Come riciclare un forno a microonde

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il forno a microonde è diventato ormai un elettrodomestico indispensabile in tutte le nostre case: veloce, pratico e pulito, aiuta a risparmiare tanto tempo utile. Ma che fare quando ormai il microonde è vecchio e rotto? Non si può gettarlo nei cassonetti e le isole ecologiche sono spesso lontane dalle nostre abitazioni... Ma non disperate! In questa guida vi mostreremo come riciclare un forno a microonde e trasformarlo in un bellissimo e originale portapane.

27

Occorrente

  • vernice
  • forno a microonde
  • cestello per pane
  • smalti
  • tenaglie
  • sticker
  • stencil
37

Pulizia e sistemazione

Come prima cosa, bisogna pulire attentamente il nostro microonde: dopotutto sarà utilizzato per contenere del cibo. Muniamoci dunque di sgrassatore e lana d'acciaio e con tanto olio di gomito detergiamo minuziosamente l'elettrodomestico. Risciacquate bene e liberate il forno a microonde dalle eventuali tracce di detergente, per evitare che queste entrino in contatto con il pane. In seguito, occorre tagliare via lo spinotto. Con l'aiuto di un paio di tenaglie, recidiamo lo spinotto e saldiamo quel che ne rimane facendo attenzione a non lasciare cavi scoperti.

47

Riverniciatura

Passiamo adesso alla riverniciatura del forno a microonde. Se l'elettrodomestico è molto vecchio e rovinato, potete pensare di scartavetrarlo prima di passare a questa fase oppure di utilizzare i graffi e le imperfezioni come elemento estetico. Stendete dei fogli di giornale a terra (meglio all'aperto) e con una bomboletta spray del vostro colore preferito spruzzate la vernice sul microonde fino a che sarà diventato di una colorazione omogenea. Già adesso vi sembra di avere di fronte un oggetto d'arredo, giusto? Lasciate asciugare per almeno una notte intera.

Continua la lettura
57

Decorazione e rifinitura

A questo punto, potete decorare il vostro ex forno a microonde come meglio credete. Ad esempio, con degli smalti potete disegnare su tutti i bordi del microonde tante piccole spighe di grano per richiamare l'idea del pane. Oppure potete applicare dei simpatici sticker o delle calamite dei posti che avete visitato. Ancora, potete scrivere una citazione carina sulla parte superiore del fornetto, magari aiutandovi con degli stencil che si possono comprare anche online.

67

Creazione del portapane

A questo punto, ecco pronto il vostro portapane! Non vi resta che mettere un bel tovagliolo di stoffa sulla vecchia grata del forno, meglio se dentro un cestello per pane. Avete rispettato così la natura e potrete mantenere fresco il vostro pane per più giorni consecutivi grazie allo sportello del forno a microonde. Ricordatevi di fare attenzione alla pulizia del portapane!

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Assicuratevi che il microonde sia per pulito

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come sapere se un piatto è adatto all'uso nel microonde

Grazie allo sviluppo della tecnologia anche in cucina possiamo contare sull'aiuto di elettrodomestici molto efficienti: una delle novità più interessanti degli ultimi decenni è quella del forno a microonde. Il suo segreto risiede nella capacità delle...
Materiali e Attrezzi

Come riciclare le lampadine ad incandescenza

Se nei vostri armadietti sono ancora presenti le vecchie lampadine ad incandescenza, aspettate un momento prima di gettarle vie per sempre: con questi oggetti infatti, si possono creare molti altri altri oggetti davvero simpatici e utili. Il fatto che...
Materiali e Attrezzi

Come abbattere un forno in pietra

Tra le opere di manutenzione in casa può succedere di abbattere anche dei forni di vecchia manifattura. I forni in pietra infatti si trovano solitamente nelle vecchi abitazioni: erano ottimi per la preparazione del pane e dei dolciumi ed infatti molti...
Materiali e Attrezzi

Come riciclare un orologio

Ormai dato che il costo di molti beni è spesso più accessibile di una volta e che le mode dettano legge in tal verso è diventata una consuetudine buttare via gli oggetti, spesso ancora funzionanti ed in perfette condizioni. Questo fenomeno si verifica...
Materiali e Attrezzi

10 modi per riciclare riviste e giornali

Negli ultimi anni la vendita dei giornali e delle riviste ha subito in Italia una continua flessione, dovuta anche all'aumento dell'informazione digitale. Nonostante questo, nelle nostre case non mancano giornali e riviste di vario genere. Dal giornale...
Materiali e Attrezzi

Come riciclare il filo di ferro plastificato

Il filo di ferro, conosciuto anche come ferro filato, è un materiale che non deve mancare in una cassetta degli attrezzi. Il motivo è molto semplice: può essere utilizzato per numerose applicazioni e non è assolutamente difficile usarlo. Può essere...
Materiali e Attrezzi

Come Conservare Correttamente I Panetti Di Fimo E Cernit Aperti

Chiunque utilizzi il fimo o il cernit per la messa in opera di creazioni uniche ed originali, conosce bene questo tipo di materiali. In particolare, il fimo è una pasta sintetica modellabile. Con la dote di divenire malleabile al calore. Dopo averla...
Materiali e Attrezzi

Consigli per fare lo slime senza borace

Lo slime è una sostanza appiccicosa, elastica e deformabile, particolarmente adatta per il divertimento di tutti i bambini che adorano giocarci. Si può facilmente trovare in commercio nei negozi di giocattoli, tuttavia questo tipo di slime può contenere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.