Come riciclare scampoli di stoffa

Tramite: O2O 21/12/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

Non si butta via niente, soprattutto gli avanzi di stoffa. Un vestito che non mettiamo più, una maglietta bucata o sgualcita, un lenzuolo logorato come una tovaglia o un jeans che non si desidera più utilizzare. Ogni abito può diventare un'altra cosa e vivere nuovamente. È certamente possibile creare una borsa, una bambola, dei pupazzi con la forma di una tartaruga, una giraffa, una coperta patchwork. Vediamo quindi insieme come riciclare, passo dopo passo, degli scampoli di stoffa con idee originali.

26

Occorrente

  • Stoffa
  • Filo
  • Ago
  • Vari abiti non più utilizati
36

Intrecciando finemente tre o quattro strisce di stoffa, magari utilizzando diversi toni di uno stesso colore o abbinando colori in contrasto, potete benissimo creare delle collane estive originali. Con la stessa tecnica potete realizzare bracciali e orecchini. Se non desiderate fare delle trecce potete utilizzare dei nodi, anche a distanza. Dalla stoffa possono nascere delle deliziose roselline da applicare su abiti, tendaggi, coperte o cuscini. Basta tagliare a cerchio lo scampolo, sovrapporre i cerchi e piegarli all'indietro creando i petali e pizzicare la parte inferiore centrale. Se avete a disposizione pochi avanzi, l'ideale sarebbe di realizzare dei sacchetti dove metterete dei profuma biancheria.

46

Con dei jeans potete inventarvi una borsa, tagliando le gambe all'altezza che desiderate, unendo con ago e filo le gambe scucite nella parte interna e infine cucendo il fondo. Per tracolla, o come maniche, potete utilizzare della stoffa diversa. La vecchia t-shirt, ad esempio, può diventare un favoloso top. Tagliando via le maniche e parte della spalla, dandogli la forma di due lati di un triangolo, un taglio obliquo, sul girocollo cucite un elastico piegando in due la stoffa e decorando il tutto con un nastro dello stesso colore o in contrasto, facendo un bel fiocco dietro al collo.

Continua la lettura
56

In alternativa potete tagliare completamente il retro della vecchia maglietta, fare una treccia con la stoffa tagliata da cucire dritta, dal collo alla base posteriore. Potete inoltre lasciare aperta la maglia dietro e applicare un fiocco ai due lati giusto per non farla volare troppo. Realizzare una coperta patchwork è forse la cosa più divertente. Oltre ai colori e alle dimensioni dei pezzi di stoffa, anche il taglio può variare, quadrati più grandi o più piccoli, qualcuno a forma di rettangolo. Insomma l'importante è che quando procederete con l'assemblaggio di tutti gli scampoli facciate attenzione a mettere le diverse forme in maniera tale da poterle cucire con un incastro perfetto. Buon lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare un albero di Natale con gli scampoli

Ogni anno a Natale i negozi si riempiono di oggetti di tutti i tipi che ci aiutano a decorare le nostre case. C'è solo l'imbarazzo della scelta tra palle di natale, stelle di plastica, festoni, lucine e alberi di qualsiasi materiale e colore, ma cosa...
Bricolage

come realizzare una bambola con scampoli di tessuto

Ogni progetto di cucito che si rispetti crea degli avanzi di stoffa, tagli irregolari e non sufficienti a creare qualcos'altro di utile. Ma quando gli scampoli si accumulano, qualcosa si può sempre creare nuovamente. Le bambole di pezza sono spesso tra...
Bricolage

Come fare la seduta di una sedia con scampoli di tessuto

All'interno della guida andremo a dedicarci alla costruzione di una sedia e, più specificatamente, ci dedicheremo ad illustrare come fare la seduta di una sedia con scampoli di tessuto.Ricostruiremo passo dopo passo tutta la procedura, in modo tale da...
Bricolage

Come Realizzare Un Lampadario In Stoffa

Chi ama cucire e realizzare a mano prodotti bellissimi ed originali con la stoffa, sa quanto sia importante conservare, quando possibile, tutti gli scampoli ed i residui di stoffa utilizzata. Gli scampoli di stoffa, anche se piccoli ed apparentemente...
Bricolage

Come riutilizzare i ritagli di stoffa

Sicuramente anche voi avrete in casa una scatola di latta o di cartone che contiene tutto l'occorrente per cucire come aghi, forbici e scampoli di stoffa. Spesso però questi scampoli vengono accumulati quasi compulsivamente e ci si ritrova con moltissimi...
Bricolage

Come creare una decorazione natalizia con la stoffa

Il Natale è una festa magica, sia per i bambini che per i grandi, e rappresenta anche un'occasione per dar libero sfogo alla propria creatività. In questo periodo dell'anno, le case si colorano di luci e addobbi, di allegria e festosità. Ci si può...
Bricolage

Come creare un coprivaso con un pezzo di stoffa

Capita, spesso, di fare pulizia nei nostri armadi e di trovare vestiti ormai dimenticati, che non usiamo più e che in genere gettiamo via.Non sappiamo, però, che tali indumenti possono essere riutilizzati per creare idee uniche e originali per la nostra...
Bricolage

Come realizzare un armadio con la stoffa

Negli ultimi anni, l'arte del "fai da te" sembra risultare molto di tendenza. Sempre più di frequente la maggioranza delle persone non getta via niente con un po' di senso e fantasia. Questo è un aspetto davvero positivo, in quanto consente una soluzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.