Come Riconoscere Il Dracaena Draco

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il Dracaena draco è un magnifico albero di origini subtropicali. Si sviluppa principalmente nelle Isole Canarie, a Tenerife è infatti uno dei simboli rappresentativi del posto. Purtroppo questo splendido arbusto sta via via perdendosi, gli esemplari riconoscibili sono ormai poche centinaia. Il suo nome comune è "Dracena" o "albero del drago". Quest'ultimo appellativo deriverebbe dal fatto che tagliando la corteccia sgorga una resina rossastra che gli indigeni associavano al sangue della creatura mitologica. Da sempre questa resina ha suscitato molto interesse, gli stessi indigeni credevano che avesse proprietà magiche e successivamente maghi e alchimisti ne fecero largo uso per i loro unguenti. Dal 1900 invece venne usata come mordente per il mogano.
Il più grande esemplare di Dracaena Darco, "il Drago Millenario" si trova a Tenerife e si dice che possieda quasi 1000 anni, anche se fonti più recenti gli attestano in realtà alcune centinaia di anni. Non è semplice stabilire infatti l'età della Dracena, in quanto non possiede gli anelli di crescita: la sua età è ipotizzabile dalle sue ramificazioni.
A volte non è facile riconoscere il Dracaena Draco, in quanto molte piante delle famiglia delle Agavaceae, di cui anch'esso fa parte, gli somigliano. Ecco dunque come fare per distinguerlo.

27

Occorrente

  • senso d'osservazione e confronto con le fotografie attendibili
37

Il Dracaena draco ha il caratteristico portamento a candelabro, largo alla base, sfinato al fusto e largo in cima. Un modo per riconoscerlo è guardare all'altezza: esso può raggiungere anche i 20 metri!
Il tronco è di forma conica e colore grigiastro, la corteccia è piuttosto spessa.
Una sua particolarità è che, dopo alcuni anni, le ramificazioni assumono una conformazione che le fanno somigliare molto alle palme. La sua crescita è particolarmente lenta, infatti all'inizio si presenta con un unico tronco, che con il passare degli anni si ramifica. In questa fase la pianta è nel suo periodo riproduttivo.

47

Le sue foglie interne, in dense rosette al termine dei rami, sono lunghe 30 centimetri e larghe 4, sono sessili, ovvero senza picciuolo e glauche. Le infiorescenze terminali ai rami, con i fiori in gruppi di 4 si presentano in un color bianco verdastro. Il suo frutto è una bacca dal colore arancione.

Continua la lettura
57

La fioritura avviene nei mesi autunnali, mentre la fruttificazione nei mesi invernali. Il suo habitat ideale è negli ambienti aridi. Nel nostro paese questo esemplare viene sopratutto impiegato come pianta ornamentale e d'appartamento. In un clima temperato, come quello italiano, la specie della dracena che vive meglio, è il famoso "tronchetto della felicità". Purtroppo la Dracaena Draco, nella sua specie originaria, è un esemplare in via d'estinzione.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare una dracaena warneckei

La Dracaena Warneckei appartiene alla famiglia delle Dracaene Dermensis, una tipologia di piante molto adatte all'arredamento perché di grande bellezza ed eleganza e, sprovviste di fiori e di frutti. È una pianta sempreverde ornamentale caratterizzata...
Giardinaggio

Come riconoscere le erbe aromatiche

Ecco pronta una guida, molto utile, tramite la quale, poter essere finalmente in grado d'imparare come riconoscere le erbe aromatiche, in modo tale da poterle utilizzare non solo in cucina, ma anche in altri ambiti, per curare malanni e non solo. Imparare...
Giardinaggio

Come riconoscere la pianta del sughero

Il sughero è un materiale molto versatile, con il quale abbiamo a che fare tutti i giorni date le sue numerose proprietà che lo rendono utilizzabile in diversi campi. Il sughero ha delle caratteristiche importanti, in quanto è un materiale naturale,...
Giardinaggio

Come riconoscere il bellium crassifolium

Le margherite che vediamo abbellire i nostri prati in primavera, non sono tutte uguali. A volte ne riconosciamo l'identità attraverso il colore o il profumo. In Italia nascono spontanee soprattutto nelle regioni del sud, come: Calabria, Puglia e Sicilia....
Giardinaggio

Come Riconoscere La Tipuana Tipu

La Tipuana Tipu è un albero decisamente maestoso molto adatto come decorazione di giardini. Tuttavia lo si apprezza anche per la sua bellissima e rigogliosa fioritura, il che lo rende un esemplare molto ricercato. A tale proposito ecco una guida in cui...
Giardinaggio

Come Riconoscere La Phoenix Dactylifera

Chi ha la passione per il giardinaggio sa bene quanto sia importante saper riconoscere le diverse tipologie di piante. In questo possiamo dare le giuste e appropriate attenzione al fine di garantirgli una vita florida e rigogliosa. Infatti ogni pianta...
Giardinaggio

Come riconoscere gli alberi

Chi ama stare a stretto contatto con la natura, di certo sarà curioso di osservare la vegetazione e la fauna locale, magari imparando a riconoscere le specie caratteristiche della zona esplorata. Esistono così tante specie di alberi, che riuscire a...
Giardinaggio

Come riconoscere la pianta della genziana

Capito spesso di posizionare nella nostra casa o nelle nostre camere, delle piante. Le piante, oltre a ricreare un ambiente tropicale, hanno anche una funzione decorativa ma soprattutto, quella di profumare l'ambiente in cui le collochiamo. Vi sono tantissime...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.