Come rinforzare un muro di cinta

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Per individuare esattamente un muro di cinta, bisogna che ci riconduciamo alla definizione espressa nel codice civile, all'art. 878, primo comma: " Il muro di cinta, e ogni altro muro isolato che non abbia un'altezza superiore ai tre metri, non è considerato per il computo della distanza indicata dall'art. 873 c. C.". Pertanto, a differenza del muro di contenimento che serve a sostenere il terreno, onde evitare qualsivoglia moto franoso dello stesso, il muro di cinta ha la funzione di proteggere e recintare, anche in modo ornamentale, la proprietà. In buona sostanza, le caratteristiche di un muro di cinta, oltre a quella di non essere suscettibile di alterare o modificare la natura del terreno, sono essenzialmente tre: deve trattarsi di un muro isolato da qualsiasi costruzione;  deve demarcare e separare i confini delle proprietà; non deve superare l'altezza di tre metri, come definito dalla Corte di Cassazione n. 2376 del 26 febbraio 1992. Ma vediamo, qualora si rendesse indispensabile, come rinforzare un muro di cinta.

24

A prescindere dal tipo di muratura, il muro di cinta deve essere idoneo ad impedire gli scavalcamenti, al fine di rispettare il principio della protezione della proprietà. Il soggetto che lo costruisce ne è dunque proprietario, ma il nostro codice civile attribuisce una comunione forzosa ai muri di confine fra due proprietà, esistendo la presunzione di indivisibilità. Infatti ognuno dei proprietari non è ritenuto proprietario della facciata prospiciente la sua proprietà, bensì sia l'intero muro che il terreno ad esso sottostante si intendono di appartenenza pro quota di entrambi.

34

Ciò premesso, nel caso di lavori di manutenzione del muro divisorio, le spese relative sono a carico di ambedue i proprietari, in misura uguale, se separa due caseggiati che abbiano la stessa altezza, due appezzamenti di terreno adeguatamente recintati, oppure giardini, cortili ed orti. Se i lavori di consolidamento del muro divisorio si sono resi necessari a motivo di scarsa manutenzione di uno dei proprietari o causati da danni per lavori effettuati da uno di essi, il responsabile sarà tenuto a sostenerne le spese.

Continua la lettura
44

Nel momento in cui si rende necessario l'intervento di manutenzione ed uno dei due proprietari non volesse partecipare alle spese, può legittimamente sottrarsi, purché tale rinuncia (estesa anche al terreno sottostante al muro stesso) venga operata per iscritto e formalizzata presso un notaio, il quale provvederà a trascriverla nel Registro dei beni immobili. Per i requisiti evidenziati nei passi precedenti, il muro di cinta non ha bisogno di particolari autorizzazioni, nel caso di interventi di manutenzione. Pertanto, una volta individuata l'appartenenza della proprietà, si potrà scegliere ed incaricare una ditta autorizzata ai lavori edili, che ne curi il consolidamento e ne ripristini le caratteristiche originarie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come rinforzare un solaio in putrelle

Gli edifici maggiormente datati contengono molti solai con putrelle in ferro che, in fase di restauro o di ristrutturazione, si rende necessario recuperare. La funzione dei solai è quella di proteggere la casa dagli agenti atmosferici, dall'inquinamento...
Materiali e Attrezzi

Come selezionare le pietre per un muro a secco di sostegno

Il muro a secco è per definizione una tipologia di muro eretto accostando tra loro pietre senza l'impiego di malta o altro legante. Per ottenere un muro a secco di sostegno stabile bisogna selezionare attentamente le pietre. Per avere un'ottima adesione...
Materiali e Attrezzi

Come intonacare un muro in cemento armato

Per intonacare in modo corretto un muro di cemento armato è necessaria un buona preparazione di questo ultimo, sia se si tratta di intonaco civile, sia se si tratta di intonaco rustico. Per prima cosa è necessario sapere cosa è l'intonaco e come è...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un muro rotondo

Se per il nostro giardino, abbiamo bisogno di costruire un muro circolare per fare una recinzione, oppure crearne uno per un'aiuola e con all'interno abbondante terriccio per poi piantarvi un albero, possiamo eseguire il lavoro procedendo con una tecnica...
Materiali e Attrezzi

Come costruire un muro di pietre in giardino

Per un giardino abbastanza ampio, potrebbe rivelarsi utile creare delle aiuole dedicate per alcuni tipologie di fiori, oppure innalzare un muro che possa fungere da delimitazione dei confini del giardino stesso, nonchè ideale per un'impostazione di tipo...
Materiali e Attrezzi

Come intonacare un muro in blocchi di cemento

Se nella nostra casa o in giardino abbiamo appena innalzato un muro in blocchi di cemento, del tipo illustrato in figura, ed intendiamo intonacarlo su ambo i lati, lo possiamo fare utilizzando dei materiali appropriati, ed alcuni attrezzi da muratore....
Materiali e Attrezzi

Come costruire un muro in mattoni forati

Se avete la necessità di costruire un muretto basso nel vostro giardino con i mattoni o  dividere lo spazio nello scantinato ma non volete chiamate un muratore per i costi troppo elevati,  nessun problema. Se avete un po' di manualità e esperienza...
Materiali e Attrezzi

Come rimuovere la vernice spray dal muro

La vernice spray può essere utilizzata per verniciare velocemente diversi oggetti, di qualsiasi materiale. L'unico inconveniente di questo tipo di vernice è che, essendo appunto a spray, quando viene spruzzata le particelle possono finire accidentalmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.