Come rimuovere la finitura a olio dai mobili in legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La finitura a olio è un'alternativa alla tradizionale in vernice. L'olio, in particolare quello di lino, crea una barriera protettiva nella fibra legnosa dei mobili. Penetra in profondità e ne aumenta la resistenza meccanica. È idrorepellente, resiste agli agenti atmosferici ed ai raggi UV. Vanta alte proprietà decorative e ravviva le naturali venature del legno. Solitamente, richiede una manutenzione minima. Col tempo, però, si usura. Non per questo i mobili in legno vanno gettati. Per ridare loro una seconda vita, basterà una rifinitura. Per rimuovere la vecchia, si potrà optare per la classica cartavetro come per solventi chimici.

27

Occorrente

  • Nastro adesivo
  • Guanti, mascherina ed occhialini protettivi
  • Cartavetro ruvida a trama media e fine
  • Solventi chimici
  • Trattamenti post-finitura per il restauro
  • Pennelli a setole dure
  • Spugnetta ruvida
  • Paletta in plastica o metallo
  • Panno in cotone
37

Per rimuovere la finitura a olio dai mobili in legno, ci si può servire della tradizionale cartavetro. Prima di cominciare il lavoro, indossare una mascherina e speciali occhialini protettivi, contro le piccole particelle di polvere. Queste, infatti, potrebbero irritare gli occhi ed i polmoni. Per quanto possibile, proteggere le parti metalliche dei mobili con del nastro adesivo. Procedere quindi con la carta vetrata ruvida, per eliminare gli strati superficiali dell'olio. Utilizzare quella media, quando la trama del legno sarà ben visibile, oppure quando la finitura apparirà opaca. Finire il lavoro scartavetrando con la carta a grana fine.

47

Tuttavia, la cartavetro potrebbe non essere sufficiente. La finitura ad olio, infatti, penetra in profondità nel legno, cristallizza ed occupa i pori della fibra. Pertanto, per rimuoverla dai mobili utilizzare i solventi chimici specifici. Optare per quelli più adatti alle proprie esigenze: liquidi, semi-pastosi o preferibilmente con MC (diclorometano). Per questa operazione, indossare indumenti consoni e guanti protettivi. Usare un pennello per applicare un generoso strato di solvente sul legno. Raschiare la superficie con una paletta in metallo oppure in plastica. Utilizzare un pennello diverso a setole dure, oppure una spugnetta ruvida per rimuovere la finitura a olio.

Continua la lettura
57

Lavare quindi il legno con un solvente specifico, utilizzando un pennello oppure una spugna. Passare un panno di cotone sulla superficie e ripetere se necessario l'operazione più volte. Lasciare asciugare per almeno 24 ore, in un ambiente aerato e lontano dai raggi del sole. Eliminata la finitura a olio dal legno, procedere con il restauro. In tal senso, rifinire i mobili con l'olio di lino, acquistabile in qualsiasi negozio di bricolage o ferramenta. Il prodotto sostituirà egregiamente lo stucco e la vernice. In poco tempo, si otterranno mobili in legno come nuovi.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Eseguire il lavoro in un ambiente sufficientemente aerato
  • Leggere attentamente le indicazioni riportate sulle confezioni
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come laccare i mobili di legno

Se possedete un mobile un po' vecchio al quale vorreste donare una nuova vita, continuate a leggere questa guida nella quale vi mostreremo passo dopo passo, come laccare i mobili di legno. Per farlo vi basterà avere un po' di tempo, pazienza nell'esecuzione...
Materiali e Attrezzi

Come riparare gli spigoli dei mobili in legno

Quasi ogni mobile con il passare del tempo, subisce rigonfiamenti, graffi, screpolature e cosi via. I danni sicuramente più frequenti sono le scheggiature causate da dei piccoli urti e la formazione delle bolle, che sono causate dallo scollamento del...
Materiali e Attrezzi

Trattamento del gelcoat: finitura e lucidatura

Tempo d'estate e tutte le imbarcazioni cominciano ad essere tirate a nuovo, banchine e pontili lucidati e l'attenzione per farsi trovare pronti è quasi maniacale. Infatti, tutti coloro che hanno una barca, ci tengono moltissimo (come è giusto che sia)...
Materiali e Attrezzi

Come pulire i mobili di vimini

I mobili di vimini sono dei componenti d'arredo perfetti per l'ambiente esterno. In particolare, sono molto adatti per giardini o verande. Questa loro particolarità, li rende quindi molto soggetti allo sporco, umidità e polvere. Chi possiede mobili...
Materiali e Attrezzi

Come Usare Il Mastice Legno O Legno Fluido

Chi ama dedicarsi ai lavori di bricolage e, in particolare quelli che prevedono l'utilizzo del legno, sicuramente conosce il mastice di legno o legno fluido: un preparato ottenuto impastando della finissima segatura ad un legante (come olio di lino, colla...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere la vernice a bomboletta

La vernice a bomboletta può risultare utile per moltissimi lavori creativi di fai-da-te e decorazioni domestiche: colorare sedie da giardino, realizzare murales sulle pareti di casa, oppure tinteggiare mobili e piccoli oggetti senza utilizzare un pennello....
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere la vernice dai pennelli

L'arte rappresenta un modo di pensare e di figurare i propri sentimenti e pensieri. Un tipo di arte viene raffigurata anche nei quadri. Infatti ciò che viene pitturato nella tela risulta essere bello e particolare. Quando vengono eseguiti dei quadri...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere la vernice dalla plastica

Scrostare la vernice da ceramica, legno e metallo è piuttosto semplice, ma lo stesso non si può dire per la plastica: questo materiale richiede particolare attenzione ed è tipico trovare in commercio solventi che possono deteriorare la superficie....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.