Come riconoscere e curare i merletti d'epoca

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se in un mercatino dell'antiquariato ci capita di vedere dei merletti d'epoca è importante saperli riconoscere e nel contempo essere in grado di eseguire delle riparazioni adeguate, in modo da poterli esporre in una cornice oppure su un tavolinetto o magari rivenderli al miglior offerente sul web. A tale proposito ecco una guida con alcuni consigli su come riconoscere e curare i suddetti merletti.

25

Occorrente

  • detersivo delicato
  • acqua distillata
  • spilli di ottone
  • fecola di patata
  • panno pulito
  • smalto trasparente
35

I merletti d'epoca come ad esempio quelli ricamati ad ago, a tombolo, o anche a filet vanno trattati con molta cautela: infatti non dobbiamo mai metterli in lavatrice ed evitiamo anche di portarli alle tintorie (a meno che non siano specializzate). Se invece sono piuttosto fragili, li stendiamo su una rete di nylon e li tamponiamo con acqua distillata e del detersivo delicato. Dopo il risciacquo li fissiamo su un panno con degli spilli di ottone, li tamponiamo con un straccio bianco e li asciughiamo per bene all'aria aperta oppure utilizzando un phon a bassa temperatura.

45

Stiriamo le nostre trine e merletti, interponendo un panno umido. Ricordiamo di non stirare mai il pizzo se non è perfettamente pulito: fisseremmo indelebilmente le proprie macchie. Un tipo di lavaggio alternativo è quello a secco: distribuiamo della fecola di patata tiepida sul capo in uno strato piuttosto spesso. Facciamola aderire bene e dopo una decina di minuti, rimuoviamo con una spazzola delicata il tutto. Usiamo dell' acqua salata e fredda per le macchie di sangue, succo di limone per la muffa e acquaragia sintetica per erba, olio e inchiostro. Per riparare dei merletti di pregio, possiamo anche affidarci ad un esperto che farà in modo di ricostruire le parti mancanti per non alterare l'originale. Se la trina è comune e abbiamo voglia di rammentarla personalmente, controlliamo con attenzione la tensione del filo, per non rischiare di produrre altri danni.

Continua la lettura
55

Per far assumere a dei pizzi moderni il tipico aspetto invecchiato, possiamo invece anche tingerli con del tè. Per eseguire questo lavoro dobbiamo quindi preparare un infuso forte ed al suo interno possiamo immergere il tutto, dopodiché il pizzo lo laviamo e sciacquiamo e nel caso ci piace una colorazione più intensa possiamo ripetere di nuovo l'operazione. Se invece abbiamo dei centrini tondi oppure ovali, prima li stiriamo, poi li inamidiamo ed infine appoggiamoli su dei vassoi d'argento o di peltro aspettiamo che si asciughino e nel contempo prendano la loro tipica e corretta forma.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come cucire una sciarpa con ritagli di pizzo

Quando si sceglie di completare il proprio abbigliamento con un tocco di particolare raffinatezza, non è affatto detto che si debbano spendere cifre consistenti. Infatti, in questi casi, la propria fantasia e la creatività possono essere di grande aiuto...
Altri Hobby

Come lavorare al tombolo

Se non siete abbastanza abili nei lavori manuali, in particolare nell'arte del ricamare, sicuramente non conoscete nemmeno lo strumento per creare pizzi e merletti, ovvero il tombolo. Esso identifica anche un tipo di merletto ed è costituito da tre parti...
Casa

Come rinfoderare poltrone e divani

Le poltrone e i divani sono dei pezzi di mobilio assolutamente comodi e pratici in ogni dimora. A volte sono in pendant fra di loro, costituendo un arredo da salotto. Perfetto per trascorrere le serate con gli amici, oppure per godere di un ottimo relax....
Altri Hobby

Come realizzare un merletto

Pizzi e merletti fanno parte di una tradizione intramontabile che, periodicamente offre delle novità e delle soluzioni al passo con i tempi. Creazioni realizzate con l'uncinetto o con il chiaccherino, con il cotone di colore écru, bianco oppure colorato....
Bricolage

Come creare un album con il bricolage

Il bricolage è un arte manuale che vi consente di creare, con le vostre mani, oggetti unici. Un semplice album, con piccoli accorgimenti, potrà diventare un personale raccoglitore di ricordi, con pochissimi strumenti e un po' di tempo a disposizione....
Materiali e Attrezzi

Consigli per realizzare uno spencer

Lo Spencer è un abito storico, indossato in Inghilterra a partire dalla fine dell'ottocento. Inizialmente era un abito essenzialmente maschile, poi, nel corso dei secoli, è stato indossato anche dalle signore, fino ad essere tramandato ai giorni nostri...
Bricolage

Come realizzare un calendario dell’avvento a forma di albero di Natale

Se avete in mente di regalare un qualcosa di estremamente delizioso per le festività natalizie costruito unicamente con le vostre mani, eccovi una meravigliosa idea molto originale che piacerà certamente non soltanto ai bambini, ma anche agli adulti.Nella...
Cucito

Come realizzare uno spencer in tessuto operato

Lo Spencer è un abito classico, molto elegante e del tutto innovativo, adatto ad una cerimonia. Deve il nome al suo creatore. Lo Spencer è una giacca più corta delle classiche. È fatta con un tessuto particolare chiamato operato. Viene realizzato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.