Come riparare un telecomando

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il telecomando è uno degli oggetti più importanti che ognuno ha in casa, poiché permette di pilotare il televisore a distanza senza doversi alzare dal divano o dal letto per accenderla, spegnerla e per cambiare canale. Ma come qualsiasi altro apparecchio, può rompersi; i guasti più comuni di un telecomando potrebbero essere alcuni pulsanti che non funzionano o i terminali delle batterie corrose. Vediamo allora come riparare un telecomando.

27

Occorrente

  • Pile nuove
  • Cacciavite piatto
  • Nastro isolante
  • Saldatore a punta fine e filo metallico apposito
  • Sapone, alcol, detergente per lenti
  • Cotton fioc
37

Smontaggio

Spesso i tasti sono appiccicosi a causa dello sporco accumulato nel corso degli anni. Ad ogni modo, la parte più difficile della riparazione è spesso l'apertura del coperchio; per il resto non è necessaria molta esperienza per riparare un telecomando. Inoltre, è completamente sicuro in quanto non vi è alcun modo di prendere una scossa elettrica. Dovremo aprire il telecomando, facendo attenzione a non forzare i componenti all'interno. Controlliamo ogni genere di componente meccanico: verifichiamo che i fili siano tutti integri e collegati, che il fotodiodo emettitore abbia i piedini ancora ben saldati ai circuiti stampati.

47

I componinti

Se tutti i componenti meccanici dovessero risultare a posto, non ci resta che procedere ad un'accurata pulizia: laviamo l'involucro in plastica con acqua e sapone, strofiniamo con attenzione la scheda con i circuiti stampati usando un panno imbevuto d'alcol, puliamo per bene la membrana della tastiera con una soluzione di acqua e alcol oppure con del detergente per lenti, per gli spazi angusti possiamo usare un cotton fioc imbevuto.

Continua la lettura
57

Procedure

Nel caso riscontrassimo uno di questi problemi, per quel che riguarda il filo opereremo in modo da attorcigliare fra loro le parti in rame e sigillare il tutto con del nastro isolante; se invece s'è staccato del tutto o in parte il fotodiodo, basterà riposizionarlo e saldarlo con delicatezza, utilizzando un saldatore di ridotte dimensioni.

67

Le verifiche

Una volta pulito tutto, asciughiamo per bene e assembliamo nuovamente il telecomando. Una prima verifica che possiamo fare per capire se il telecomando è guasto, è quella di guardare il led ad infrarossi, che dovrebbe trasmettere i comandi alla TV, attraverso un dispositivo come una fotocamera o una videocamera, andranno bene anche quelle del cellulare. Attraverso di essi, riusciremo chiaramente a vedere se il led funziona ancora oppure no, il nostro occhio infatti non è sensibile a questo genere di luce; nel caso non dovesse funzionare, saremo allora sicuri che il telecomando ha qualcosa che non va.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cercate di essere molto veloci nella saldatura del diodo in quanto il corpo in plastica non tollera le temperature elevate per più di qualche secondo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come riparare una piscina in vetroresina

Le piscine in vetroresina sono molto resistenti e perciò durano per molti anni se ci si prende cura di esse. In caso contrario saranno più suscettibili a danneggiamenti e richiederanno molto tempo per la loro riparazione. Se possedete una piscina in...
Materiali e Attrezzi

Come riparare un condizionatore a finestra

Il condizionatore a finestra, o monoblocco, viene comunemente impiegato nei negozi, nelle aziende, come nelle abitazioni. Dal design elegante, costa poco ed offre grandi prestazioni. Per mantenerlo in efficienza, bastano alcuni semplici interventi di...
Materiali e Attrezzi

Come riparare l'asta degli occhiali

Quando gli occhiali si danneggiano nella zona della lente, è opportuno farli riparare da un professionista, possibilmente un ottico specializzato. Se a rompersi, invece, è l'asta che li sorregge, potete adoperare un tentativo di riparazione d'emergenza,...
Materiali e Attrezzi

Come riparare i graffi sull'acciaio inossidabile

L'acciaio inossidabile è senza dubbio la scelta migliore quando bisogna rinnovare la cucina. Un lavabo realizzato in questo materiale, infatti, riesce a coniugare l'estetica moderna ed elegante con la praticità di un materiale facile da pulire e da...
Materiali e Attrezzi

Come riparare il laminato plastico

Il laminato plastico è composto da alcuni strati di carta che vengono sottoposti ad un trattamento termico tramite le resine. Per mezzo di questo tipo di processo, si realizza una maggiore resistenza, stabilità ed isolamento acustico. Questo genere...
Materiali e Attrezzi

Come riparare i tacchi delle scarpe rovinate

In questa guida vi spiegherò in maniera semplice e veloce come riparare i tacchi delle scarpe rovinate. Quindi, donne, non abbiate più paura. Se vi si spezza un tacco non ne fate un drama. Ci sono qui io a spiegarvi come risolvere tutti i vostri problemi...
Materiali e Attrezzi

Come riparare il marmo scheggiato

Il marmo viene spesso scelto per il suo valore estetico e per i suoi colori tenui; inoltre, le venature uniche di questa pietra naturale possono aggiungere eleganza e stile a qualsiasi ambiente od oggetto della casa. Il marmo è comunemente utilizzato...
Materiali e Attrezzi

come riparare fori e cavità provocati dalla ruggine

La ruggine è un composto caratterizzato da vari ossidi di ferro, idrati e carbonati basici di Fe (III). La principale causa della sua formazione è l'ossidazione del ferro, favorita dalla presenza di ossigeno e acqua. Ha un classico colore bruno-rossiccio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.