Come rimuovere lo stucco veneziano dalle pareti

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Lo stucco veneziano, conosciuto in alcuni casi come "spatolato", è una particolare e pregiata tecnica di pitturazione murale che ha come effetto finale quello di ricreare un muro simile ad una parete di marmo liscia e lucente. Grazie alla possibilità di adottare numerose tonalità che spaziano dallo champagne al rosso, fino a finire al grigio marmo, lo stucco veneziano si abbina ad ogni ambiente conferendo alle stanze un tocco chic e di grande rifinitura. Può capitare però che, per esigenze varie, si presenti la necessità di rimuovere la pittura dalle pareti e, anzichè contattare un esperto, si decida di svolgere tale lavoro in maniera autonoma. Di seguito daremo qualche suggerimento sul da farsi.

27

Occorrente

  • Fogli di giornale
  • Mascherina protettiva, occhiali protettivi, vecchi indumenti
  • Spatola o raschietto rimuovi pittura
  • Soluzione di acqua e candeggina, panni vecchi
  • Carta vetrata rigida o levigatrice
  • Deceranti
  • Olio di gomito
  • Guanti in lattice
37

Prima di mettersi all'opera per scartavetrare lo stucco dalle pareti, è buona norma proteggersi dalle polveri che si formeranno durante il lavoro che si andrà a svolgere. Le mascherine protettive evitano che le polveri vengano inalate accidentalmente, mentre gli occhiali (simili alle maschere subacquee) copriranno opportunamente gli occhi, soprattutto se si usano lentine o si soffre di particolari sensibilità. Indumenti vecchi non sporcheranno quelli nuovi, mentre i guanti in lattice preverranno le lesioni cutanee nella fase della carteggiatura ed eviteranno il contatto delle mani con prodotti altamente chimici.

47

Successivamente è importante capire la tecnica utilizzata per ottenere lo stucco veneziano. Nonostante quello originale preveda l'uso di specifiche vernici, la cui manualità dell'imbianchino renderà l'effetto marmoreo senza l'utilizzo di ulteriori prodotti, potrà darsi che si sia utilizzata una cera per prevenire le macchie sulle pareti, o semplicemente per ottenere in modo più facile l'effetto "lucido". In questo caso sarà necessario rimuovere la cera dalla superficie, prima di scartavetrare lo stucco. Molti forum consigliano l'uso di una semplice spatola sstrofinata sulla parete (la cera dovrebbe cancellarsi grazie al calore prodotto dall'attrito del raschietto contro il muro), mentre altri suggeriscono l'utilizzo di deceranti o, addirittura, di semplice acetone. Imbevete un panno con il prodotto scelto e tamponate una porzione di parete per verificare l'efficienza. Quindi date una mano di raschietto per eliminare definitivamente la cera.

Continua la lettura
57

Qualora lo stucco sia stato eseguito con la tradizionale tecnica che ostruisce i pori del muro rendendo lucida la parete senza l'ausilio della cera, sarà necessario procedere alla raschiatura utilizzando direttamente della carta vetrata rigida, della tipologia che va dal numero 80 al 120. Il lavoro potrà essere svolto manualmente raschiando piccole porzioni di muro in senso circolare, o mediante l'utilizzo di apposite strumentazioni (elettriche e non) che velocizzeranno il lavoro. La stessa tecnica del carteggio potrà essere utilizzata dopo aver rimosso la cera e sarà fondamentale livellare la parete evitando di creare imperfezioni che potrebbero notarsi dopo la tinteggiatura.

67

Nel caso in cui ci fossero delle imperfezioni, si potrà procedere alla loro copertura mediante l'uso di intonaci che renderanno perfetta l'intera superficie. Generalmente è possibile utilizzare una soluzione di acqua e candeggina per inumidire la parete da carteggiare facilitando la rimozione dello stucco, sia con la carta vetrata che con il raschietto. Basterà inumidire un panno o uno straccio, che andrà tamponato sulla parte di parete dove si andrà a lavorare. Atteso qualche minuto (il tempo che la miscela penetri nello stucco) si potrà procedere con la rimozione.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Rivestite il pavimento con fogli di giornale per evitare che si macchi con i deceranti e con la polvere dello stucco rimosso.
  • Lasciatevi consigliare dai negozianti di prodotti per vernici e stucchi. Può darsi che ci sia qualche prodotto miracolosoo che faciliti l'intero lavoro senza l'uso dell'olio di gomito!
  • E' possibile che il numero della carta vetrata cambi a seconda della marca. Per questo tipo di stucco servirà una carta vetrata molto dura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come creare l'effetto stucco veneziano con la vernice

Quando si ammoderna il proprio appartamento, un occhio di riguardo va sempre alle pareti, che insieme al giusto mobilio contribuiscono a creare un ambiente caldo ed accogliente, in linea con il concept scelto per gli ambienti. Tra i vari stili a disposizione...
Materiali e Attrezzi

5 errori da evitare nell'utilizzo dello stucco

Se l'estetica delle pareti è compromessa da crepe e fessure e volete provvedere voi stessi alla sua riparazione e verniciatura il prodotto di cui non potrete fare a meno è sicuramente lo stucco. Ampiamente utilizzato nell'edilizia per coprire fessure,...
Materiali e Attrezzi

Come preparare lo stucco in polvere

Di tanto in tanto capita di dover eseguire dei lavoretti di manutenzione all'interno della propria abitazione, come stuccare dei buchi nel muro, o qualcos'altro del genere. Se dovete restaurare pareti interne o esterne, mobili in legno, o del ferro potrete...
Materiali e Attrezzi

Come scegliere lo stucco per mobili

Qualora i vostri mobili avessero i segni classici prodotti dai tarli, oppure il vostro gatto avesse graffiato il vostro armadio, allora dovrete correre ai ripari, utilizzando dello stucco per mobili, al fine di sistemare i danni prodotti. La procedura...
Materiali e Attrezzi

Come usare mastice da vetri o stucco

Il mastice da vetri chiamato anche stucco, è una sorta di collante molto forte che può essere usato per vetri, finestre o anche parabrezza. Ha molte caratteristiche comuni con i collanti comuni, sia per la composizione chimica, che per la funzione che...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare lo stucco per il legno

L'applicazione dello stucco è un ottimo modo per rendere una parete perfettamente liscia ed esaltare la bellezza di ogni casa. Infatti, questo materiale è presente sia all'interno che all'esterno della maggior parte delle case. Esistono diversi tipi...
Materiali e Attrezzi

Come fare lo stucco colorato

Lo stucco è molto utile per tappare buchi e copre le imperfezioni sui vostri mobili. È una soluzione molto economica e soprattutto molto adatta, seppur con qualche piccolo limite. Limite perché sfortunatamente non sempre è possibile trovare lo stucco...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare uno stucco fatto in casa

Fare dei lavoretti nella propria casa a volte è un piacere, ed altre volte una necessità. Aggiustare un tubo rotto, riverniciare un cancello, ridipingere un muro e tante altre piccole operazioni simili, possono essere un ottimo passatempo oltre che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.