Come rimuovere la ruggine dal termosifone

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In ogni casa, in cui ci sono i termosifoni, prima o poi accade; il termosifone perde acqua dalle giunture vicino al muro. Spesso la perdita di acqua, da queste giunture, provoca la formazione di ruggine, e non è sempre facile eliminare i suoi residui, soprattutto se sono molto vecchi. Vediamo insieme come andare, quindi a a rimuovere questa antiestetica e fastidiosa sostanza, con metodi semplici, utilizzando volendo, elementi non dannosi, ma naturali comunemente trovabili in ogni casa.

26

Occorrente

  • Spazzola metallica
  • Carta vetrata
  • Panno morbido
  • Succo di limone
  • Sale
  • Occhiali protettivi
  • Cera d'api
  • Vernice
  • Pennello
36

Ricorrere ad un'azione abrasiva

La ruggine sulle tubature dei termosifoni, come anche sulla superficie stessa di metallo, non è semplice da eliminare. Una volta riparata la perdita di acqua, il tubo non sarà più umido, e lo si può quindi ripulire per poi riportare il tutto al suo stato iniziale. Per farlo si dovrà ricorrere ad un'azione abrasiva, attraverso strumenti come spazzole metalliche, in ferro, o volendo anche a strumenti come, della spessa e robusta carta vetrata. In ognuno di questi casi servirà delicatezza nella procedura, per andare a rimuovere solo lo strato superficiale danneggiato; per poi passare con un panno morbido sulla superficie pulita, o con una spazzola morbida, dalle setole naturali.

46

Proteggere gli occhi con degli occhiali

Adesso sarà possibile strofinare sul metallo un antiruggine, in questo caso naturale. Servirà preparare una soluzione con del normale sale da cucina, e del succo di limone, in modo da formare una sorta di "crema" da andare a cospargere sulle zone da trattare. Lasciare agire per circa mezz'ora, e infine strofinare con una spugna umida, energicamente. Ripetere l'operazione se la ruggine è ancora presente. Anche se in questo caso non si esercita con sostanze chimiche, è sempre necessario proteggere gli occhi con degli occhiali protettivi, evitando schizzi o scaglie di ruggine.
Passiamo ora all'ultima parte!

Continua la lettura
56

Lasciare asciugare il tutto

Il termosifone pulito potrà ora, essere protetto con della cera d'api, anch'esso prodotto naturale, ma molto efficace. Essa può essere sciolta a bagnomaria per poi essere passata sulla superficie, con un pennello morbido. Lasciare quindi asciugare il tutto, assicurandosi che il calorifero sia pronto per essere rimesso completamente a nuovo. Preparare la vernice più opportuna, che si abbini alle pareti della stanza, o che sia di un colore neutro e sobrio. Ripetere la verniciatura per almeno due volte, in modo da ricoprire ogni minima imperfezione rimasta, e attendere la completa asciugatura tra una passata e l'altra.
Spero che questa guida vi sia potuta essere d'aiuto... A presto!!!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come rimuovere la ruggine

La ruggine è provocata da un processo chimico che porta alla corrosione di oggetti in ferro o in acciaio che vengono a contatto diretto con l'acqua per un tempo relativamente prolungato. È, comunque, possibile rimuovere la ruggine dagli oggetti o dalle...
Casa

Come rimuovere la ruggine sui metalli in modo naturale

La ruggine è il risultato visibile del processo elettrochimico di corrosione che si verifica quando i metalli, per esempio il ferro e l'acciaio, vengono a contatto con l'acqua e l'ossigeno contenuto nell'aria. È un effetto poco estetico e dannoso: si...
Casa

Come Proteggere Le Lame Dei Pattini E Rimuovere La Ruggine

Ogni pattinatore ha un oggetto a cui dedica (o dovrebbe dedicare) particolare attenzione: i propri pattini. Nonostante le cure e le precauzioni però, piccole lacune nella manutenzione possono risultare, nel tempo, dannose per la lama. Non è solo un...
Casa

Come riparare una perdita in un termosifone di ghisa

Con l'arrivo dell'inverno il freddo comincia a farsi sentire sempre più rigido all'interno delle nostre case. È tempo, dunque, di attivare i termosifoni! La loro attivazione è semplice ed efficace, in effetti basti cliccare un apposito bottone detto...
Casa

Come aggiungere un nuovo termosifone a un impianto

Aggiungere un termosifone nuovo ad un impianto è un'operazione abbastanza semplice. Quando scegliamo di installare un certo numero di termosifoni, lo facciamo considerando alcuni fattori fondamentali, come ad esempio il salto termico e la temperatura...
Casa

Come chiudere un termosifone che perde acqua

Uno degli inconvenienti domestici più comuni e fastidiosi è senza dubbio rappresentato dalla perdita di acqua da un termosifone. Soprattutto durante la stagione invernale, periodo nel quale il calorifero svolge la sua funzione più importante, avere...
Casa

Come aggiungere o eliminare gli elementi di un termosifone

Il numero degli elementi per ogni termosifone collocato in una stanza, dipende da numerosi fattori. Il primo di cui tenere conto è lo sbalzo termico ovvero la differenza tra la temperatura interna e quella esterna. Il secondo fattore è la capacità...
Casa

Come rinnovare un termosifone tubolare

Nella guida che andremo a impostare nei tre passi che leggerete, dopo una piccola introduzione iniziale, ci andremo a concentrare su come poter riuscire a rinnovare un termosifone tubolare.Per il rinnovamento del termosifone tubolare, seguendo le indicazioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.