Come riciclare un mobile antico

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In tutte le nostre cantine, o dai nostri nonni, zii, parenti, c'è qualche vecchio mobile messo in un angolino, in attesa di essere gettato via. Spesso vengono buttati oggetti di grande valore senza neanche saperlo, con il riciclo invece si può dare loro, con un po' di impegno e fantasia, una nuova vita. Un'idea originale per rendere la nostra casa unica e dal sapore leggermente vintage, è quello di prendere uno di questi vecchi mobili, al quale magari siamo affezionati o che ci piace particolarmente, e riportarlo a nuovo, personalizzandolo e creando un nuovo oggetto, più moderno ed attuale. Nei passi seguenti, quindi, vedremo come possiamo riciclare un mobile antico.

27

Tipologia di mobili

I mobili che si prestano più ad essere rinnovati sono gli armadi, i comodini e le cassettiere perché sfruttabili per creare degli spazi e conservare abiti o coperte o tutto ciò che non sappiamo mai dove mettere in casa, possono quindi essere utili e, allo stesso tempo, arredare la nostra casa in modo originale. Il primo passo, quindi, è quello di scegliere il mobile che vogliamo rinnovare, quello che ci piace di più e si adatta di più alla nostra casa.

37

Pulizia

Occorre, ovviamente, pulire bene il mobile, eliminando tutta la polvere e i residui di sporco, aiutandosi con una spugnetta o un panno umido, dopo di che bisogna procedere col passaggio successivo, ossia scartavetrare il vecchio colore.
Una volta raggiunto il colore naturale del legno, occorre spennellarlo con un prodotto antitarme per proteggerlo dai parassiti e lasciare asciugare per qualche tempo.

Continua la lettura
47

Vernice

Procediamo distribuendo uniformemente la vernice trasparente, facendo attenzione a non lasciare alcun segno con il pennello, e facciamo asciugare. Scegliamo poi di che colore dipingere il nostro mobile, in maniera uniforme con una tinta forte e luminosa, oppure con combinazione di due o più colori o anche monocolore con disegni e decorazioni, a seconda dei nostri gusti.

57

Interno

Dopo l'asciugatura si può procedere a rinnovare anche l'interno del mobile, se necessario. In alcuni casi ci si limita a restaurare solo l'esterno formando una sorta di contrasto tra il dentro e il fuori. Si potrebbe optare per un rivestimento interno con carta adesiva decorata con colori abbinati al resto dell'opera oppure con carta da parati avanzata da altre ristrutturazioni.
Non ci resta poi che decidere l'uso da destinare al nostro rinnovato mobile, trovando un bel posto all'interno della nostra casa in modo che possa essere ammirato da tutti.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come costruire un mobile in stile antico

Spesso ci capita di vedere, in televisione o nelle vetrine dei negozi, mobili dallo stile antico. Essi sono dotati di grande fascino e conferiscono all'arredamento un tocco di eleganza. Solitamente, le persone preferiscono comprare mobili classici nei...
Bricolage

Come riciclare uno specchio antico

Molte volte ci troviamo per casa degli oggetti che si sono degradati con il tempo o che non vanno più bene con l'arredamento.Uno di questi oggetti potrebbe essere uno specchio che potremo personalizzare a nostro piacimento.In questa guida, in particolare,...
Bricolage

Come restaurare il legno antico

Se possedete un mobile in legno e desiderate ricondurlo a nuovo splendore, vi basterà solo un pizzico di creatività e qualche indicazione giusta su come procedere nel modo più corretto. Il legno antico si presta in modo particolare ad essere restaurato....
Bricolage

Come sostituire il fermaglio di chiusura di un baule antico

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter sostituire il fermaglio di chiusura di un baule antico. Cercheremo di fare il tutto, facendo riferimento al classico metodo del fai da te, che non ci lascia mai da soli e che...
Bricolage

Come capire se un dipinto antico ha subito restauri

Le modifiche significative, nell'arte, possono compromettere il valore di un'opera e, proprio per questo, quando si ha intenzione di maneggiare un manufatto antico e di valore, bisogna prestare particolare attenzione e capire se ha subito restauri. Per...
Bricolage

Come trasformare un mobile classico in moderno

Attraverso il restauro di un mobile, è possibile dare ad esso una nuova vita. La parte più complessa sta nella scelta dello stile che si vuole conferire al vecchio mobile sul quale vogliamo intervenire. Con il recupero di un mobile antico, che magari...
Bricolage

Come dipingere un mobile di legno

A volte nelle nostre soffitte, nelle cantine o nei ripostigli, può succedere che si accumuli un enorme quantitativo di oggetti di vario tipo, tra cui anche mobili. Di solito, si tratta di elementi d'arredo ancora in buono stato di conservazione, che...
Bricolage

Come recuperare un lume antico a petrolio

Se in cantina troviamo un antico lume a petrolio oppure ne acquistiamo uno in un mercatino dell'antiquariato, possiamo intervenire con alcuni semplici restauri e renderlo di nuovo funzionale. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli su...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.