Come Rinsaldare Le Lame Dei Coltelli

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

A volte succede che nei vecchi servizi di posate si staccano le lame dei coltelli o stanno per staccarsi dai rispettivi manici (di plastica, di ferro, di alluminio, di legno, ecc.). In questi casi è indispensabile rinsaldare con cura il codolo (la parte opposta alla punta) di tali lame alle rispettive impugnature. Logicamente quando si effettua questo semplice compito è importante indossare dei guanti di gomma, per poter proteggere le mani dagli acidi che si devono impiegare. In questo tutorial vengono dati alcuni utili consigli su come è possibile rinsaldare le lame dei coltelli.

27

Occorrente

  • Acqua calda
  • Diluente nitro
  • 1 contenitore chiuso
  • 1 spatolina
  • 1 straccio
  • Nastro adesivo (scotch)
  • Sottili spessori in legno
  • Filo di refe
  • Colla epossidica
  • Guanti di gomma
37

La prima cosa da fare quando si presenta questa situazione abbastanza problematica è quella di staccare completamente la lama. Per fare questa operazione bisogna immergere il pezzo in un recipiente pieno di acqua calda. In questo modo si sciolgono gli eventuali collanti e si ammorbidiscono i vecchi mastici oppure gli stucchi. Se ciò non basta è consigliabile lasciare il coltello immerso in un solvente abbastanza energico, cioè il diluente nitro, fino a quando non si ottiene il risultato desiderato. Questo solvente è una sostanza nociva se viene inalata e se sta a contatto con la pelle.

47

Generalmente basta tenere a bagno l'intero coltello per qualche ora, ma se lo stucco è abbastanza resistente il coltello deve essere lasciato immerso per 2/3 giorni consecutivi. Siccome il diluente nitro è una miscela volatile è fondamentale l'utilizzo di un contenitore che si chiude ermeticamente per evitare l'evaporazione. Quando la lama si stacca completamente i residui di stucco si possono togliere utilizzando una spatolina ed uno straccio in quanto sono diventati abbastanza morbidi.

Continua la lettura
57

Successivamente bisogna sciacquare e asciugare la lama ed il manico, rimontare il coltello ed avvolgere con il nastro adesivo il codolo. Quest'ultimo deve essere inserito nella cavità quasi totalmente della sua lunghezza e bloccato saldamente all'interno di essa per nono farlo muovere. Se lo scotch che è stato utilizzato non è sufficiente bisogna fissare intorno al codolo dei sottili spessori in legno; essi devono essere fermati con il filo di rete.

67

Per completare il lavoro, sulla parte del codolo che resta sporgente (circa "1 cm" dal colletto del manico) è indispensabile stendere una mano di colla epossidica e spingere giù la lama con tutta la forza possibile. Questa operazione finale dà la possibilità di ottenere un ottimo risultato e di non restare delusi in quanto sicuramente le lame dei coltelli sono state rinsaldate in modo perfetto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come pulire le lame di un rasoio manuale

Farsi la barba con un rasoio manuale è ancora molto diffuso, e soprattutto è il metodo preferito da parte della maggior parte degli uomini. Il taglio netto del pelo e in profondità, consente infatti una rasatura perfetta, e non irrita il viso, come...
Bricolage

Come creare un portacoltelli di legno

Se avete appena comprato dei coltelli nuovi da cucina senza custodia, o se siete intenzionati ad acquistarli, una domanda molto semplice è dove custodirli per non rischiare di tagliarvi? La miglior soluzione è quella di metterli in un posto pratico...
Bricolage

Come realizzare un portacoltelli di sicurezza in legno

In cucina si usano diversi tipi di coltelli, sia lunghi che corti ed ognuno con una sua specifica funzione. Inoltre è importante sottolineare che la messa in sicurezza di questi oggetti, specie in presenza di bambini è indispensabile, per cui è necessario...
Bricolage

Come affilare le forbici

Le forbici sono degli strumenti utili e indispensabili. Infatti in ogni casa è difficile non trovarne almeno un paio. Ne esistono di diversi tipi e si possono acquistare in qualsiasi negozio di bricolage e supermercato. Le più utilizzate sono le forbici...
Bricolage

Come creare un portacoltelli usando degli spiedini

Il portacoltelli è un accessorio che in ogni cucina non deve mai mancare. Pratico e funzionale, ci permette di riporre e allo stesso tempo tenere sempre a portata di mano tutti i tipi di coltello di cui abbiamo bisogno. In commercio ce ne sono di tutti...
Bricolage

Come affilare la lama di un'affettatrice

L'affettatrice è un apparecchio che viene adoperato per tagliare carni, salumi e formaggi. Generalmente viene acquistato dalle famiglie numerose. Poiché consente di risparmiare quando si acquistano gli alimenti. Infatti, prendendo per esempio salumi...
Bricolage

Come Tagliare Con Le Cesoie

Le cesoie manuali vengono utilizzate per tagliare cavi, lamiere oppure per operazioni di potatura in giardino o campagna. Costituite solitamente da una lama mobile tagliente e da un'altra fissa, si differenziano per forma, ergonomia, compattezza e dimensione...
Bricolage

Come apparecchiare la tavola in modo originale

Per apparecchiare la tavola in modo originale e nel contempo con tanta raffinatezza, ci ci sono alcuni importanti accorgimenti che se ben eseguiti, possono ottimizzare il risultato. Per questo motivo nei passi successivi della guida, troverete alcuni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.