Come rinnovare un mobile con il bambù

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Può essere capitato di aver cambiato un mobile, dopo aver notato la presenza di alcune parti consumate o rotte, oppure per un semplice desiderio di rinnovare l'arredamento di casa. In alcuni casi non è possibile recuperare il vecchio mobilio, in altri invece, con inventiva, fantasia ed aggiungendo una buona dose di pazienza, si può intervenire ridandogli nuova vita ed ottenendo bellissimi effetti. Ecco dunque come rinnovare un mobile con il bambù.

25

Occorrente

  • vecchio armadio, rotolo di bambù, spatola, vernice atossica trasparemte, olio per mobili, stucco, carta vetrata fine, colla, seghetto.
35

Pulizia

Bagnare e strizzare una spugna in acqua e sapone di Marsiglia, poi lavare per bene ed asciugare perfettamente il vecchio armadio, sia all'interno che all'esterno. Ricoprire eventuali fessure o fori sulle fiancate con stucco per legno, scegliendolo di una tinta simile a quello del mobile, eventualmente correggetelo con qualche goccia di anilina colorata dello stesso colore. Quindi, lasciarlo essiccare e carteggiarlo con della carta vetrata finissima. Stendere in modo omogeneo un velo di olio per mobili, escludendo le parti che dovranno essere rivestite. Lasciarlo assorbire almeno un giorno, poi, se è necessario, ripetere l'intera operazione. Una volta che il prodotto sarà del tutto assorbito, proteggere le parti in prossimità delle zone da rivestire, ricoprendole con del nastro di carta.

45

Assemblaggio

Collocare su un piano di lavoro protetto da fogli di giornale, il rotolo di bambù. Tramite un righello ed un pennarello, segnate una leggerissima linea che dovrà essere seguita per eseguire il taglio. A questo punto si procede con il ricavare, tramite il seghetto, dei pannelli di misura idonea. Eventualmente sarà opportuno regolare i vari lati, servendosi di una lima molto fine. Prestare molta attenzione a non danneggiare le cannette. È necessario accertarsi che le sagome realizzate abbiano la giusta dimensione. Solo dopo verificato questo, si può applicare il collante a presa rapida, direttamente sul legno tramite una spatola. Un sottile strato di questo collante deve essere steso anche sugli elementi da applicare, per poi incollarli uno dopo l'altro alle ante, premendoli con decisione ma prestando la massima attenzione a non schiacciarli.

Continua la lettura
55

Rifinitura e lucidatura

Infine, bisogna controllare per qualche minuto che rimangano in perfetta posizione e ben dritti. L'unica cosa che si può notare è che impiegano pochissimo tempo per attaccarsi, grazie alla funzione del collante a presa rapida, che consente di fissarli rapidamente. È necessario lasciare in posa, per almeno un giorno il tutto, e procedere con l'applicazione di una passata di vernice trasparente sulle cannette. A seguire, lasciare asciugare e ripetere questa operazione per realizzare un bell'effetto luminoso e brillante. Una volta che il prodotto sarà del tutto essiccato, si può rimuovere il nastro adesivo di carta, che è stato collocato in precedenza per ricoprire delle zone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come rinnovare un mobile con il decoupage

Per tutti coloro i quali amano il fai da te, vogliamo proporre un articolo, che vuole fungere da guida, per imparare come e cosa fare, per poter rinnovare un mobile con il decoupage, una tecnica che viene molto utilizzata per creare e dar libero sfogo...
Casa

Come rinnovare i mobili vecchi

Molte volte nella propria abitazione sono presenti mobili antichi, magari rovinati dal tempo. Non tutti sanno però come poterli rinnovare nel migliore dei modi. Essi, più sono vecchi, più interventi periodici serviranno per mantenerli in ottimo stato...
Casa

Come decorare una vecchio mobile in formica

Rendere un mobile vecchio e magari rovinato nuovo è possibile. Esistono infatti svariate tecniche di fai da te per farlo Non vi serve essere dei falegnami per rinnovare un mobile e dare un nuovo aspetto ad una stanza della vostra casa. In questa guida,...
Casa

10 idee per rinnovare le tende

Le tende sono dei rivestimenti che completano l'arredamento della casa. Quando si cambia arredamento, la tendenza è quella di togliere anche le tende vecchie. Ma, volendo queste si possono anche lasciare. Quindi la soluzione ideale è quella di rinnovarle....
Casa

Come rinnovare delle vecchie piastrelle

Le piastrelle, solitamente quelle degli ambienti del bagno o della cucina, nel tempo si usurano e perdono la loro originaria bellezza e funzionalità. A volte alcune si presentano anche danneggiate, rovinando l'estetica dell'insieme. Nel caso in cui il...
Casa

Come imballare un mobile

Durante un trasloco, un cambio stanza o semplicemente per salvaguardare un mobile è molto importante eseguire un imballaggio corretto. Infatti un mobile che viene spostato o messo in un ambiente umido e senza venire correttamente imballato può rompersi,...
Casa

Come rinnovare le piastrelle

Finalmente abbiamo casa nostra e la possibilità di rinnovarla come meglio crediamo. Se volete dare un vostro personale tocco diverso alla casa o ad una stanza in particolare (cucina, bagno, soggiorno...) vi dedicherete a cambiare le piastrelle. Naturalmente...
Casa

Come riutilizzare un vecchio mobile

Se avete un mobile vecchio, o uno malandato, ma vi dispiace buttarlo o darlo via, potreste provare a recuperarlo. Riutilizzare un vecchio mobile non è un'operazione che comporta molte spese, o richiede tanta abilità, l'unica cosa di cui avrete bisogno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.