivelano pericolosi per le piante e per il terreno. Anche l'acqua dei depuratori può causare danni in giardino perché contiene dei sali. Quindi seguendo i pochi e semplici passaggi riportati all'interno di questa guida, potremo finalmente riuscire ad innaffiare le nostre piante utilizzando acqua correttamente riciclata, risparmiando sia in termini economici che di consumi di acqua. A questo punto non ci resta che comprare tutti i materiali elencati in questa guida, e metterci subito al lavoro per iniziare subito a riciclare acqua.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Risparmiare acqua in giardino: 5 consigli utili

Avere un giardino in casa è un aspetto importante: il verde deve essere un qualcosa da salvaguardare per il nostro pianeta ma allo stesso tempo deve essere in grado di non creare degli sprechi per il suo mantenimento. È chiaro che avere un giardino...
Giardinaggio

Come innaffiare il prato

Una delle parti più importanti, se non la più importante, nella cura del nostro giardino è sicuramente quella che riguarda la sua irrigazione. L'acqua, insieme al sole, è la fonte primaria di vita per tutto il pianeta terra, e lo sono anche del nostro...
Giardinaggio

Come innaffiare un bonsai

I bonsai sono particolari piante che necessitano, forse più di altre, di maggiori cure e attenzioni. Prendersene in maniera corretta è dunque fondamentale per salvaguardarne la vita e la vigorosità. In questa guida vedremo per l'appunto, focalizzando...
Giardinaggio

Come e quando innaffiare le piante in vaso

Come vedremo nel corso di questo tutorial, nonostante possa sembrare banale, innaffiare le piante in modo corretto e nel momento giusto è determinante per salvaguardare la lunga vita delle piante, oltre che il loro colore verde e la bellezza. Se dunque...
Giardinaggio

Come realizzare un giardino d'acqua

Generalmente per giardino si indica uno spazio delimitato e, progettato, alla coltivazione di piante di vario genere. Naturalmente, trattandosi di uno spazio completamente all'aperto, nulla ci vieta d'inserire al suo interno delle fontane o gazebi, per...
Giardinaggio

Come innaffiare le piante durante le vacanze: sacchetto di plastica

Quando arriva il periodo estivo giunge anche il momento dei weekend fuori porta e delle vere e proprie vacanze estive, tutti momenti di relax e divertimento ma non esenti da incombenze. Una delle incombenze più comuni che ci si trova a fronteggiare è...
Giardinaggio

5 consigli per creare un giardino roccioso

Per chi non ha tanto spazio davanti casa, e poco tempo a cui dedicare al giardinaggio, esistono valide alternative per decorare il proprio ingresso di casa o spazi anche più ampi. Stiamo parlando del giardino roccioso, pratico ed economico ha tantissimi...
Giardinaggio

Come bagnare l’orto risparmiando acqua

Ormai da decenni, puntuali all'inizio dell'estate, sui giornali e in televisione, arrivano le esortazioni a consumare meno acqua, in quanto le riserve disponibili si stanno riducendo di anno in anno a causa della siccità e dello scioglimento dei ghiacci....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.