Come riparare una perdita in un termosifone di ghisa

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ormai l'inverno è arrivato e il freddo comincia a farsi sentire nelle nostre case. È tempo di attivare i termosifoni, infatti basta cliccare il bottone del termostato e il riscaldamento parte. Tuttavia anche i termosifoni come tutti gli accessori della nostra casa di maggiore consumo, hanno bisogno di manutenzione annuale, per poter funzionare al meglio il momento in cui andremo ad usarli. Aggiungiamo che se la manutenzione non verrà eseguita correttamente si potrebbero verificare degli inconvenienti come il più comune che, è la perdita d'acqua. Per colpa di un minuscolo forellino posto sul termosifone di ghisa se c'è una perdita d'acqua, tutto l'impianto non funziona perché si abbassa drasticamente la pressione della caldaia. Questo può rappresentare un grosso problema, ma cerchiamo di vedere come possiamo riparare una perdita in un termosifone di ghisa.

26

Occorrente

  • Devcon, trapano
36

Innanzitutto per tamponare cerchiamo di coprire la perdita con del silicone (qualsiasi silicone, quindi non sprechiamo soldi andando a comprare speciali siliconi nella speranza di riuscire a risolvere il problema) perché dopo neanche 2 ore il silicone scivola via e risulta inefficace. Inutile dire che anche ogni tentativo di saldatura risulterà inefficace. Infatti coperta la perdita con la saldatura, immediatamente vicino ad essa si formerà un'altra crepa. Questo perché ogni termosifone in ghisa è saldato con il corpo ancora rovente e lasciato raffreddare a temperature discendenti molto lentamente.

46

Se la perdita non è posizionata su una giuntura del termosifone, magari possiamo riuscire a coprire il danno. Un metodo efficace è forare con una punta di diametro leggermente più grande del foro, filettare per bene il foro ed inserire un grano con la Loctite. Questo è un lavoro che richiede molta pazienza, ma fattibile. Se il foro si trova su una giunzione invece, si può provare con una resina epossidica particolare (ad esempio Devcon). Questo è un tessuto di vetro, che se spalmato per bene dentro la crepa dopo 2-3 giorni la resina non si distacca più. Questa potrebbe essere un'altra tecnica, leggermente più costosa (il prezzo della resina può arrivare anche a 70 euro) e che non dà la certezza di funzionare.

Continua la lettura
56

È bene ricordare che riparare un termosifone in ghisa è un lavoro molto difficile anche per persone esperte. Un ultimo consiglio è quello di consultare un idraulico che vi dia un consiglio sincero su come muoversi, perché riparlo è difficile ma fattibile. Con una mano esperta si può anche tranquillamente saldare la ghisa. Se tutti questi tentativi non hanno funzionato non vi resta che chiamare un idraulico e fare un preventivo per un nuovo termosifone, questa volta magari in alluminio che sono anche più semplici da aggiustare.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Armarsi di molta pazienza
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come installare un termosifone in ghisa

Al giorno d'oggi avere un termosifone in casa fa senz'altro molto comodo per potersi riscaldare durante i periodi invernali. I termosifoni in ghisa rappresentano senza dubbio la soluzione migliore per coloro che ricercano qualità, praticità e soprattutto...
Casa

Come riparare una perdita d'acqua del WC

Se nel nostro bagno notiamo che ci sono delle perdite alle condutture ed in particolare al wc, possiamo intervenire in modo adeguato senza necessariamente chiamare un idraulico. Nello specifico, si tratta di adottare alcune tecniche atte a massimizzare...
Casa

Come chiudere un termosifone che perde acqua

Uno degli inconvenienti domestici più comuni e fastidiosi è senza dubbio rappresentato dalla perdita di acqua da un termosifone. Soprattutto durante la stagione invernale, periodo nel quale il calorifero svolge la sua funzione più importante, avere...
Casa

Come aggiungere un nuovo termosifone a un impianto

Aggiungere un termosifone nuovo ad un impianto è un'operazione abbastanza semplice. Quando scegliamo di installare un certo numero di termosifoni, lo facciamo considerando alcuni fattori fondamentali, come ad esempio il salto termico e la temperatura...
Casa

Come togliere la vernice dai termosifoni in ghisa

I termosifoni in ghisa quando vengono installati si presentano grezzi, ovvero soltanto con uno strato di antiruggine oppure con della specifica vernice biancastra. Volendo eliminarla, per rendere la superficie più consone al design impostato in casa...
Casa

Come rimuovere la ruggine dal termosifone

In ogni casa, in cui ci sono i termosifoni, prima o poi accade; il termosifone perde acqua dalle giunture vicino al muro. Spesso la perdita di acqua, da queste giunture, provoca la formazione di ruggine, e non è sempre facile eliminare i suoi residui,...
Casa

Come sostituire la valvola del termosifone che gocciola

Capita che, a causa della crisi che siamo ormai costretti a sopportare, di non avete una disponibilità economica che permetta di aggiustare ciò che si rompe a casa. Se anche voi avete la valvola di qualche termosifone che gocciola continuamente, nonostante...
Casa

Come ripristinare un vecchio termosifone

Se siamo proprietari di una abitazione, oppure dobbiamo comprarla o andarci a vivere, ci sarà capitato di dover eseguire alcuni piccoli lavoretti di manutenzione o ristrutturazione ma, sopratutto se non siamo molto esperti con i lavori di fai da te,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.