Come riciclare le ceramiche rotte

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Una cosa che è sicuramente capitata a tutti noi è quella di rompere qualche oggetto fragile per la cucina. Piatti, bicchieri, tazze... Una piccola distrazione, magari mentre si fanno i piatti, e la frittata è fatta. Anche chi ha bambini avrà vissuto questa esperienza tantissime volte. Le ceramiche sono un po' più robuste del vetro, ma quando si rompono si riducono in mille pezzi. Fortunatamente si possono riciclare le ceramiche rotte. Come? Se avete un po' di inventiva e fantasia non sarà un compito difficile. Le soluzioni per recuperare i cocci sono davvero tante. In questa guida ve ne suggeriamo qualcuna.

28

Occorrente

  • Ceramiche rotte.
  • Colla a caldo.
  • Catenine/fil di ferro/carta vetrata per ciondoli e accessori da indossare.
38

Delle ceramiche rotte fanno sempre piangere un po' il cuore. Specialmente se si tratta di pezzi pregiati e antichi. Ma non buttate i cocci, perché potreste davvero creare qualcosa di unico. Quando raccogliete i pezzi, fate attenzione a non ferirvi. Alcune schegge di ceramica potrebbero essere difficilmente visibili. Tenete solo i pezzi più grossi. Potete anche gettare via i frammenti più frastagliati e sottili. Sciacquate bene le scaglie più grosse e posatele su un foglio di giornale. Se avete abbastanza pezzetti in ceramica, potreste realizzare un bel progetto a mosaico.

48

Supponiamo che abbiate un bel dipinto da appendere alla parete ma non avete una cornice accattivante. Potreste usare le ceramiche rotte come "tessere" di un mosaico e decorare una cornice base con questa tecnica. La superficie su cui incollare le ceramiche deve essere liscia e pulita. Potete poi procedere con il fissaggio tramite colla a caldo, davvero efficace e sicura per questi lavori. Un altro oggetto che potete valorizzare con la tecnica del mosaico è uno specchio. Quello del vostro bagno, per esempio. Un ottimo abbinamento se avete una toilette rivestita di piastrelle in ceramica, tipiche dei sanitari.

Continua la lettura
58

Ma potete riciclare delle ceramiche rotte anche per produrre piccoli ciondoli. Oppure dei bracciali artigianali con orecchini abbinati. Sarà importante, in questi casi, lisciare i bordi con della carta vetrata, per evitare che i frammenti vi feriscano. Il materiale delle ceramiche può essere davvero molto affilato. Dopo aver dato la forma che desiderate ai pezzi di ceramica, praticate un foro con un piccolo chiodino. Fate attenzione a non essere troppo violenti. A quel punto è sufficiente inserire nel foro una piccola catenina.

68

Ma le ceramiche rotte possono decorare splendidamente anche i bordi di un vialetto in cortile. O ancora potete creare dei portachiavi, decorare vassoi e portafoto. Con un po' di fantasia vi renderete conto che le applicazioni per le ceramiche rotte possono essere moltissime. E riciclare qualcosa di rotto creando qualche opera tutta nostra ci farà sentire meno in colpa, oltre a darci tanta soddisfazione.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Indossate sempre dei guanti da lavoro per proteggervi da tagli e ferite.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come riciclare vecchie sedie

Se in casa avete delle vecchie sedie che intendete riciclare, potete sfruttarle per creare diversi componenti d'arredo originali e nel contempo raffinati. Tali strutture si possono modificare in svariati modi, utilizzandole per intero o parzialmente e...
Casa

Come riciclare una boccia per pesci

Realizzare degli splendidi oggetti con l'arte del riciclo, è un qualcosa di molto bello e di molto divertente. Tra i vari oggetti che possiamo riciclare, ce ne sono alcuni molto belli e particolari che spesso vengono sottovalutati ad esempio la boccia...
Casa

Come riciclare le bomboniere

Specialmente in primavera si estendono gli inviti per numerose e belle occasioni. Matrimoni, prime comunioni, battesimi o cresime sono gli eventi più significativi. E per ognuno di essi rimangono spesso agli invitati dei graziosi ricordi: le bomboniere....
Casa

Come riciclare la carta delle confezioni

Natale è ormai alle porte e tutti, sia grandi che piccini, non vendono l'ora di festeggiare e di trovare i regali sotto l'albero, magari aspettando, trepidanti, il proprio turno per scartare il pacco e trovare la sorpresa! Ma che fine farà tutta la...
Casa

Come riciclare un vaso in ceramica

I vasi in ceramica, a differenza di quelli di plastica o in altri materiali, si caratterizzano per la loro versatilità: possono essere utilizzati, infatti, in modi differenti. È sufficiente sfruttare tutta la propria fantasia e creatività per dare...
Casa

Come riciclare un carrello della spesa

Riciclare un carrello della spesa: che idea assurda, potrebbero pensare in molti, ma perché no! Spesso ci ritroviamo in casa, non sappiamo neanche come e perché, con alcuni oggetti che vorremmo utilizzare in qualche maniera ma non abbiamo idea di come...
Casa

Come riciclare le cialde di caffè

Non è proprio possibile fare a meno del caffè in cialde, la nostra vecchia e cara caffettiera non ci basta più. Comodo e veloce da fare, buono come quello del bar, ma poi come riciclare le capsule di caffè utilizzate? In casa non si getta niente,...
Casa

5 idee fai da te per riciclare i sacchetti di carta

Tutti in casa abbiamo un ripostiglio o un cassetto dove conserviamo i sacchetti di carta e solo in pochi casi vengono riutilizzati (generalmente, col tempo, vengono gettati). Eppure esistono tantissimi modi fai da te per dare loro una seconda vita. In...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.