Come rinvasare un bonsai

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il giardinaggio è una una passione e come tale va coltivata. Non tutti possono permettersi di avere una casa con il giardino, anche se sarebbe bellissimo ritagliarsi uno spazio proprio, dove potersi rilassare e dimenticare le preoccupazioni e le delusioni della vita. I bonsai sono piante che vanno spesso rinvasate, perché man mano che crescono, le radici diventano troppo grandi per il vaso iniziale. Ecco come rinvasare un bonsai.

27

Occorrente

  • vaso
  • retina
  • forbici
37

Recuperare un vaso più grande

Procurati un vaso più grande di quello di partenza e lavalo bene, in modo che sia pulito da tutti i germi e i parassiti. Se il vaso su fondo ha dei fori, questi devono essere coperti con una retina. Questo passaggio serve ad evitare la fuoriuscita del terriccio insieme all'acqua in eccesso quando il bonsai verrà innaffiato. Ricorda che è importante lavorare con il terriccio asciutto, altrimenti tutto il lavoro sarà più complicato e il rinvaso non sarà possibile.

47

Pulire le radici

Con l'aiuto di un bastoncino in legno libera l'apparato radicale dal terreno e molto delicatamente libera le radici dal terriccio, stando attento a non romperle, portandole a nudo. Nel caso in cui l'operazione risulti complicata, puoi immergere il bonsai in un contenitore contenente acqua, in modo da facilitare la pulizia delle radici. Prendi le forbici e inizia a potare.

Continua la lettura
57

Inserire il bonsai nel vaso

Comincia dalla parte più in basso ed elimina tutte le parti morte o danneggiate, ricordando che le radici che apportano le sostanze nutritive sono quelle più piccole. Il bonsai è una pianta molto delicata, quindi fai molta attenzione. Metti il bonsai nel nuovo vaso distribuendo prima le radici su un primo strato di terriccio e poi ricoprendole completamente. Il terriccio deve essere asciutto proprio per questa operazione, nel caso fosse bagnato, non sarebbe possibile distribuirlo in maniera omogenea. Innaffia il bonsai con uno spruzzino e posizionalo in una zona ombreggiata e riparata dal vento per una ventina di giorni. Buon lavoro a tutti.

67

Curare il bonsai

Col passare del tempo, la terra del vaso diventa dura e meno permeabile per l'aria o l'acqua. Queste condizioni portano ad ammalare a pianta, che puòanche appassire e morire. Quindi, è necessario rinvasare il bonsai. Inoltre, il rinvaso offre una buona occasione per potare le radici e dare forma alla pianta. Rimuovi il terreno vecchio e sostituiscilo con il nuovo. Pota le radici e determina l'angolo di impianto; rinvasa la piantain un nuovo vaso appropriato, che meglio presenta la bellezza dell'albero. Quando le radici nel piatto non hanno posto per crescere o il terreno diventa duro, l'acqua non può permeare il suolo durante l'irrigazione e rimane sulla superficie, è necessario dunque rinvasare la pianta.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate molta attenzione
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come scegliere il vaso per bonsai

Il Bonsai è una pianta molto bella ed affascinante. La nascita di questa pianta è da ricercare in Oriente, nel Giappone ed in Cina. La parola bonsai deriva da due ideogrammi: "Bon" che significa ciotola, e "Sai" che significa proprio piantare. Il...
Giardinaggio

Come rinvasare le orchidee

Le piante, la cui presenza riesce a rinnovare e rallegrare ogni ambiente, non sono soltanto piacevoli elementi di arredo, ma soprattutto esseri viventi che rispondono in modo positivo alle cure ricevute con uno sviluppo rigoglioso ed un sempre più gradevole...
Giardinaggio

Come rinvasare i ciclamini

L'hobby del giardinaggio, oggi, accomuna moltissime persone di ogni età, perché viene visto oltre che come un modo di abbellire le proprie abitazioni o giardini, come una soddisfazione nel pensare di creare una pianta con le proprie mani fin dall'inizio....
Giardinaggio

Come dare un aspetto a cascata al bonsai

Il giardinaggio appassiona moltissime persone e il poter esporre piante o creazioni curate con le proprie mani, rallegra l'ambiente e dona un tono di colore alla casa. Come ben sappiamo, i bonsai sono piante molto delicate, non semplici da far crescere...
Giardinaggio

Come rinvasare un cactus

I cactus, si sa, sono delle piante davvero molto ricercate e scenografiche. Molto spesso accade che li compriamo ancora piccoli, in vasetti di dimensioni minime e dopo qualche anno, nonostante la crescita non sia quasi mai eccessiva, siamo costretti a...
Giardinaggio

Come rinvasare la plumeria

La plumeria è una pianta fragrante, bella e resistente, ragion per cui può crescere tranquillamente in giardino all'aperto o anche al chiuso in un contenitore. Ma in quest'ultimo caso, come ben sappiamo, quando le piante crescono dopo un certo periodo...
Giardinaggio

10 piante ideali per ricavare un bonsai

I bonsai solo dei piccoli alberi in miniatura che vivono in vasi di dimensioni ridotte proprio per mantenere al minimo la crescita di questo tipo di pianta. I bonsai sono delle vere e proprie opere d'arte in miniatura, e sono dotati di un'eleganza e di...
Giardinaggio

Come curare il vostro bonsai

L’arte del bonsai ha origini antichissime; essa si diffonde a partire dalla dinastia Tang (618/906). Il termine è di derivazione giapponese, ma la tecnica è originaria della Cina. Per facilitare la cura dei bonsai i maestri giapponesi hanno stabilito...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.