Come riparare l'intonaco

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'intonaco è un materiale che forma lo spessore di copertura della muratura in mattoni ed è formato da due strati: uno in malta a base di cemento o di calce di due o tre centimetri di spessore e uno molto più sottile, di due o tre millimetri, che forma la rasatura finale, quasi sempre a base di calce per i muri esterni. Il distacco o il danneggiamento dell'intonaco è un problema molto frequente e provvedere a riparare lo stesso è, in genere, un lavoro da muratore, ma se desiderate cimentarvi nell'impresa, nella seguente guida vi sarà spiegato come procedere.

26

Occorrente

  • calce
  • cemento
  • sabbia fine
  • acqua
  • staggia
  • fracasso
  • cazzuola
36

Innanzitutto munitevi di tutto il materiale necessario per poter intraprendere il lavoro desiderato nel migliore dei modi e con la tecnica giusta. La prima operazione da fare è quella di staccare con lo scalpello ed il martello tutto l'intonaco danneggiato dal muro, assicurandovi di staccare tutte le parti di intonaco danneggiate, anche quelle non visibili. Con la spazzola rimuovete anche l'intonaco che tende a disfarsi quando vi passiamo sopra la spazzola. A questo punto potete certamente applicare l'impasto di calce, sabbia e cemento, avendo cura di bagnare prima la parte di muro dove applicherete l'impasto in modo che quest'ultimo si fissi meglio sulla parete.

46

Fatto ciò, il materiale posato deve essere spianato in modo da ottenere una superficie allineata con l'intonaco già presente. Un suggerimento utile: in fase di acquisto specificate al fornitore se la sabbia, il cemento e la calce che state acquistando vi serve per il ripristino di un intonaco esterno o interno, in quanto le caratteristiche dei materiali possono variare. La parte ripristinata deve essere lasciata asciugare per un paio d'ore, avendo cura di bagnarla spesso per evitare la formazione di crepe. Una volta che la malta si sarà indurita, potete tranquillamente iniziare a carteggiare.

Continua la lettura
56

Prendete un pezzo di legno di dimensioni tali da rendervi facile la presa, avvolgetelo con la carta vetrata grossa e levigate la parte interessata con un movimento rotatorio fino ad ottenere una superficie liscia; per rifinire l'operazione avete la possibilità successivamente di sostituire la carta vetrata a grana grossa con quella a grana fine. Ora potete procedere alla tinteggiatura della vostra parete. Mi raccomando, prediligete le pitture traspiranti, non plastiche, che permettono all'umidità di uscire dalla parete, favorendo la traspirazione della stessa e prevenendo la formazione di macchie di muffa sulla parete. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mi raccomando, prediligete le pitture traspiranti, non plastiche, che permettono all'umidità di uscire dalla parete, favorendo la traspirazione della stessa e prevenendo la formazione di macchie di muffa sulla parete.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come scegliere fra i diversi tipi di intonaco

Prima o poi in ogni casa arriva il momento di eseguire dei lavori di ristrutturazione, sia per ragioni di necessità strutturali, sia per migliorare l'aspetto estetico dell'appartamento. In ogni caso, questi lavori richiedono molto spesso uno sforzo economico...
Casa

Come Stendere L'Intonaco Di Malta Sulle Fasce A Muro

L'intonaco è un rivestimento composto dalle malte che si utilizzano per le murature, ma esse hanno una dose maggiore di leganti. L'intonaco oltre ad avere una funzione estetica, protegge ed assicura la necessaria traspirabilità della muratura. Infatti,...
Casa

Come eliminare l'intonaco da una parete Di Mattoni A Vista

Quando si acquista una casa non proprio nuova è necessario talvolta svolgere degli interventi di ristrutturazione, anche se piccoli. Molte persone decidono in questo caso di adottare il metodo del fai da te, e risolvere il problema con le proprie forze....
Casa

Come realizzare la tecnica di intonaco rustico

L'intonaco rustico è una tecnica alternativa al classico intonaco, che in passato veniva usata soprattutto in cantine e locali di poca visibilità. Questo perché si adoperavano i materiali più economici ed era un lavoro pratico e veloce da fare. Oggi...
Casa

Come riparare un foro nel soffitto di casa

Il soffitto di casa è uno degli elementi più importanti della struttura di un'abitazione e necessita di manutenzione regolare e costante nel corso del tempo. Spesso, la manutenzione di un soffitto, viene sottovalutata e si tende a pensare maggiormente...
Casa

Come Riparare I Fori Lasciati Dai Tasselli

Per fissare i pensili alle pareti non si può usare direttamente una vite infilata nell'intonaco, perché il peso la strapperebbe via, distruggendo un pezzo di muro. Per garantire una buona resistenza alla trazione si usano invece i così detti tasselli....
Casa

Come riparare uno spigolo del muro

Gli spigoli sono generalmente i punti cruciali di una parete perché risultano essere maggiormente esposti a rotture; soprattutto nei luoghi più frequentati dai veicoli, sono soggetti a danneggiamenti provocati da urti. Inoltre se il vostro immobile...
Casa

Come riparare i buchi delle pareti

Quante volte ci sarà capitato di cambiare in una stanza la disposizione dei mobili e di conseguenza anche dei quadri, i quali purtroppo lasceranno sulla parete i buchi dei chiodi che li supportavano; mentre i mobili lasceranno sulla parete l'alone che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.