DonnaModerna

Come rimuovere il silicone dai sanitari

Tramite: O2O 16/06/2021
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il silicone è un agglomerato di polimeri inorganici basati sul silicio e sull'ossigeno. È ideale per sigillare tutte quelle fessure nelle quali c'è il rischio muffa, o semplicemente nelle quali non deve passare l'acqua, rendendole impermeabili. Ne esistono di diverti tipi, ma nelle case il più comunemente usato è il silicone gommoso. Presenta notevoli caratteristiche come la durata e la impermeabilità, ideale per i box doccia e tutti i sanitari in generale. Ma come ogni prodotto, anche il silicone col tempo è soggetto al deterioramento, si può indurire, cambiare colore e diventare nero, perché attaccato dalla muffa, o semplicemente perdere la sua caratteristica di impermeabilità. E quando succede è il caso di cambiarlo per evitare che l'acqua penetri dove non dovrebbe. In questa guida, passo dopo passo, darò tutte le indicazioni utili su come rimuovere il silicone dai sanitari. La procedura richiede senza dubbio un po' di tempo, ma con un po' di impegno è possibile ottenere un buon risultato.

27

Occorrente

  • Un raschietto
  • Acquaragia
  • Taglierino
  • Pennellino
  • Alcol etilico
  • Acetone
  • Panno morbido
  • Sgrassatore
37

La rimozione del silicone dalle piastrelle e dal pavimento

La rimozione del silicone fissato attorno alle piastrelle del bagno e della cucina si divide in due parti: la parte meccanica, dove si va ad agire sul silicone rimuovendolo con degli attrezzi specifici che nella maggior parte dei casi sono disponibili in casa e, successivamente, la parte chimica, che consiste nell'utilizzare specifici solventi, generalmente di provenienza petrolifera, con un alto grado di raffinazione, grazie ai quali si provvedono a eliminare i residui rimasti dopo l'operazione meccanica. In ogni caso, prima di procedere all'asportazione del silicone, si rende necessario pulire in maniera accurata tutte le aree da trattare e senza lasciare alcun residuo oleoso che potrebbe far scivolare sia le mani che gli utensili durante la fase di rimozione. È opportuno inoltre testare tramite una lametta la compattezza della sigillatura. Nel caso in cui sia gommosa e flessibile, allora si tratta di silicone vero e proprio, altrimenti non è altro che un sigillante a base di lattice o acqua.

47

La rimozione meccanica del silicone

Quando si parla di rimozione meccanica del silicone, si intende quella procedura volta a eliminare il grosso dello spessore del sigillante servendosi di appositi attrezzi meccanici come una lametta affilata, un taglierino o un raschietto. Per iniziare il tutto, bisogna innanzitutto spruzzare il silicone con dell'acqua, per ammorbidirlo un po' ed evitare che i sanitari possano graffiarsi. Procedere dunque in maniera decisa, ma evitando comunque di usare troppa pressione. A tal proposito, è meglio iniziare da piccole pressioni per poi aumentare piano piano se si nota che il silicone non si stacca. Così facendo, si eviterà di danneggiare sia i sanitari che le piastrelle. Se si nota che il silicone è duro e si ha quindi difficoltà a rimuoverlo, allora al posto dell'acqua si può usare un phon per riscaldarlo per renderlo più morbido. Un'altra soluzione per rendere il materiale sigillante più morbido è quella di porre dei panni bagnati sull'area interessata per due o tre giorni o, in alternativa, di applicarvi sopra uno sgrassatore mischiato con l'acqua. Una volta tagliato il cordolo di silicone lungo i bordi, lo stesso verrà via semplicemente tirandolo con le mani. Nel caso in cui vi siano dei frammenti, questi ultimi andranno estratti con una pinza a punta sottile.

Continua la lettura
57

La rimozione chimica del silicone

Si deve procedere alla rimozione chimica del silicone solo se quest'ultimo risulti piuttosto spesso. Infatti, al termine della rimozione meccanica, rimarrà ancora una patina abbastanza resistente e antiestetica. Occorre dunque ricorrere all'utilizzo di specifici solventi che sono in grado di sciogliere anche il sigillante più ostinato, trasformandolo in un composto morbido decisamente più facile da rimuovere. Fra questi solventi figurano l'acquaragia, l'alcool etilico e l'acetone, facilmente acquistabili nei negozi specializzati. Per far sì che la procedura garantisca un buon risultato, bisogna usare specifici strumenti come il pennellino o una pistola come quelle usate per applicare le cartucce di silicone. Lasciare dunque agire il prodotto per il tempo necessario alla posa e procedere quindi alla rimozione di tutti i residui di silicone rimasti intorno alle piastrelle tramite l'uso di una spugna. Prima di applicare il nuovo silicone, è bene accertarsi che non siano rimasti macchie e aloni fastidiosi, specialmente sulle superfici porose. In tal caso, è bene applicare ulteriori quantità dei solventi citati al precedente passo. Fatto il tutto, si dovrà passare molto bene l'aspirapolvere in tutte le fessure, facendo in modo di eliminare ogni ulteriore traccia di sigillante, per poi pulire molto bene tutta l'area trattata. Terminare il tutto applicando un prodotto antimuffa per eliminare ogni traccia di muffa.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Attenzione a quando si applicano i solventi, in quanto bisogna evitare che il prodotto finisca negli occhi. Nel caso dovesse succedere, sciacquarsi subito.
  • Per rimuovere il silicone dal parquet, si consiglia assolutamente l'uso di un panno morbido imbevuto di poca acqua.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come rimuovere sanitari sospesi

Se in casa abbiamo installato dei sanitari sospesi, ed intendiamo rimuoverli per sostituirli o semplicemente creare un nuovo rivestimento sulla parete, è necessario utilizzare attrezzi adatti ed aver un minimo di conoscenza nel settore. Si tratta infatti...
Casa

Come montare i sanitari

Se avete proprio la necessità di rinnovare il bagno, per risparmiare potete acquistare i sanitari in un negozio che li vende all'ingrosso, dopodiché montarli. Non tutti però sono a conoscenza del metodo da adottare a tal proposito. Se volete scoprire...
Casa

Come fissare i sanitari

In ogni casa dopo un certo numero di anni bisogna rifare il bagno o sostituire i sanitari che si sono rovinati e presentano alcuni segni di degrado. Il loro fissaggio è un lavoro che, solitamente, viene eseguito dagli idraulici al costo di circa 30...
Casa

Come installare sanitari sospesi

I sanitari sospesi differiscono da quelli tradizionali soprattutto per il fatto che non prevedono alcun appoggio sul pavimento. Essi, infatti, sono attaccati e collegati solo ed esclusivamente alla parete verticale del bagno. Questa caratteristica risulta...
Casa

Come fissare i sanitari in sospensione

Se siete in procinto di ristrutturare casa o di arredarne una nuova, per il bagno potrete avere a disposizione due tipi di soluzione. Potete infatti montare i sanitari appoggiati al pavimento oppure optare per quelli in sospensione. Questi ultimi hanno...
Casa

Come eliminare residui di silicone

Utilizzare sigillanti al silicone è un metodo molto pratico per rendere giunti e fessure impermeabili all'acqua. Solitamente si trovano in commercio i sigillanti siliconici si trovano in commercio in tubetti o cilindri che grazie ad apposite pistole...
Casa

Come isolare le finestre col silicone

Il silicone è un particolare isolante e, più precisamente una colla a gomma, che utilizza le sue proprietà per proteggere. La sua principale caratteristica è quella di isolare qualsiasi tipologia di superficie da spifferi, polvere e suoni. Nel caso...
Casa

Come rimuovere il mastice siliconico dal legno

Per sigillare il legno si può utilizzare il silicone. Il silicone è uno dei collanti più utilizzati. Bisogna dire che spesso durante l'utilizzo del silicone, si possono verificare delle sbavature sopra il legno che una volta essiccate sono poi difficili...