Come rimettere a nuovo l'acciaio

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

All'interno di questa specifica guida, andremo a occuparci della tematica acciaio. Nello specifico, come avrete già potuto comprendere attraverso la lettura del titolo stesso di questa breve guida, ci concentreremo specificatamente su Come rimettere a nuovo l'acciaio. La domanda che ci poniamo è molto semplice, ma ora proviamo a trovare le risposte e le soluzioni.
Prima di tutto dobbiamo sapere cosa è questo formidabile materiale. L’acciaio è una lega data dall'unione di ferro e carbonio ed è utilizzato per la realizzazione di gran parte degli oggetti ad uso casalingo. In particolare pentole, piani di cottura e lavelli sono realizzati in acciaio inossidabile, ovvero non arrugginisce. Nonostante esso sia un materiale molto resistente è opportuno averne la giusta cura, sia quotidiana che periodica. Vi forniamo pertanto alcuni suggerimenti utili per pulire e lucidare l'acciaio.

29

Occorrente

  • aceto bianco
  • bicarbonato di sodio
  • succo e buccia di limoni
  • succo e buccia d' arance
  • spazzolino da denti
  • soda
  • detersivo per piatti
  • olio di oliva
  • olio Baby
  • spugna
  • panno morbido
39

Come abbiamo appena anticipato lungo il primo passo introduttivo della guida, ora è arrivato il momento di entrare nel dettaglio della tematica, spiegandovi Come rimettere a nuovo l'acciaio. Attraverso la strada dei rimedi cosiddetti "naturali", potrete acquistare in commercio e a buon mercato, dei prodotti davvero molto efficaci, finalizzati alla lucidatura nonché alla pulizia dell'acciaio. Tuttavia, sappiate che, alla lunga, il loro impiego può risultare troppo aggressivo e rendere le superfici in acciaio opache. Preferite l’utilizzo di una miscela composta da acqua, aceto e detersivo per i piatti, da utilizzare con una spugnetta morbida (evitate le pagliette in metallo). Dopo aver pulito risciacquate per rimuovere ogni residuo ed asciugate con un panno in micro fibra. Per rendere ancora più lucido l’acciaio potete optare per una miscela di acqua, soda e detersivo per i piatti. Non utilizzate mai detersivi contenenti cloro.

49

È proprio per ciò che abbiamo appena spiegato che l'acciaio è utilizzato in modo così massiccio in qualsiasi aspetto della nostra vita, tanto da essere divenuto parte di un sistema societario, giornaliero, che ci pone la cosa come ovvia, senza più farci accorgere di questo aspetto. Per riuscire a mantenere nel lungo periodo l'acciaio e i piani cottura in condizioni decorose, serve necessariamente rispettare dei dettati specifici. In commercio vi sono tantissimi prodotti, appositamente creati per pulire l’acciaio. Questi prodotti contengono in particolare proprietà anti-calcare e lucidanti, ma allo stesso tempo corrosive, che col passare del tempo, con l’uso continuo e costante, possono rendere opache le superfici in acciaio, rendendole spente e senza luce. Questi detersivi aggressivi, spesso più che esserci d’aiuto, tendono a diventare dei veri e propri nemici nei confronti dell’acciaio. Se siamo stanchi di utilizzare questi prodotti, che non solo ci fanno spendere soldi non essendo economici, ma possono anche rovinare il nostro acciaio, possiamo in realtà tornare ad utilizzare i vecchi rimedi naturali, i rimedi fai-da-te che non passano mai di moda e che hanno accompagnato la vita e i tempi delle nostre care nonne. Questi metodi ci tornano sempre utili, in quanto non solo ricorrono all’uso di elementi e prodotti naturali e non tossici, ma allo stesso tempo ci permettono di risparmiare dei soldi.

Continua la lettura
59

Uno di questi metodi molto utilizzato è quello di usare l’ acqua unita a delle gocce d’aceto bianco. Prepariamo uno spruzzino, nel cui interno metteremo circa 4 cucchiai di aceto e una parte d’ acqua. Mescoliamo tutto per bene e non ci resta che spruzzare il prodotto sul nostro lavello o piano cottura e risciacquiamo con cura. Nell’ asciugare possiamo utilizzare un panno che non lasci residui. Oltre a questo metodo possiamo ricorrere all’uso di alcuni agrumi, come il limone e l’arancia. Ci basterà prendere un po’ di succo, magari di 2 limoni e 2 arance e passarlo con l’aiuto di una spugna sui nostri ripiani in acciaio. Subito dopo risciacquiamo per bene e asciughiamo con un panno. Vedrete che l’effetto sarà sorprendente. Degli agrumi possiamo anche utilizzare la loro buccia, in modo da rendere profumato il lavello della cucina. In aiuto ci viene anche un altro elemento che non manca nelle nostre casa, il bicarbonato di sodio. Grazie alla sua azione abrasiva, ci aiuterà a mantener pulito il lavello in acciaio. Serviranno uno o massimo due cucchiai di bicarbonato posti lungo la completa superficie dell'acciaio, per poi andarlo a spargere utilizzando una spugna inumidita e, in ultimo, andarlo a rimuovere. Il piano cottura e la cucina in acciaio splenderanno nuovamente, in quanto sarà smacchiato. Sostanzialmente tornerà nelle condizioni pre acquisto. Al posto dell'utilizzo della spugna, potreste decidere di optare per uno spazzolino, che permetterà di avere più precisione, e vi darà l'opportunità di effettuare uno scrub delle superfici d'acciaio.

69

Come pulire dalle impronte e rendere lucide pentole ed oggetti in acciaio? Sovente si verifica che del cibo rimanga attaccato alle padelle anche se antiaderenti, in questi casi evitate di strofinare con pagliette metalliche ma lasciate in ammollo la pentola da trattare con acqua calda e detersivo, dopo potete procedere alla normale pulizia. Per poter riuscire a rimuovere tutte quelle sgradevoli e antipatiche impronte che si vanno a formare lungo la superficie in acciaio, vi servirà optare per del sapone necessariamente neutro e un po' d'acqua.

79

Per cercare di avere sempre l’acciaio brillante e lucido in casa si possono usare i numerosi prodotti specifici presenti in commercio.
In alternativa, è possibile utilizzare dei “rimedi naturali” ed economici.
Tra questi, spicca ad esempio l'aceto
Per rimuovere macchie e aloni basta infatti inumidire un panno con dell'aceto bianco e passarlo sull’acciaio.
Risultati pressoché simili si ottengono utilizzando il succo di limone
Un altro consiglio è invece quello di evitare di utilizzare la candeggina, poiché potrebbe rendere opaco l’acciaio e macchiarlo irrimediabilmente.
In ultima analisi, vorrei vivamente consigliarvi la lettura di ulteriori guide che sviluppino l'argomento che abbiamo provato a trattare noi lungo tutta questa guida. In questo modo, avrete l'opportunità di apprendere ulteriori informazioni, oltre quelle contenute all'interno di questi cinque brevi passi. Eccovi un link interessante: http://www.dailygreen.it/eco-da-te/come-pulire-lacciaio-in-modo-naturale/.
Spero che questa guida su Come rimettere a nuovo l'acciaio possa esservi utile.

89

Guarda il video

99

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Occorre buona volontà e voglia di fare
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come rimettere a nuovo un tagliere di legno

Il tagliere di legno è un oggetto presente da diversi decenni nelle cucine di tutto il mondo grazie alla sua utilità: grazie ad esso, infatti, è possibile tagliare ed affettare qualsiasi cosa senza correre il rischio di danneggiare il tavolo e i piani...
Casa

Come sostituire le guide degli avvolgibili

Gli avvolgibili possono essere fatti di diversi materiali e per tutti i gusti, in tutti i casi non hanno bisogno di una manutenzione particolare. Considerando che in una casa, di solito, gli avvolgibili vengono utilizzati due volte al giorno, la mattina...
Casa

Come cambiare il lato dell'apertura del frigo

Può capitare che delle volte, sempre per problemi di spazio, lo sportello del nostro frigorifero non si apre completamente perché un mobile ne blocca parzialmente l'apertura. Naturalmente è un problema facilmente risolvibile in quanto, oggi in tutti...
Materiali e Attrezzi

Come lubrificare finestre persiane e porte

Le porte, le finestre e le persiane sono spesso soggette ad un deterioramento che ne determina un fastidioso cigolio. Per eliminarlo, in commercio potrete trovare facilmente lo spray al Teflon, il silicone spray ed i lubrificanti antiruggine (come l'olio...
Casa

Come Sostituire Il Rullo Della Tapparella

uno degli elementi più usati nelle case italiane sono le tapparelle, grazie alle quali possiamo proteggerci dai raggi del sole durante le ore più calde o da sguardi indiscreti durante le ore notturne. L'utilità delle tapparelle è indubbio e non possiamo...
Bricolage

Come eliminare lievi ammaccature

Tutti sentiamo il bisogno di possedere oggetti. Li scegliamo, seguendo i nostri gusti e cerchiamo di mantenerli sempre perfettamente e di restaurarli nel momento in cui si danneggiano per usi o per incidenti indesiderati. Tramite questa guida si andrà...
Casa

Come mettere a livella una porta

Spesso può capitare con il passare del tempo che la porta non si chiuda bene, una volta aperta tenda a chiudersi da sola, o che tocchi per terra rendendo difficoltosa l'apertura e chiusura, oltre che a graffiare il pavimento. Di solito il problema con...
Casa

Come dipingere le persiane in legno

Molto spesso, per eseguire dei piccoli lavori di manutenzione per la nostra abitazione, preferiamo affidarci a dei professionisti per ottenere un lavoro perfetto, spendendo però in alcuni casi cifre molto elevate. In alternativa, potremo provare ad eseguire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.