Come rifinire il legno con la pialla

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Saper lavorare il legno è una vera e propria arte. Tante persone amano costruire da se utensili e oggetti di arredamento in legno e per farlo hanno bisogno di una serie di attrezzi appositamente indicati per tale operazione. Quando di costruisce qualcosa in legno, per renderlo più gradevole alla vista e al tatto vi è la necessità di rifinirlo attraverso un apposito strumento: la pialla. Con questo attrezzo si leviga la superfice del legno rendendola bella liscia, eliminando le schegge e le imperfezioni lasciate dopo la segatura del legno. Se avete intenzione di costruirvi qualche oggetto in legno e volete sapere come fare per rifinire il legno con la pialla, continuate a leggere questa guida e scoprirete come fare. Vedrete ce non si tratta di un'operazione così difficile, basta solo un po' di pratica e tanta buona volontà.

25

Occorrente

  • Pialla
35

Cos'è la pialla

La pialla è un utensile di legno molto duro, di solito viene realizzato in sorbo oppure in faggio, o ancora in ciliegio o in carpine; esso è costituito da un fusto a forma di parallelepipedo, da un pomolo e da un foro, ovvero dalla bocca. Proprio nella bocca penetra un largo scalpello o ferro incastrato obliquamente tra un contro-ferro e un cuneo di bloccaggio. Il ferro fuoriesce dalla faccia inferiore di pochi millimetri. Quando esso viene spinto in avanti, la suola della pialla, che deve essere liscia e perfettamente piana, striscia lungo il pezzo di legno da rifinire. La pialla, essendo molto leggera, riesce a rifinire il legno, a spianare, cioè a conferirgli un aspetto liscio e a dimensionare i piccoli pezzi.

45

Cos'è la sgrossatura

La sgrossatura è quell'operazioni che permette di eliminare le parti più aspre del legno rendendone la superfice liscia. Quando si inizia ad eseguire il procedimento di sgrossatura, è consigliabile partire dai bordi del pezzo, per stabilire lo spessore minimo che si vorrebbe ottenere ed evitare di scheggiare il legno sugli spigoli. La sgrossatura dovrà continuare fin quando non si è raggiunto un livello di rifinitura che permette di sostituire il piallone con una pialla più piccola.

Continua la lettura
55

Come fare la sgrossatura

Per eseguire la sgrossatura, la mano destra tiene ben fermo il ceppo da dietro e la mano sinistra si posa sulla parte anteriore per guidare e dare la pressione voluta. Il pollice della mano sinistra deve essere rivolto verso l'operatore. Il tagliente del ferro deve essere parallelo alla suola e superarla per circa mezzo centimetro. La sporgenza del ferro (che va regolato in base alla durezza del legno e del tipo di lavoro) determina lo spessore del truciolo. La distanza tra l'estremità del ferro e il contro-ferro deve essere di circa mezzo centimetro, poiché è il contro-ferro a sollevare il truciolo e a spingerlo fuori. Per quanto riguarda il piallone, la distanza tra ferro e contro-ferro è di circa 1 mm.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come scegliere una pialla

Oggigiorno l'arte del "fai da te" è molto diffusa. Un po' per necessità e un po' per passione, sempre più persone eseguono lavori di bricolage in casa, pertanto si trovano nella necessità di dover acquistare attrezzi che un tempo utilizzavano solo...
Bricolage

Come Lavorare Con La Pialla A Spessore Della Combinata

Un attrezzo molto utile nei lavori di bricolage è la combinata. Questa è una macchina che ti permette di recuperare spazio e di non ritrovarti tanti utensili e fili fra i piedi durante l' esecuzione dei tuoi lavori. È chiamata "combinata" perché riunisce...
Bricolage

Come rifinire un tavolo a consolle con la vernice antimacchia

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, a capire come poter rifinire un tavolo a consolle, con l'aiuto di un po' di vernice antimacchia. Grazie al metodo del fai da te, è possibile realizzare qualcosa di davvero unico e speciale,...
Bricolage

Come rifinire un forno a legna

Se ci rechiamo in un centro che vende prodotti per la casa e arredi per giardino, è facile individuare in bella mostra diversi barbecue e forni a legna i muratura che sono realizzati in modo da doverli solo installare. Se quindi abbiamo l'intenzione...
Bricolage

Come rifinire un muro in pietra

Capita spesso di ritrovarci con un muro in pietra da rifinire, se volete farlo in modo economico e veloce, senza dovervi rivolgere ad un muratore, basta seguire passo passo questa breve guida, inutile dire che bisogna avere in casa un minimo di attrezzatura...
Bricolage

Come Rifinire Un Tegola In Vetro Con Découpage Classico

La bellissima tecnica del découpage permette, in pochi e semplici passaggi e con materiale semplicissimo, di realizzare e decorare delle meravigliose creazioni di fai da te. Tra le numerosissime tecniche decorative, quella del découpage è senza dubbio...
Bricolage

Come rifinire un camino

Il camino è il migliore amico durante l'inverno. Riscalda casa ed ha un design molto particolare, che da sempre conferisce all'appartamento un tocco di classe. Cosa c'è di meglio che sedersi sul divano, davanti al camino, leggendo un buon libro? Dovete...
Bricolage

Come Rifinire E Lucidare Il Materiale Acrilico

Se abbiamo appena usato del materiale acrilico, ovvero dei pannelli, oppure applicato della vernice della stessa natura, ed intendiamo lucidare le superfici, bisogna seguire delle linee guida ben precise al fine di massimizzare il risultato. A tale proposito...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.