Come rimuovere i rivetti

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

I rivetti sono di forma tubolare con mandrini posti attraverso il centro. Il rivetto spesso viene inserito in un foro precedentemente praticato. Il mandrino viene disegnato fino a quando non si spezza, lasciandosi dietro un rivetto cavo che fissa saldamente due pezzi di metallo. >Sebbene i rivetti siano comunemente usati, il processo di rimozione può essere difficile a causa dell'assenza di fili o della testa che possono essere utilizzati per estrarlo. La pratica normale è quella di eseguire la rimozione con lo stesso trapano utilizzato nella perforazione del foro, ma questo di solito ingrandisce anche il foro esistente, rendendo necessario l'uso di una dimensione del rivetto più grande per la rivettatura. Ci sono anche casi in cui un rivetto deve essere rimosso ma non è possibile trovare un trapano elettrico. In tali situazioni, dovrete accontentarvi di un diverso metodo di rimozione. Applicare dei rivetti è un’operazione semplice, perché per farlo c’è un’apposita pinza, ma estrarli è molto più complicato, del resto si tratta di giunti non smontabili, che, una volta inseriti per l'accoppiamento meccanico, assemblano gli elementi definitivamente. Ecco dunque come rimuovere i rivetti.

28

Occorrente

  • Trapano
  • Punta da trapano
  • Pinza
  • Martello
  • Dremel
38

Rimuovere il rivetto

Proteggete la superficie intorno al rivetto; questa è un'operazione fondamentale per non fare danni, lasciando segni irrimediabili, qualora vi dovesse sfuggire il trapano. Prendete del nastro da carrozziere e ritagliate delle strisce di dimensioni ridotte; applicate le striscioline tutt'intorno al rivetto. Ripetete l'operazione con tutti i componenti che intendete togliere. Utilizzate una punta da trapano, che sia un po' più grande del foro situato al centro del rivetto. Se utilizzate una punta più piccola, procedete facendo movimenti ampi e circolari; è un modo di procedere necessario, ma che non vi salverà al cento per cento dall'inconveniente di rimuovere solo la parte centrale del chiodo, lasciando il lavoro incompiuto. Il trapano è lo strumento più indicato, perché permette un buon controllo della velocità; potreste anche usare il dremel, ma correreste il rischio di fare danni, a causa della maggiore velocità di rotazione.

48

Perforare il rivetto

Un rivetto viene rimosso perforando la parte cava della testa, finché non si stacca dal gambo. Lo stesso può essere fatto usando un cacciavite a testa piatta o uno scalpello e un martello. Posizionate la punta dello strumento tra il materiale e la testa del rivetto e picchiettatela con un martello finché la testa non si rompe. Fate attenzione alla quantità di forza che usate, in quanto potrebbe rompere il materiale. I fogli sottili invece, richiedono che diate dei colpetti delicati e ripetitivi. Inserite la punta nella perforatrice e quest'ultima nel forellino. Azionate facendo un po' di pressione e mantenendo una velocità non troppo elevata, fino a che la testa del rivetto salterà fuori. La rotazione consumerà il chiodo; se una parte dovesse rimanere all'interno, estraetela aiutandovi con un punteruolo e con una pinza.

Continua la lettura
58

Tagliare il rivetto

Un'alternativa manuale per la rimozione del rivetto, consiste nel tagliare la testa con uno scalpello da falegname e nel rimuovere la parte restante battendo con un piccolo punzone. La scelta sul rimedio da adottare andrà commisurata, da un lato alla superficie circostante e sottostante, che, se delicata, potrebbe non sopportare violente sollecitazioni e dall'altro, al rivetto stesso, che, a seconda del materiale, alluminio, acciaio, o altro ancora, risulterà più o meno facile a rompersi. Dopo aver tagliato la testa del rivetto, utilizzate un cacciavite sottile o una piccola asta per spingere il gambo fuori dal foro. Potrebbe venire fuori con un singolo colpetto se il materiale è sottile o potrebbe essere necessario utilizzare il martello con più forza e colpi ripetitivi.

68

Alternativa al metodo precedente

In alternativa, è possibile utilizzare uno strumento rotativo come il dremel. Un piccolo taglierino circolare viene che può essere usato per tagliare la testa del rivetto. Tuttavia, assicuratevi di poter utilizzare l'utensile elettrico con abbastanza destrezza per evitare di tagliare anche il materiale. Una fresa circolare ha un contatto più ampio con la superficie su cui si sta lavorando, non importa quanto piccola, rispetto ad un trapano elettrico. Quindi, le probabilità di danneggiare le aree circostanti sono anche più alte. Dopo aver rimosso con successo la testa del rivetto, spingere fuori il gambo come indicato nel passaggio precedente.

78

Guarda il video

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Durante l'operazione di rimozione proteggetevi con dei guanti e con degli occhiali da fabbro
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come mettere i rivetti e toglierli

Senza dubbio possiamo ritenerci fortunati, visto che la nuova tecnologia ci permette di creare qualsiasi cosa mettendoci a disposizione anche piccoli oggetti ma utili che, ci permettono di compiere le operazioni più semplici ma che, magari per questioni...
Bricolage

Come rimuovere l'etichetta da una bottiglia di vino

Chi ama il vino, il suo sapore a tavola e le sue raffinate bottiglie sa quanto sia soddisfacente essere un bravo collezionista, non solo di bottiglie di vino pregiato ma anche di belle e rare etichette tratte da bottiglie di vino particolari e molto preziose....
Bricolage

Consigli per rimuovere la finitura in lacca dai mobili

Se avete un vecchio mobile a cui tenete molto ma volete rinnovare una o più stanze della vostra casa, sappiate che non c'è bisogno di buttarlo e comprarne uno nuovo. Se utilizzate gli strumenti giusti e avete un po' di pazienza infatti un vecchio mobile...
Bricolage

Come rimuovere i pensili

I pensili sono degli oggetti sospesi a mezz'aria, che grazie a varie tecniche non hanno bisogno di pilastri o sostegni che si trovino al di sotto della loro struttura. Tali oggetti hanno la funzione di essere luogo d'appoggio per degli oggetti di varia...
Bricolage

Come rimuovere l'aria dai tubi dell'acqua

Se sono presenti bolle d'aria nei tubi dell'acqua, i rubinetti possono schizzare quando li si apre e creare quindi disagi e spaventi. Oltre a questo, il sistema idrico potrebbe emettere dei rumori anche quando i rubinetti sono chiusi, provocando numerosi...
Bricolage

Come rimuovere i graffi dagli occhiali

Nonostante si trattino con la massima cura, può capitare che gli occhiali riportino inavvertitamente dei piccoli graffi sulle lenti. Questo può accadere perché essi non vengono custoditi correttamente, o magari per un granello di sabbia in spiaggia...
Bricolage

Come rimuovere i graffi dalle lenti degli occhiali

Gli occhiali da vista sono un investimento molto costoso e nel corso del tempo, il normale utilizzo può causare graffi. Anche se si dispone di lenti in vetro o trattate con un materiale antigraffio, le scalfitture sono inevitabili. Questo però non significa...
Bricolage

Come rimuovere la vernice a base di olio dal legno

La vernice a base d'olio è molto resistente, proprio per tale ragione viene spesso preferita alla variante a base d'acqua. La tenacia di questo prodotto assicura una protezione di lunga durata ai mobili, alle porte o agli infissi ma quando si rende necessaria...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.