Come ridare vita a un vecchio mobile

Tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Per chi è appassionato di riciclo creativo, oggettistica e arredamento vintage e, soprattutto, del fai da te, visitare dei mercatini dell'usato può costituire un'occasione unica per trovare, a poco prezzo, mobili o complementi d'arredo. Una volta acquistati, questi possono essere ripuliti e sistemati attraverso poche ore di lavoro, andando così a creare un oggetto totalmente nuovo e originale. In questa guida, nello specifici, verrà suggerito come ridare vita a un vecchio mobile, in modo tale da restituirgli la bellezza e la funzionalità che possedeva un tempo. Scendendo nei dettagli, verrà spiegato come possiamo riverniciare un mobile, attraverso delle indicazioni semplici da comprendere, e che permetteranno, anche a chi non ha esperienza con questo tipo di lavoro, di ottenere degli ottimi risultati.

25

La prima operazione da compiere prima di poter riverniciare un mobile, è utilizzare una levigatrice (oppure, nel caso non ne abbiate una a disposizione, potete sostituirla sfruttando l'azione levigatrice della carta vetrata a grana media), evitando, invece, l'utilizzo di uno sverniciatore, per non rischiare di rovinare il legno. Occupatevi, inoltre, di riempire eventuali buchi o imperfezioni del legno con dello stucco apposito per il materiale e il colore del vostro mobile, eseguendo questo lavoro con molta precisione, per fare in modo che, una volta stesa la vernice, la superficie risulti perfettamente liscia. Proseguite preparando una soluzione composta da 1 litro di acqua e un cucchiaino di bicarbonato: questa servirà per eliminare le impurità che, dopo tanti anni, si saranno depositate sul legno.

35

Successivamente, andate a grattare nuovamente la superficie con della carta vetrata, questa volta a grana fine, e stendete su tutta la superficie un primer aggrappante. Questo garantirà una maggiore tenuta della vernice. Potete stendere due o tre mani di aggrappante: il numero esatto dipenderà dal colore che avete scelto per riverniciare, e da quello originale del mobile, in quanto più scuro sarà il secondo più mani saranno necessarie per coprire completamente il colore iniziale. Per svolgere questa operazione può essere utilizzato sia un comune pennello, che un rullo in gommapiuma; quest'ultimo, in modo particolare, è adatto soprattutto ai mobili moderni, realizzati in laminato.

Continua la lettura
45

Concludere quindi il lavoro andando a stendere la vernice. Potete utilizzare della vernice ad acqua, ne esistono diverse tipologie di ottima qualità. Nel caso in cui si preferisse donare al mobile un aspetto maggiormente elegante, potete impiegare una vernice che abbia rifinitura lucida; se, invece, si vuole ottenere un aspetto più rustico, l'ideale sarebbe usarne una più opaca. Per questa operazione, potete utilizzare un pennello, cercando di passarlo nella stessa direzione per tutta la superficie del mobile. Anche in questo caso sarà necessario passare almeno 2 mani; tra una mano e l'altra ricordatevi di attendere che la vernice sia perfettamente asciutta prima di procedere con la passata successiva. Una volta concluso tutto il lavoro, il mobile potrà essere rimesso al suo posto, oppure sarà possibile trattare ulteriormente la sua superficie con dell'apposita cera.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come decorare una vecchio mobile in formica

Rendere un mobile vecchio e magari rovinato nuovo è possibile. Esistono infatti svariate tecniche di fai da te per farlo Non vi serve essere dei falegnami per rinnovare un mobile e dare un nuovo aspetto ad una stanza della vostra casa. In questa guida,...
Casa

Come riutilizzare un vecchio mobile

Se avete un mobile vecchio, o uno malandato, ma vi dispiace buttarlo o darlo via, potreste provare a recuperarlo. Riutilizzare un vecchio mobile non è un'operazione che comporta molte spese, o richiede tanta abilità, l'unica cosa di cui avrete bisogno...
Casa

Come ricolorare un mobile

Ricolorare un mobile è un'operazione davvero molto semplice e divertente che consentire di dare nuova vita ad un vecchio mobile ormai inutilizzato. Ricolorando un mobile, infatti, si può adattare lo stesso allo stile della stanza in cui verrà inserito...
Casa

Come rinnovare un mobile con il bambù

Può essere capitato di aver cambiato un mobile, dopo aver notato la presenza di alcune parti consumate o rotte, oppure per un semplice desiderio di rinnovare l'arredamento di casa. In alcuni casi non è possibile recuperare il vecchio mobilio, in altri...
Casa

Come restaurare un vecchio tavolo da pranzo

Quante volte in casa ci ritroviamo con vecchi mobili un po' rovinati ma ancora buoni per poter continuare a svolgere il loro lavoro. Gli elementi più usati sono armadi o tavoli, quest'ultimi ancora di più dei primi e spesso soggetti ad un'usura maggiore...
Casa

Come fare un mobile di legno bianco decapato

Il ripristino, la finitura o la costruzione di un vecchio pezzo di arredamento può incidere notevolmente nelle possibilità di cui disponiamo. Tuttavia se amiamo cimentarci in questi lavoretti fai da te e abbiamo un minimo di manualità possiamo anche...
Casa

Come fare l'effetto decapato bianco su un mobile

Quando si parla di arredamento sono molteplici gli stili e il mode che ogni anno si alternano e coinvolgono chiunque ami curare nel dettaglio la propria casa. Negli ultimi tempi, uno degli stili più apprezzati è il cosiddetto shabby chic, un'espressione...
Casa

Come rinnovare un mobile danneggiato

Se possedete un mobile danneggiato in casa e pensate di non aver nessuna possibilità di poterlo restaurarlo, tenete ferme le mani e non buttatelo. Ci sarà sempre qualcosa da fare per poter "rinnovare" le sue condizioni. Diciamo rinnovare, e non restaurare,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.