Come rifinire i margini di un'unità patchwork

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Nella guida che segue vi saranno spiegati tre metodi per rifinire le varie unità che compongono la lavorazione di un elemento-tipo di patchwork. Realizzare un bordo con il tessuto della fodera può essere di effetto se questa è decorativa e se riprende uno dei tessuti dello strato superiore. Il profilo diritto si adatterà bene a margini diritti, mentre quello sbieco a margini curvi e irregolari. Vediamo quindi insieme come rifinire i margini di un'unità patchwork.

26

Occorrente

  • ago e filo o macchina da cucire
  • forbici da taglio
  • fodera
36

Per fare una rifinitura molto semplice ed elementare, innanzitutto dovrete rifilare la fodera e lo strato superiore dell'unità patchwork utilizzando la medesima misura, altrimenti otterreste un lavoro per niente preciso se non del tutto vano. A questo punto tagliate l'imbottitura interna tenendoti a cinque millimetri in meno al perimetro complessivo dell'unità patchwork. Portate quindi la fodera stessa intorno all'imbottitura e piegate verso sotto a cinque millimetri dallo strato superiore. Procedete poi ad eseguire una cucitura a sopraggitto lungo il margine, con punti nascosti.

46

Se desiderate usare la fodera come bordo esterno, invece, in questo caso piegate quest'ultima sopra l'imbottitura e ripiegate nuovamente il tutto insieme in sotto tenendoti a un centimetro e mezzo dal margine. Adesso cucite direttamente sullo strato superiore per mezzo di un sottopunto prestando attenzione, però, a fermarti a cinque millimetri dall'angolo sulla parte superiore. Ora piegate prima diagonalmente l'angolo della fodera e successivamente sul lato seguente dell'imbottitura. Solo quando farete combaciare perfettamente i margini tra loro, potrete rifilare la stoffa verso l'interno. Se desiderate ottenere un profilo diritto, in questo caso, procedete tagliando dapprima strisce larghe quattro centimetri sul diritto filo della stoffa.

Continua la lettura
56

A questo punto cucitele insieme formando quattro strisce leggermente più lunghe ai lati dell' unità. Con la fodera e il profilo diritto contro diritto, cucite a cinque millimetri dal margine, poi portate il profilo oltre questo sulla parte superiore e ripiegatelo di altri cinque millimetri. Profilate per primi i due lati opposti e tagliate a filo dei margini non ancora profilati. Infine ripiegate e cucite per bene con il filo. Potrete utilizzare ago e filo nella maniera classica, prestando attenzione a lavorare con punti stretti, oppure, più comodamente, potrete utilizzare la macchina da cucire impostata in tiro ed anche in questo caso con punti ravvicinati. È sconsigliato per questo tipo di lavoro l'opzione zigzag. Buon lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come creare palline natalizie in Patchwork

Un'idea molto interessante, originale e soprattutto economica è quella di riciclare delle vecchie stoffe e creare delle sfere natalizie utilizzando la tecnica del patchwork, un metodo utilizzato da sempre per riciclare stoffe, per riparare e riciclare...
Bricolage

Come fare delle palline di Natale patchwork

Anche quest'anno, come tutti gli anni, non appena si avvicinerà il periodo natalizio, tireremo fuori gli stessi addobbi che da anni fanno compagnia al nostro albero di Natale. Non credete che sarebbe l'ora di ravvivarli? Magari utilizzando qualcosa di...
Bricolage

Come Creare Il Piatto Di Dresda Con Il Patchwork

Siete delle amanti del cucito in continua ricerca di qualcosa di nuovo e innovativi da realizzare? Magari i disegni che volete realizzare devono avere una storia dietro? Perché altrimenti non riuscite a lavorare con la solita passione? Bene, allora questa...
Bricolage

Come realizzare un patchwork a intaglio

Patchwork è un termine inglese formato da due vocaboli: "patch" che significa pezza e "work" lavoro. Quindi è un lavoro che si esegue con i ritagli di stoffa e che dà la possibilità di creare diversi oggetti. Il patchwork può essere eseguito con...
Bricolage

Come fare le palline con il Patchwork

All'interno di questa guida andremo a parlare di palline. Nello specifico, come avrete già compreso dalla lettura del titolo di questa guida, spiegheremo come fare le palline con il patchwork. La guida sarà piuttosto lunga, comprendente una prima parte...
Bricolage

Come Creare Una Scatola Con Disegno A Stella In Stile Patchwork

Patchwork deriva dall'inglese "patch" e "work". Le due parole significano rispettivamente "pezza" e "lavoro": Si potrebbe quindi definire il patchwork come un "gioco di stoffa". Per realizzare questo stile infatti si utilizzano tessuti diversi per colore,...
Bricolage

Come realizzare una tovaglietta con il patchwork

Il patchwork è un arte fantastica. Parliamo di una tecnica per gli appassionati del fai da te, che riesce ad assicurare risultati soddisfacenti e creativi. Tecnica che permette di riciclare vari materiali e lavorare spendendo poco, per non dire niente....
Bricolage

Come costruire un paralume patchwork

Con questo tutorial si vuole dare un aiuto a capire come è possibile costruire un paralume patchwork. È importante sapere che una coppia di lunghe cerniere per porte in ferro, una volta che sono state saldate tra loro, possono diventare la base per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.