Come riconoscere un vero diamante da un falso

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Quando regaliamo un anello, una collana o qualsiasi tipo di gioiello che contiene diamanti incastonati, è di fondamentale importanza saper riconoscer la qualità e la purezza del diamante stesso. Infatti, ci sono dei metodi standard che servono proprio a riconoscere la veridicità del diamante. Al giorno d'oggi ci si può veramente fidare poco dei rivenditori di gioielli poiché, anche se ci rilasciano attestati di purezza del diamante, non sempre quello che compriamo è un gioiello puro al cento per cento. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo proprio come riconoscere un vero diamante da un falso.

26

Controllare la superficie

Prima dell’acquisto, conviene fare dei piccoli controlli molto semplici e senza l’ausilio di un tester, tranne nel caso di diamanti di una certa consistenza. La differenza sostanziale tra un diamante vero e quello falso è nella superficie che deve essere compatta e non rivestita con materie simili al vetro. È questo il primo dato che bisogna valutare nell'acquisto di un diamante. Conoscere il peso specifico chiamato anche caratura è un ottimo test immediato. Se siamo quindi già in possesso di un diamante della stessa dimensione e quello da acquistare pesa di più, allora significa che si tratta di un falso.

36

Testare la trasparenza e la durezza

Per riconoscere un diamante vero da uno falso bisogna poi controllarne la trasparenza; infatti, bisogna prendere un foglio di carta velina bianchissima, appoggiare il diamante e se si intravedono delle segnature, significa che è falso o comunque non di pregio. Inoltre attraverso la faccia rivolta verso di noi si deve intravedere chiaramente il foglio di carta sottostante. Un'altra verifica riguarda la durezza.. Quindi prendiamo un po' di carta vetrata e strofiniamola sul nostro diamante. Se il diamante non dovesse scalfirsi, allora si che è vero al cento per cento; se al contrario dovesse subire dei graffi, sarà sicuramente un falso.

Continua la lettura
46

Controllare la caratura

I diamanti molto piccoli quindi per essere riconosciuti tra veri e falsi hanno bisogno di tutt’altra verifica. Un primo e semplice test è quello di opacizzarlo con un po’ di alito, vedere se rimane umido per più di tre secondi e capire che si tratta di un falso. A questo punto il tester specifico per diamanti molto comodo e tascabile, consente di controllarne la caratura con una specie di compasso (ionio) e con tabelle specifiche allegate che ci indicano le giuste dimensioni e ci fanno capire, in modo inequivocabile e sicuro, che si è a contatto con un diamante falso.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come eseguire il punto diamante a maglia

La lavorazione ai ferri è un hobby creativo molto apprezzato da donne e uomini di tutte le età. Da recente, come l'uncinetto, è nuovamente alla ribalta, specie in tempi di crisi. Rilassante e piacevole, non si limita ai classici calzettoni o alle sciarpine....
Altri Hobby

Come disegnare un diamante

Disegnare figure geometriche semplici non è poi così difficile. Ma quelle un po' più complesse necessitano di procedure specifiche che ci permettono di ottenere il risultato sperato. In questa guida avremo l'opportunità di vedere come tracciare una...
Materiali e Attrezzi

Come tagliare il vetro di Murano

Il vetro può essere tagliato a mano o con speciali seghe elettriche opportunamente raffreddate con acqua, sia in casa utilizzando un diamante oppure recandosi presso un vetraio ben attrezzato. Ci sono alcuni tipi di vetro che non essendo piani ma bombati,...
Altri Hobby

Come fare un origami a forma di giglio

L’arte di dare forma alla carta è antica e, allo stesso tempo, attraversa le culture e le generazioni. In particolare, la tecnica origami è quella che dalla cultura giapponese si è ormai diffusa in tutto il mondo. Tutti noi abbiamo provato, durante...
Materiali e Attrezzi

Come tagliare l'asfalto o il cemento

Con il termine asfalto, relativo alla pavimentazione stradale, si intende un conglomerato bituminoso di tipo artificiale, formato da una miscela di materiali rocciosi come pietrisco e sabbia. Il cemento, invece, è il termine usato in edilizia per indicare...
Casa

Come installare un areatore sulla finestra

Grazie ad un areatore sulla finestra è possibile fare il ricambio d'aria in una stanza senza utilizzare un condizionatore. Gli areatori, anche se non sono efficienti come i condizionatori, sono però molto meno costosi e consumano una quantità molto...
Altri Hobby

Origami: come realizzare un pesce rosso

Esiste un modo semplice e divertente per giocare coi pesci rossi. Non si parla di acqua, vasche e acquari ma del fantastico mondo della carta e delle sue creazioni. Si potrebbe avere una bellissima famiglia di pesci rossi che non ha bisogno di acqua,...
Altri Hobby

Come usare il tagliavetro

Qualora tagliare la carta non vi è più sufficiente e desiderate provare qualcosa di veramente nuovo, nella seguente dettagliata e interessante guida che potrete andare a leggere attentamente nei passaggi successivi, vi spiegherò come bisogna usare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.