Come rimuovere i pensili

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

I pensili sono degli oggetti sospesi a mezz'aria, che grazie a varie tecniche non hanno bisogno di pilastri o sostegni che si trovino al di sotto della loro struttura. Tali oggetti hanno la funzione di essere luogo d'appoggio per degli oggetti di varia natura ed inoltre hanno la funzione di mantenere in ordine i nostri ambienti. Fanno parte dell'arredamento della casa e possono essere di varie dimensioni a seconda dell'uso previsto. Al cambio d'arredamento bisogna munirsi di cacciavite e forza di volontà ed iniziare il lavoro per poterli rimuovere dalla stanza.
Vediamo dunque, con questa guida, come rimuovere i pensili.

26

Occorrente

  • Aiutante
  • Cacciavite o trapano a doppia funzione
36

Preparazione dell'occorrente

Per rimuovere i pensili, come prima cosa bisogna svuotare interamente il pensile da ogni oggetto che vi era riposto al suo interno, così da poter operare più agevolmente. Successivamente dovrete munirvi dell'aiuto di un'altra persona, e poi di attrezzi quali: cacciaviti di vario genere, a seconda del tipo di vite che è inserita nel pensile che può essere o a stella o a taglio e, nel caso in cui ne possediate uno, un trapano a doppia funzione, in grado sia di avvitare che di svitare, munito delle opportune punte.

46

Preparazione dell'area di lavoro

Quando si toglie un mobile è importante stare attenti a non creare danni allo stesso o ad altre parti dell'arredamento. Per questo motivo bisogna è importante coprire adeguatamente ogni mobile ed il pavimento intorno all'area di lavoro, così da evitare di sporcare con l'intonaco, o di rovinare qualcosa con delle piccole schegge che potrebbero volare durante i lavori. È necessario specificare che la rimozione di un pensile è indipendente dal fatto che questo appartenga ad una cucina o ad un bagno.

Continua la lettura
56

Rimozione del pensile

Rimosse le viti con l'aiuto di una persona si può spostare il mobile, e, se necessario, rimuovere dal muro i tasselli che servivano a tener fissato il mobile per poi richiudere con dell'intonaco e del cemento i buchi nel muro presenti per le viti attualmente rimosse. Avendo a portata di mano ogni strumento necessario per smontare un pensile, è necessario aprire le antine e far svitare di qualche giro una delle due viti che trovi sul fondo del mobile in alto. Queste due viti servono una ad agganciare il gancio posteriore, l'altra a mollare la presa sulla staffa a muro. Bisogna quindi svitare le viti che fanno presa sulla staffa contro il muro.
Il tutto va svolto con l'aiuto di un'altra persone che sorreggerà il pensile mentre, tramite un trapano a doppia funzione o con un cacciavite, si procede alla rimozione delle viti.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La guida è solo a scopo informativo.
  • Cerca di fare le cose con calma e segui attentamente ogni passo della guida.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come montare le cerniere sui pensili

Quante volte nell'acquistare dei mobili “low cost” ci imbattiamo nel temibile “fai da te” e, armati di cacciavite, trapano e istruzioni, dobbiamo dedicarci nel montaggio completo del mobile della cucina, della sala, o della vostra camera da letto....
Casa

Come dipingere i pensili della cucina

Che sia perché si voglia dare un look diverso alla cucina o sia perché un restyling sia diventato proprio necessario, dipingere con un nuovo colore i pensili della cucina, può regalare un'aria di freschezza e di novità. Le tendenze legate ai colori...
Bricolage

Come montare un pensile

Certamente montare un mobile non è per nulla semplice, anche se all'apparenza potrebbe sembrarlo, figurarsi montare un pensile, che richiede ancora più precisione e dimestichezza. Montare un pensile non è un lavoro particolarmente impegnativo. È un...
Bricolage

Come applicare i faretti in un pensile

Un'alternativa alle lampadine a filamento, sono i faretti, alimentati da un apposito circuito elettronico, il cui scopo è principalmente quello di ridurre la tensione di rete ai pochi volt richiesti dai LED. L'illuminazione sotto ai pensili, in particolare...
Giardinaggio

Come Costruire Un Giardino Pensile

Il giardino pensile si costruisce sul terrazzo; bisogna collocare in questo spazio diverse piante per realizzare un ambiente verde interessante. Le sue origini risalgono a molti secoli fa; le prime testimonianze furono ritrovate in Babilonia. Questi giardini...
Bricolage

Come fare un pensile per i bicchieri con un vecchio pallet

I bancali in legno utilizzati dalle aziende per l’imballaggio e il trasporto della merce, possono essere sfruttati per realizzare mobili ecosostenibili, perfetti per arredare con originalità la casa. Un’idea green per risparmiare e contribuire alla...
Giardinaggio

Come realizzare un giardino pensile sopra il garage

Il giardino pensile è una tipologia di coltivazione adatta per stare sopra i tetti delle case e dei garage, ma deve essere realizzata ad arte affinché la sua presenza non comporti alcun problema per la vivibilità dei condomini. Sono belli da vedere...
Casa

Come ridipingere i pensili della cucina

La cucina è uno dei luoghi più utilizzati e vissuti della casa. Con il tempo i pensili della cucina tendono a rovinarsi. Ciò incide molto sull'aspetto della nostra cucina. Ma sostituire l'arredamento della cucina può risultare proibitivo nei costi....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.