Come riparare i fili elettrici rotti

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Un cavo elettrico danneggiato è molto pericoloso e potrebbe causare incidenti anche di una certa gravità. Per questo, nel caso in cui si scopra un cavo elettrico usurato, specialmente se si trova dentro casa, occorre aigire tempestivamente e riparare il danno.
Valutando con cura l'entità del danno, bisogna decidere se è possibile effettuare la riparazione autonomamente o, se il danno è molto grave, chiamare un elettricista.
Comunque devono essere sempre seguite alcune precauzioni per la propria e altrui sicurezza. Vediamo dunque come riparare i fili elettrici rotti.

25

Il primo passo in assoluto da compiere consiste nello staccare il contatore dell'elettricità. Quest'azione preliminare è a dir poco vitale per la propria sicurezza.
Dopo aver staccato la corrente, quindi, si deve individuare la sezione danneggiata e determinare l'entità e la gravità del danno, osservando se è presente un solo filo danneggiato o più fili. In più si deve verificare se il nucleo del filo di rame è intatto e controllare se il metallo del filo si è unito con un altro filo. Ad esempio quando si verifica un corto circuito, enormi quantità di energia elettrica sono rilasciate e potrebbero addirittura far saldare insieme due o più fili.

35

Individuato il filo (o fili), si deve procedere come segue: tagliare il filo nella parte precedente e che segue la sezione danneggiata e scartarlo, poi tagliare due centimetri di rivestimento sulle due estremità del cavo che non è danneggiato.
Occorre comprare, nel caso in cui non l'abbiamo, un nuovo cavo atto alla sostituzione e che sia abbastanza lungo e dello stesso diametro del cavo che si va a sostituire; si deve tagliare due centimetri di guaina per ciascuna estremità.
Sarebbe meglio, ma non è strettamente necessario, che il colore dei fili interni del cavo nuovo sia lo stesso dei fili del cavo danneggiato.

Continua la lettura
45

Ora si devono intrecciare le due estremità del nuovo filo con le due del filo riparato, così da ottenere due estremità totali e non quattro. Servendosi delle tronchesi bisogna togliere le giunture in più, avendo cura di non tagliare il filo stesso.
Adesso occorre ricoprire i fili di rame scoperti con molti strati di nastro isolante, almeno tre strati; assicurarsi infine che tutti i cavi di metallo siano effettivamente ben coperti, poi ricopriamo nuovamente tutta la sezione riparata con un conclusivo strato di nastro isolante.
Si accenda ora il contatore elettrico per verificare il corretto funzionamento dell'impianto.

55

È davvero molto importante sostituire le sezioni danneggiate di fili elettrici con lo stesso tipo di cavo. La maggior parte dei cablaggi sono uniformi, e molto semplicemente un cavo dello stesso tipo di quello da sostituire lo si èuò trovare in un qualsiasi negozio di ferramenta o di forniture per l'edilizia. Decisiva sarà anche la prevenzione: evitiamo di piegare i fili elettrici e effettuiamo, se possibile, un controllo regolare nel tempo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come collegare i conduttori elettrici

Non è raro che la nostra casa abbia bisogno, prima o poi, di qualche piccolo intervento all'impianto elettrico. Collegare i conduttori elettrici è un lavoro che potrebbe capitare di dover svolgere: si tratta di un compito tutt'altro che complesso però...
Materiali e Attrezzi

Come calcolare il dimensionamento della sezione dei cavi elettrici?

Un cavo elettrico tipico contiene un filo che è spesso avvolto da un rivestimento esterno. La larghezza del filo determina il carico che può reggere in modo sicuro. Gli ispettori misurano i diametri dei fili per accertarsi che siano sicuri per l'uso...
Materiali e Attrezzi

Come pulire i connettori elettrici corrosi

Per connettore, si intende un componente elettrico che serve a collegare uno o più componenti elettrici, tutti a un dispositivo. Per questo troviamo i cosiddetti connettori Maschio e Femmina che, una volta collegati, combaciano perfettamente in modo...
Materiali e Attrezzi

Come interrare i cavi elettrici in giardino

La possibilità di poter usufruire del giardino anche la sera, dipende dal tipo di illuminazione che si vuole adottare. Tuttavia questa opzione va presa in base alla metratura e tipologia di pavimentazione o terreno su cui si dovrà operare. Pertanto...
Materiali e Attrezzi

Come ammorbidire i fili di carta con l'acqua

Gli amanti del bricolage sanno bene che i fili di carta risultano essere una tecnica decorativa molto versatile. Si prestano alla realizzazione di moltissime idee anche se spesso lavorarci diventa difficoltoso a causa della loro durezza. Per risolvere...
Materiali e Attrezzi

Come riparare l'asta degli occhiali

Quando gli occhiali si danneggiano nella zona della lente, è opportuno farli riparare da un professionista, possibilmente un ottico specializzato. Se a rompersi, invece, è l'asta che li sorregge, potete adoperare un tentativo di riparazione d'emergenza,...
Materiali e Attrezzi

Come riparare un generatore di funzioni

Il generatore di funzioni, detto anche generatore di forme d'onda, è un dispositivo in grado di trasmettere linee d'onda di diversa tipologia. Esso viene usato soprattutto nei circuiti elettrici ed elettronici ed è in grado di agire su parametri come...
Materiali e Attrezzi

Come riparare una piscina in vetroresina

Le piscine in vetroresina sono molto resistenti e perciò durano per molti anni se ci si prende cura di esse. In caso contrario saranno più suscettibili a danneggiamenti e richiederanno molto tempo per la loro riparazione. Se possedete una piscina in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.