Come riconoscere le perle vere

Tramite: O2O 13/04/2018
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Le perle, vero e proprio miracolo della natura, sono da millenni la firma indiscussa dello charme femminile. Già nell'antica Roma erano considerate simbolo di prestigio e nobiltà, gli antichi Greci, invece, le utilizzavano nelle cerimonie nuziali, perché simbolo d'amore. A conferirle prestigio e modernità ai giorni nostri è l'ingresso trionfale nella moda; Memorabile è il filo di perle sul tubino nero di Audrey Hepburn in colazione da Tiffany, mentre la moderna e innovativa Coco Chanel le sdoganava anche tra le donne comuni sostenendo che, nel portagioie di una donna, non doveva mai mancare un filo di perle. Oggi la produzione di perle, vere, finte o coltivate è punto cardine della gioielleria mondiale, offrendo gemme di varie forme e misure. Vediamo come riconoscere quelle vere da quelle artificiali.

26

Quanti tipi di perle esistono?


Dal latino "pernula", la parola perla significa "conchiglia". La vera perla, infatti, non è altro che una piccola massa di carbonato di calcio, prodotta dall'ostrica come mezzo di difesa da eventuali agenti esterni naturali. Anche le perle coltivate provengono dalle ostriche che vengono, però, coltivate allo scopo. Le perle sintetiche, sono invece costituite da un corpo di ceramica, rivestito da madreperla.
Vediamo quali sono i segni distintivi che ci aiuteranno a distinguere le vere perle dalle altre.

36

Come distinguerle

La prima cosa che possiamo fare, per capire di quale tipo di perla si tratti, è osservarne il colore: Sotto la luce naturale tutte riflettono la luce ma solo quelle naturali avranno sfaccettature diverse dai toni mai uguali, Un altro metodo consiste nel guardare attentamente il foro della perla stessa. Se presenta sbavature (tipo sfilacciature), siamo di fronte ad una perla coltivata; la perla vera, invece, ha il foro perfettamente pulito e sicuramente irregolare per non rovinare la perla stessa. Se le perle sono tutte uguali e perfettamente tonde, anche in questo caso siamo di fronte a delle perle coltivate, in natura infatti questo non avviene perché ogni ostrica produce la sua perla rendendola unica. Uno dei criteri più conosciuti fra gli estimatori, inoltre, è il test del dente; Se passando la perla tra i denti si presenta leggermente ruvida è naturale, se invece risulta perfettamente liscia è coltivata. Un altro metodo, sicuramente attendibile ma più costoso è "il test dei raggi x" che permette di evidenziare le caratteristiche fisiche della gemma ancora chiusa nella sua ostrica. Riconoscere le perle false, infine, è molto più semplice passando l'unghia sulla superficie, poiché la vernice si rovinerà mettendo alla luce la sfera di plastica.

Continua la lettura
46

Le varietà più diffuse

Siamo comunque soliti pensare che la perla sia bianca o al massimo nera e prodotta dalle ostriche. Sbagliato. Tanti altri molluschi ci offrono diverse varietà di perle dai colori inaspettati. Le perle ''conch'' ad esempio, ovali, dal colore che va dal rosso al marrone provenienti dal Mar dei Caraibi e di natura calcarea, così come le perle ''melo melo'' dal forte colore giallo dalla Cina, anch'esse calcaree e prodotte non da un'ostrica ma da una gigantesca lumaca di mare, da cui prende il nome; la perla ''abalone'', dei mari tropicali, a forma di foglia e dal blu intenso, iridescente e considerata le più bella e preziosa al mondo; le ''cortez'', opalescenti, dai riflessi multicolore, denominate le "perle nere del Messico" e le ''scallop'' di varie forme e colore, prodotte da una particolare forma di mollusco da una caratteristica forma a zampa di leone.

56

Come conservarle

Oltre a saperle riconoscere, impariamo anche a trattare e conservare le nostre perle autentiche, per evitare che si danneggino.
Essendo formate da sostanze organiche, alcuni prodotti contenenti alcool o ammoniaca potrebbero danneggiarle. Quando indossiamo le nostre preziosissime perle quindi, niente profumi o creme a base alcoolica e facciamo attenzione anche alla sudorazione. Anche riporle e non usarle per tanto tempo non è salutare per le nostre piccole gemme. Se vogliamo che le nostre perle siano quindi splendenti, indossiamole il più a lungo possibile, ricordandoci sempre di toglierle sotto la doccia.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come realizzare perle in DAS

Negli ultimi tempi, è divenuto molto di moda l'utilizzo della bigiotteria, che si sta ampiamente diffondendo prendendo il posto della "tradizionale" gioielleria. I bijoux sono spesso di dimensioni più grandi rispetto ai gioielli, e hanno il particolare...
Altri Hobby

Come cucire delle perle su abiti

Se nel guardaroba avete degli abiti il cui aspetto non vi soddisfa, potete rimediare con alcuni semplici accorgimenti, atti a renderli più appariscenti e in sintonia con il vostro look. In questa guida nello specifico, descriviamo quindi come cucire...
Altri Hobby

Come realizzare una collana di perle di carta

Le collane sono il più classico degli accessori che vengono indossate da donne di tutte le età. Ne esistono ormai di diversi tipi, materiali, forme e fantasie, anche se tuttavia quelle più tradizionali (probabilmente anche quelle più belle) sono senza...
Altri Hobby

Come montare delle perle su forcine per capelli

Niente di meglio che dedicarsi ad un hobby, magari per occupare un po' di tempo o anche soltanto per dare sfogo al nostro gusto artistico. Una bella idea può essere quella di montare perline sulle forcine per capelli, per trasformare un oggetto banale...
Altri Hobby

Come riconoscere le conchiglie

Fin dai tempi antichi, le conchiglie sono riuscire ad affascinare l'uomo, e sono riuscite ad accompagnare l'evoluzione e la sua storia. Le conchiglie vengono raccolte nelle spiagge, e vengono utilizzate come ornamenti. Vengono coltivate per lo più per...
Altri Hobby

Come riconoscere il materiale di cui sono fatte le scarpe

In questa bella guida, che abbiamo deciso di proporvi, vogliamo aiutarvi a capire come poter riconoscere il materiale, di cui sono fatte le scarpe, in modo tale da poterle trattare meglio e farle, quindi, anche durare più a lungo. Le scarpe rientrano...
Altri Hobby

Come riconoscere un vero diamante da un falso

Quando regaliamo un anello, una collana o qualsiasi tipo di gioiello che contiene diamanti incastonati, è di fondamentale importanza saper riconoscer la qualità e la purezza del diamante stesso. Infatti, ci sono dei metodi standard che servono proprio...
Altri Hobby

Come riconoscere il vetro di Murano

Il vetro di Murano è un'opera d'arte, non importa se piccola come un anello o grande come un vaso o un lampadario. Ogni oggetto si compone di sabbia bianca e di una grande esperienza. I maestri vetrai plasmano la materia con assoluta fantasia. Essa si...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.