Come Riconoscere La Quercia

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La quercia, albero maestoso, appartiene alla famiglia delle Fagacee. Il nome proviene dalla lingua latina "Quercus". In Europa le due specie più diffuse sono la "Quercus robur" e la "Quercus petraea". La seconda è presente anche in Italia, tranne che in Sardegna. Per la vicinanza con altre specie, si verificano dei fenomeni di ibridazione. Pertanto a volte non è semplice individuare una quercia. Proseguiamo quindi nella lettura, per scoprire come poterla riconoscere.

26

Occorrente

  • Spirito d'osservazione
36

Come già anticipato, la quercia è un albero possente e molto caratteristico. La sua altezza può arrivare a toccare anche i 30 metri. Anche la vita della quercia è lunga. Alcune specie sono vecchie oltre i 250 anni. Si tratta di una pianta di tipo monoico. Ovvero essa presenta sia i fiori maschili che femminili. I primi si riuniscono in gruppi di colore giallo, mentre quelli femminili in gruppi verdi. Si forma poi il frutto di queste piante: la ghianda. Si tratta notoriamente di un frutto molto apprezzato da qualche abitante dei boschi. Alcuni di essi hanno fatto delle querce il loro habitat, come gli scoiattoli.

46

Il legno della quercia è molto ricercato in ambito commerciale. Sebbene esternamente la corteccia presenti un composto di legno con spaccature. Si utilizza per la creazione di un particolare e pregiato legname da mobile. E, in tal caso, si identifica come "rovere". Questa pianta era molto apprezzata anche dagli antichi, che vedevano nella quercia simbolo di grande forza e virtù.

Continua la lettura
56

Le querce decidue, dette anche caducifoglie, hanno la caratteristica di perdere le foglie secche dopo l'inverno, e non in autunno. Alcune di esse invece sono sempreverdi. Esistono molti tipi di quercia: il leccio, la farnia, il rovere, la roverella o la sughera. Per riconoscere una quercia, valutiamo le sue foglie. Esse generalmente posseggono dei lobi, di varia grandezza. Si tratta soprattutto delle caducifoglie. Ma le querce sempreverdi hanno le foglie prive di lobi e di forma ellittica. Quindi, per una valutazione più attenta e sicura, occorrerà osservarne le ghiande. Esse sono delle noci secche e indeiscenti. Ossia, che rimangono chiuse a maturità raggiunta. Posseggono una cupola tramite la quale sono appese ai rami. Questa cupola ha la funzione di proteggere il frutto. Ogni ghianda è diversa, a seconda della specie, sia per forma che per superficie. È problematico anche per i botanici riconoscere una quercia e le sue specie. Pertanto è consigliabile valutare bene, come già indicato, le sue foglie ed i suoi frutti. http://it.wikipedia.org/wiki/Quercus

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Osservare bene i dettagli, le foglie e le ghiande.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come riconoscere la pianta del sughero

Il sughero è un materiale molto versatile, con il quale abbiamo a che fare tutti i giorni date le sue numerose proprietà che lo rendono utilizzabile in diversi campi. Il sughero ha delle caratteristiche importanti, in quanto è un materiale naturale,...
Giardinaggio

Come imparare a riconoscere gli alberi

La natura ci offre moltissime varietà di piante, bellisime che rendono il nostro pianeta ancora più bello. Conoscere le essenze che lo abitano è piuttosto interessante e alcune volte importante. Esistono infatti moltissime varietà di alberi, tutti...
Giardinaggio

Come riconoscere le erbe aromatiche

Ecco pronta una guida, molto utile, tramite la quale, poter essere finalmente in grado d'imparare come riconoscere le erbe aromatiche, in modo tale da poterle utilizzare non solo in cucina, ma anche in altri ambiti, per curare malanni e non solo. Imparare...
Giardinaggio

Come riconoscere il bellium crassifolium

Le margherite che vediamo abbellire i nostri prati in primavera, non sono tutte uguali. A volte ne riconosciamo l'identità attraverso il colore o il profumo. In Italia nascono spontanee soprattutto nelle regioni del sud, come: Calabria, Puglia e Sicilia....
Giardinaggio

Come Riconoscere La Tipuana Tipu

La Tipuana Tipu è un albero decisamente maestoso molto adatto come decorazione di giardini. Tuttavia lo si apprezza anche per la sua bellissima e rigogliosa fioritura, il che lo rende un esemplare molto ricercato. A tale proposito ecco una guida in cui...
Giardinaggio

Come Riconoscere La Phoenix Dactylifera

Chi ha la passione per il giardinaggio sa bene quanto sia importante saper riconoscere le diverse tipologie di piante. In questo possiamo dare le giuste e appropriate attenzione al fine di garantirgli una vita florida e rigogliosa. Infatti ogni pianta...
Giardinaggio

Come riconoscere gli alberi

Chi ama stare a stretto contatto con la natura, di certo sarà curioso di osservare la vegetazione e la fauna locale, magari imparando a riconoscere le specie caratteristiche della zona esplorata. Esistono così tante specie di alberi, che riuscire a...
Giardinaggio

Come riconoscere la pianta della genziana

Capito spesso di posizionare nella nostra casa o nelle nostre camere, delle piante. Le piante, oltre a ricreare un ambiente tropicale, hanno anche una funzione decorativa ma soprattutto, quella di profumare l'ambiente in cui le collochiamo. Vi sono tantissime...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.