Come riparare un radiocomando

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questo tutorial di oggi vi spiegheremo come riparare un radiocomando. Questo lavoro potrà anche essere divertente oltre che conveniente, improvvisandosi come tutto fare. Cosi facendo sarete indipendenti, non avendo più bisogno dell'aiuto di qualcuno. Quando il meccanismo del radiocomando non funziona, solitamente la colpa è del distaccamento del filo rosso, che lo potrete trovare opposta alla spia rossa piccola, e più precisamente nell'alloggiamento prestabilito. Per la manutenzione è importante che abbiate vicino, e quindi a vostra disposizione, tutto l'occorrente che vi servirà per fare il lavoro nei minimi dettagli. Vi dovrete procurare questo materiale che vi indicheremo, e cioè un filo stagno (Sn), un coltello o cacciavite, una saldatrice, un attrezzo che ripara gli occhi per la pelle della faccia, inoltre vi dovrete munire di tanta buona pazienza e voglia di fare tutto quello che servirà. Buona lettura e buon lavoro!

25

Se avete la certezza che il radiocomando non funziona più cimentatevi nella riparazione

Siete certi che il vostro radiocomando non funziona più? Se così avete appurato, potrà essere colpa delle onde radio che non trasmettono come meglio dovrebbero, oppure magari per un guasto semplice di tutti i giorni. È inutile spendere soldi per niente portandolo da chi ci capisce: vi occorrerà ora seguire i nostri piccoli semplici passi per riparare tutta quanta la situazione.

35

Inserimento filo rosso

Inserite il filo rosso dentro al foro dove si è staccato, poi dovrete fare in modo che esca fuori dalla parte opposta della scheda. Successivamente, lo dovrete piegare per bene in maniera simmetrica sui circuiti, facendo in modo da poterlo tenere fermo, rendendo maggiormente semplice il processo di saldatura. Una punta troppo piccola potrebbe provocare un surriscaldamento eccessivo delle parti da saldare, provocando in questo modo un non efficace risultato di legatura, però sarà sicuramente maggiormente indicata di una punta che è troppo grande. Specialmente in tali dispositivi elettronici potrebbe danneggiare le parti subito vicine a quelle che dovrete andare a saldare. Vi consigliamo quindi di ''operare'' con basse temperature.

Continua la lettura
45

Dovrete saldare a stagno

A questo punto dovrete continuare il vostro lavoro e cioè facendo la saldatura a stagno. Dovrete prestare molta attenzione, in quanto anche esso è un processo molto delicato ed è sicuramente la parte più difficile di tutto il lavoro. Prima di procedere, sarà bene fare la ''stagnatura della punta''.

55

Fate la prova se funziona

Una volta che avrete terminato la vostra saldatura a stagno, avrete quasi finito anche il lavoro. Dovrete quindi fare la prova come scala d'importanza. Dovrete collegare la batteria ai fili, poi dovrete far la verifica del funzionamento corretto del telecomando. Se vedete che funziona significa che avete seguito passaggio dopo passaggio e con attenzione i consigli semplicissimi ed ottimi che vi avremo indicato, non perdendo del tempo prezioso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come riparare una lampada da tavolo

La tua lampada da tavolo preferita si è rotta? Stai pensando di buttarla nell'immondizia? Non farlo assolutamente! Tutto si può riparare, lampade comprese. Che sia un vecchio modello, ereditato dalla nonna, o una lampada moderna di design, in questa...
Bricolage

Come riparare e impermeabilizzare le grondaie

La nostra casa è il luogo che più di tutti ci offre l'ospitalità di cui necessitiamo ogniqualvolta torniamo dal lavoro. Per poter stare tranquilli in casa nostra, dobbiamo assicurarci che tutto funzioni perfettamente. Purtroppo guasti e malfunzionamenti...
Bricolage

Come riparare sedie in legno

Chi ama il bricolage o chi si vuole industriare in piccoli lavoretti fai da te, può cominciare dalle piccole riparazioni casalinghe. Riparare le sedie in legno non è un'operazione complicata; per sapere come eseguire quest'operazione, infatti, basteranno...
Bricolage

Come riparare un tubo di gomma

A volte può capitare che il tubo di gomma se non conservato bene soprattutto in inverno, possa presentare delle fenditure e ce ne accorgiamo nel momento dell'uso quando l'acqua comincia a sprizzare con energia da tutte le parti. La soluzione migliore...
Bricolage

Come riparare una stufa in ghisa

La stufa in ghisa permette un riscaldamento ad alto rendimento ed è utile, in taluni casi, anche per cucinare in modo sano. La stufa necessita periodicamente di una manutenzione per evitare danni alla struttura, soprattutto per la piastra in ghisa. Di...
Bricolage

Come riparare lo strappo di una tela dipinta

Le nostre case sono ricche di quadri che adornano le nostre pareti. Però purtroppo, se non dedichiamo loro abbastanza cura ed attenzione, con gli anni sono soggetti a deterioramenti. Le cause di questi problemi sono numerose, a partire dalle escursioni...
Bricolage

Come riparare gli orologi da polso

Per riparare gli orologi da polso occorre innanzitutto conoscere con estrema precisione tutte le componenti dell'orologio. La riparazione degli orologi meccanici da polso, fatti di piccoli ingranaggi e viti sottilissime, richiede tanta passione e la conoscenza...
Bricolage

Come riparare un oggetto di vetro

Nella vita capita di urtare, anche inavvertitamente, un corpo e di farlo cadere rompendolo in tanti pezzi. Magari era qualcosa a cui tenevate o vi era stato regalato da tempo o semplicemente vi dispiace buttarlo via perché vi piaceva. Purtroppo non sempre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.