Come rifoderare poltrone e divani

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tutti in casa abbiamo poltrone o divani che, col tempo, possono presentare fodere particolarmente usurate, sporche e rovinate. Cosa bisogna fare in questi casi? Comprare un nuovo divano? Senza dubbio potrebbe essere una delle opzioni, ma la più economica è sicuramente quella di intervenire con un restauro fai-da-te del vecchio divano che consiste nel rimuovere la vecchia stoffa e sostituirla con materiali nuovi. L'esecuzione del lavoro va effettuata con attenzione, seguendo particolari tecniche di lavorazione, soprattutto se si tratta di pezzi di valore, anche solo sentimentale. Vediamo allora in questa guida come procedere per rifoderare poltrone e divani.

26

Occorrente

  • Stoffa o pelle
  • Colla vinilica
  • Forbici
  • Righello
  • Spillatrice per tappezzieri
  • Carta velina da sarta
  • Merletti per le finiture
36

Anzitutto, che si tratti di rifoderare una poltrona o un divano, il primo passaggio da compiere per ottenere un lavoro preciso e pulito, consiste nello sfoderare completamente il sofà, rimuovendo la vecchia stoffa, così da evitare fastidiosi spessori. Se vorrete effettuare un lavoro più sbrigativo, però, potrete saltare questo passaggio. Procedete quindi a misurare il vostro divano o la vostra poltrona in tutte le sue parti, quindi calcolate le dimensioni della stoffa che vi occorrerà. Adesso, non vi resta che acquistarla nella fantasia che più preferite presso un centro all'ingrosso per foderami o in un negozio che venda ricambi per tappezzeria.

46

Successivamente, dovrete prendere della carta velina del tipo utilizzata dai sarti per sagomare la spalliera, la base della poltrona o del divano ed i braccioli. Nel momento in cui andrete a ritagliare queste sagome, ricordatevi di lasciare lungo il perimetro almeno 4 centimetri di margine, in modo tale da poter ribordare la stoffa da sotto una volta tagliata. Dopo il taglio, potrete iniziare a rifoderare prima la spalliera, poi la seduta, ed infine i braccioli del vostro divano. La stoffa andrà incollata con la colla vinilica e lasciata asciugare per almeno un'ora. A questo punto, potrete rifinire la poltrona o il divano con dei merletti, anch'essi applicati direttamente sulla stoffa con la colla vinilica, con il doppio scopo di fare da ornamento ed occultare le varie giunture.

Continua la lettura
56

Se invece intendete rivestire una poltrona o un divano in pelle, l'operazione è identica alla precedente per quanto riguarda la fase preparatoria, ma al momento dell'assemblaggio, oltre all'utilizzo della colla, è previsto anche l'utilizzo della spillatrice da tappezziere. Questa accortezza è necessaria in quanto la pelle è un materiale molto elastico, che richiede una tenuta maggiore. Con la spillatrice, dovrete sparare diversi punti di metallo sulle parti ribordate ed incollate, così da assicurarne la tenuta. Per quanto riguarda le finiture, se la poltrona o il divano sono in stile antico, con modanature come borchie o cordoni in pelle, la loro applicazione andrà fatta con i medesimi materiali, aiutandovi con un martello di legno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come riparare i ganci delle molle di poltrone e divani

Numerosi divani vengono realizzati in forma sinuosa (S-forma) con una base molla, allo scopo di aggiungere rimbalzo al fondo. Il cuscino di ogni divano viene posizionato in cima alla base elastica, in modo da far avere un migliore comfort durante la seduta....
Casa

Come rifoderare poltrona in pelle

Quasi tutti possediamo una poltrona: è un componente fondamentale della casa dove di solito si passano le ore dedicate al relax e al divertimento. Infatti, possiamo sederci sulla poltrona a guardare un film con i nostri amici anzichè uscire fuori di...
Casa

Come foderare un divano con penisola

I divani sono degli elementi fondamentali nell'arredo di una casa. Solitamente non mancano mai nelle abitazioni degli italiani e consentono di rilassarsi in tutta comodità all'interno delle pareti domestiche. Con il passare del tempo, indipendentemente...
Casa

Come scegliere la tappezzeria per una divano antico

C'è una bella differenza tra arredare la vostra abitazione con un divano moderno o con uno antico. Infatti, se decidete di optare per un Luigi Filippo o per un Carlo X, il cambio della tappezzeria non si risolve con un telo o con un copri divano perché...
Casa

Come attrezzare una camera per l'home cinema

Quando si guarda un film al cinema la visione, certamente non è paragonabile a quella che si vede con la Tv di casa. Ma, volendo si può ricreare questo effetto anche a casa, realizzando una camera in Home cinema. In questo caso organizzando e attrezzando...
Casa

Come arredare una casa con materiali riciclabili

Arredare casa non è sempre un compito facile. E di certo non è un'attività a buon mercato! Rendere l'ambiente domestico godibile, compatibile con i nostri gusti, richiede un certo investimento. Mobili e complementi d'arredo possono essere davvero costosi....
Casa

Come costruire un piano bar in pallet

L'arte del riciclo creativo è sempre più di moda; infatti, con tantissimi materiali di scarto come ad esempio il legno e nello specifico quello con cui vengono realizzati i pallet, ovvero delle griglie per la movimentazione di merci e suppellettili...
Casa

Come creare un salottino con i pallet

Arredare la casa con materiali di riciclo è diventato sempre più diffuso, specie se si tratta del legno. A tale proposito, un materiale del genere che si presta per particolari elaborazioni, è quello con cui vengono realizzati i pallet. Queste strutture,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.