Come riparare le crepe nel lavandino di ceramica

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Se usata con delicatezza, una copertura di smalto può arrivare a durare una vita. Ma si sa, gli incidenti negli ambienti domestici possono succedere e inevitabilmente lo smalto può scheggiarsi, creparsi o rompersi del tutto. Se ad esempio una scheggia si sta staccando, o si è già staccata dal vostro lavandino di ceramica, ma anche dal wc e altri sanitari in ceramica, potreste ripararli molto facilmente da soli con i materiali giusti.
Vediamo quindi di seguito come riparare le crepe (scheggiature) nel lavandino di ceramica nella maniera più veloce e efficace possibile.

27

Occorrente

  • Carta vetrata a grana fine
  • Pasta epossidica per ceramica
  • Fresa elettrica per unghie
  • Trielina
  • Smalto per la ceramica
37

Smalto ceramico

In commercio potete trovare svariati prodotti che possono riparare i danni in maniera esteticamente gradevole. Esiste infatti uno smalto ceramico che una volta applicato si livella perfettamente risolvendo in pochi attimi il problema. Se però invece il danno è più esteso allora non basta, ma bisogna seguire la seguente procedura, che per ovvie ragioni è più lunga ma che riporta lo stato della ceramica agli antichi splendori.

47

Fresa elettrica

Iniziate asportando tutte quelle schegge che potrebbero alzarsi successivamente, poi usando della carta vetrata, carteggiate bene la zona da trattare. Se disponete della fresa elettrica che si usa per modellare le unghie, potete usare quella. Infatti avendo mole molto piccole, e potendo selezionare diverse velocità, si adatta perfettamente a levigare le pareti dei fori piccoli. In alcune situazioni in base alla entità del danno potrebbe essere necessario allargare il buco o la crepa.
In seguito dovrete trattare la zona appena levigata con un tampone impregnato di trielina per rimuovere le polveri residui.

Continua la lettura
57

Pasta sintetica

Dopo che avrete ripulito le crepe presenti, dovrete applicare un apposito liquido aggrappante, specifico per la ceramica, che avrà la funzione di rendere più solida la tenuta del materiale sintetico con cui andrete a sigillare la crepa. In seguito dovete preparare l'adesivo sintetico che andrà a riempire la fessura. Solitamente è composto da due sostanze che si miscelano tra di loro al momento dell'uso.
Prendete una stecca di piccole dimensioni e iniziate a posare la pasta sintetica sulla fessura, cercando di livellare al meglio la superficie per renderla omogenea con il resto del lavandino. Aspettate quindi che il tutto si asciughi acquistando durezza e, quindi, con della carta vetrata a grana fine, levigate bene la superficie cercando anche di togliere il materiale in eccesso. Infine non dovete fare altro per passare alla verniciatura con lo smalto evitando di bagnare la superficie nelle ore successive alla essa.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come riparare le pareti da crepe e graffi

Col tempo possono facilmente formarsi delle crepe nelle pareti o possiamo riscontrare dei graffi o delle lesioni. Dovremmo così esser costretti ad intervenire, sia per motivi di sicurezza, che per motivi estetici. Per alcuni casi avremmo bisogno di un...
Casa

Come valutare la pericolosità delle crepe nei muri

Quando si presentano delle crepe dei muri della vostra casa, non è buon segno ed è qualcosa che va sempre tenuto sotto controllo e valutato nel tempo, al fine di evitare possibili danni a cose o persone. Naturalmente non tutte le tipologie di crepe...
Casa

Come avere una doccetta nel lavandino

Le doccette sono dei complementi d'arredo molto utili in quanto possono supportare il rubinetto principale del lavandino; queste si possono trovare in commercio in materiali differenti e stili diversi, pronti a soddisfare tutti i gusti. La maggior parte...
Casa

Come Aggiustare Le Crepe Da Assestamento Nelle Fondamenta

Se notate lesioni sui muri esterni ed interni dell'edificio, dovreste aggiustare le crepe da assestamento nelle fondamenta. A volte, le crepe nelle fondamenta, rendono umida la cantina. Ora, di solito questo non è un problema. Tutte le case, infatti...
Casa

Come sostituire lo scarico di un lavandino

Con il passare del tempo, può succedere che lo scarico del lavandino si corroda inevitabilmente e comincia a perdere acqua. Anche se può sembrare difficile, una volta appreso come sostituire uno scarico di un lavandino, è possibile eseguire questo...
Casa

Come recuperare qualcosa nello scarico del lavandino

Sarà capitato un po a tutti che, un oggetto sia andato a finire accidentalmente nello scarico del lavandino. Tante sono le ragioni affinché possa verificarsi questo tipo d'incidente, le più probabili: quando abbiamo troppa fretta o perché non abbiamo...
Casa

Come sturare un lavandino

Un lavandino intasato è una situazione abbastanza comune che può divenire problematica se non risolta in tempo. Con l'uso quotidiano, i detriti lentamente si accumulano nei tubi di scarico del lavello arrivando ad intasare il lavandino. La prima cosa...
Casa

Come sbloccare lo scarico del lavandino

Quando un lavandino è bloccato e proprio non si riesce a liberarlo dall'intasamento nonostante le continue pressioni con la ventosa conviene chiamare un idraulico che venga a ripararlo. Tuttavia, con l'attuale crisi economica, risparmiare un po' di denaro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.