Come riparare gli orli velocemente

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Per riparare velocemente un orlo, è possibile utilizzare diversi metodi. I più veloci sono: un nastro di rete biadesiva, la colla per tessuti, l'apparecchio portatile per cucire gli orli, strisce di garze biadesive, oppure riparare l'orlo a mano, che è una rifinitura da sartoria. La riparazione fatta con la macchina da cucire richiede minor tempo ed è più resistente di quella a mano. A tal proposito, in questa guida, vi illustrerò come riparare gli orli correttamente.

26

Occorrente

  • ago e filo
  • garza biadesiva
  • nastro di rete biadesiva
  • macchina da cucire
  • colla per tessuti
36

Nastro di rete biadesiva.

Per prima cosa, posizionate il nastro di rete biadesiva (reperibile in tutte le sartorie) sull'indumento con il margine lungo la linea dell'orlo. >Una volta fatto ciò, premete con forza, rimuovete la protezione, ripiegate l'orlo sul nastro e schiacciatelo. Prima di lavare l'indumento, il nastro andrà tolto mentre, utilizzando la colla per tessuti, il capo potrà essere lavato a mano, ma non a secco. Prima di utilizzare la colla, verificate che non lasci macchie sul tessuto, dopodiché stendete un filo sottile di colla sul margine dell'orlo. Ripiegate l'orlo nella giusta posizione, rimuovete l'eccesso di colla con un panno umido, premete leggermente con le dita ed appuntate qualche spillo per tenere fermo l'orlo. La colla si asciugherà in pochi minuti.

46

Garza biadesiva.

Per quanto riguarda la garza biadesiva, potrete trovarla in commercio, a strisce o a metraggio. Quella a metraggio è la più economica, ma sarà necessario tagliarla in strisce larghe 1 o 2 centimetri, prima di utilizzarla per gli orli. Applicate la striscia tra i due strati di stoffa e stirate con un ferro a vapore, utilizzando un panno da stiro. Se deciderete di usare la macchina da cucire per sistemare i vostri orli, potrete cucirli in due modi: con una semplice cucitura diritta, adatta per fissare un'orlo e rifinire un margine con una sola cucitura, oppure con l'orlo invisibile, già programmato sulle macchine da cucire elettriche.

Continua la lettura
56

Orlo fatto a mano.

In ogni caso, imbastite sempre l'orlo prima di passarlo a macchina, in maniera tale da ottenere un lavoro perfetto. Arrivati a questo punto, passando all'orlo fatto a mano, esso va eseguito con il sottopunto per stoffe leggere, con un margine voltato in sotto. Successivamente, per capi più pesanti, per capi in maglia e per gli orli piatti (come, ad esempio, quelli dei pantaloni) questo punto va lavorato da sinistra verso destra, utilizzando il punto mosca. Infine, realizzate un piccolo punto orizzontale nel margine dell'orlo, il punto seguente nell'indumento a circa 5 mm dal primo, verso destra, incrociando i punti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come riparare gli strappi dei jeans

Il jeans è senza dubbio il capo di abbigliamento per eccellenza. Amatissimo da grandi e piccoli, uomini e donne, ve ne sono davvero per tutti i gusti. Come, però, accade per qualsiasi cosa, anche questo gettonatissimo capo va incontro a usura ed è,...
Cucito

Come riparare uno strappo su una giacca di pelle

Un tipo di giacca che viene utilizzata da molte persone, è la giacca di pelle. Le giacche in pelle si usano praticamente da sempre. Sono comode, calde e poco ingombranti. La pelle con il tempo può subire delle modifiche. Infatti questo tessuto, tanto...
Cucito

Come riparare un piumino strappato

Capita spesso di trovare i propri capi strappati, o perché sono in un tessuto delicato che tende facilmente a sfilacciarsi o, molto probabilmente, sono stati lavati in modo errato. Tra questi ci sono gli utilissimi piumini che si usano soprattutto in...
Cucito

Come riparare un buco in un maglione di lana

Con l'arrivo dell'inverno sentiamo subito l'esigenza di coprirci di più. Le T-shirt e le magliette dell'autunno lasciano spazio ai capi più pesanti. A dominare la stagione fredda sono soprattutto maglioni e cardigan di lana. Con la loro protezione è...
Cucito

Come riparare una cerniera lampo

Le cerniere lampo sono impiegate per facilitare l'apertura e la chiusura di numerosi oggetti d'uso quotidiano, come borse e valigie, giacche e giubbotti giubbotti: sempre più spesso ritroviamo questo tipo di chiusura anche su calzature ed accessori....
Cucito

Come Riparare Gli Spacchi Delle Gonne

Le nostre nonne erano tra le più brave sarte del mondo. Infatti in Italia era molto diffusa l'usanza che le donne imparassero a cucire sin da piccole. Queste sono delle tradizioni che stanno cadendo in disuso e le persone capaci di cucire e rammendare...
Cucito

Come fare per riparare uno strappo nella finta pelle

La finta pelle, comunemente detta ecopelle, è un materiale piuttosto delicato, utilizzato per realizzare diversi capi, tra i quali i giubbotti e anche divani. Malgrado la sua somiglianza con la vera pelle, si tratta di un tessuto di qualità decisamente...
Cucito

Come Riparare Un Centrino

Generalmente siamo soliti valorizzare alcuni mobili della nostra casa con dei centrini che possono essere sia di stoffa che eseguiti all'uncinetto. Fin dai tempi delle nostre nonne, i centrini sono state parte integrante dell'arredo di ogni casa, spesso...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.