Come Riconoscere Una Mela Dalla Polpa Rossa (Geneva Crab)

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Le mele sono il frutto più amato da miti, leggende e favole delle quali sono le protagoniste assolute. Croccanti e deliziose, le mele sono un frutto particolarmente importante per il nostro benessere poiché preziose fonti di vitamine e minerali. Le mele sono perfette per essere impiegate anche in molte ricette. Dalle più classiche confetture, all'antico sidro o nella preparazione di soffici torte. Gli alberi sono particolarmente robusti e difficilmente si ammalano, ma non sono tutti uguali! Andiamo allora insieme a scoprire come riconoscere una mela dalla polpa rossa (Geneva Crab).

27

Occorrente

  • Terreno o giardino
  • Melo Geneva Crab
  • Vanga e pala
37

Il Geneva Crab, originario del Canada, cresce rigoglioso nei climi prevalentemente freddi e asciutti. In Italia è possibile coltivarlo nelle zone interne e nei pressi dei rilievi montuosi. È una pianta molto rustica, resistente alle malattie e alle intemperie. Il primo indizio per riconoscere una mela dalla polpa rossa Geneva Grab, è nascosto nei fiori. Le corolle mostrano un bellissimo rosso ciliegia, molto intenso, che lentamente vira verso il magenta quando si aprono completamente, mentre l'interno dei petali è rosa. Le infiorescenze, numerose e fitte, producono la squisita mela dalla polpa rossa con sfumature chiare.

47

La pianta è caratterizzata da un vigore medio- elevato. Attraverso l'allevamento in forma libera, può raggiungere un'altezza di 3,5 - 4 metri. La produzione delle mele è abbondante e costante. La chioma si presenta ricca di foglie piccole e di colore verde intenso. All'apparenza il Geneva Crab può essere facilmente confuso con il melo selvatico, ma con la fruttificazione di fine estate, ogni dubbio sulla sua vera identità viene fugato.

Continua la lettura
57

La mela Geneva Crab, è di pezzatura media, ma si riconosce subito grazie alla buccia. Questa è sottile, liscia e resistente. Rossa, lucente e uniforme, presenta una leggera patina di pruina alla raccolta. Anche la polpa si presenta rossa in prossimità della buccia, ma tende al rosa verso il centro. Soda e carnosa, ha un sapore ottimo e un gradevole aroma delicato e persistente.

67

La raccolta delle mele Geneva Crab avviene nella prima e seconda decade di settembre. Queste mele particolari possono essere conservate fino alla metà di dicembre. La pianta manifesta un'elevata resistenza al gelo invernale e ai ritorni dei freddi primaverili. Inoltre è altamente resistente agli attacchi della ticchiolatura e di altri agenti patogeni. Ciò consente di ridurre dell'80 - 90% il numero dei trattamenti antiparassitari.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il gusto appena zuccherino e aromatico la rendono perfetta per preparare delle deliziose composte
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare la zucca rossa

La zucca rossa è un ortaggio molto particolare, che non può assolutamente mancare nel periodo autunnale. Chi ama la coltivazione dell'orto, deve sapere che coltivare la zucca rossa non è affatto semplice. Per farla crescere grande e saporita, occorre...
Giardinaggio

Come seminare la rapa rossa

La rapa rossa è fondamentalmente una barbabietola che appartiene alla famiglia delle Chenopodiaceae, e per la sua coltivazione è necessario un clima fresco poiché è resistente al gelo. Le piante si possono quindi facilmente propagare, e crescano rapidamente...
Giardinaggio

Come Riconoscere E Coltivare Hylocereus Undatus

Vogliamo proporre ai nostri lettori, una guida pratica e veloce, da mettere in pratica, nel mondo delle piante ed in particolar modo cercheremo di imparare insieme come e cosa fare per poter riconoscere e coltivare il Hylocereus Undatus, nel modo corretto...
Giardinaggio

come riconoscere e coltivare il carrubo

Il carrubo, albero sempreverde diffusamente presente soprattutto in Sicilia e Sardegna, appartiene alla famiglia delle Caesalpiniaceae. È una pianta dioica, ovvero che produce fiori solo maschili o solo femminili. In rarissimi casi entrambi i sessi si...
Giardinaggio

Come riconoscere le erbe aromatiche

Ecco pronta una guida, molto utile, tramite la quale, poter essere finalmente in grado d'imparare come riconoscere le erbe aromatiche, in modo tale da poterle utilizzare non solo in cucina, ma anche in altri ambiti, per curare malanni e non solo. Imparare...
Giardinaggio

Come riconoscere i funghi: Amanita Phalloides

La seguente guida è destinata agli appassionati e agli amanti dei funghi. Utile soprattutto a chi piace raccoglierli perché, grazie ad essa, imparerà a riconoscere i funghi, ma in particolare l'amanita phalloides, fungo particolarmente pericoloso perché...
Giardinaggio

Come Riconoscere Il Chamaerops Humilis

Per ''Chamaerops humilis'' si intende una pianta piuttosto antica appartenente alla famiglia delle Arecaceae, chiamata solitamente ''palma nana''. Si tratta di un esemplare davvero molto bello e raffinato. Riconoscerlo non è affatto facile, per cui...
Giardinaggio

Come riconoscere la pianta del sughero

Il sughero è un materiale molto versatile, con il quale abbiamo a che fare tutti i giorni date le sue numerose proprietà che lo rendono utilizzabile in diversi campi. Il sughero ha delle caratteristiche importanti, in quanto è un materiale naturale,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.