Come riprodurre un geranio per talea

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

I gerani sono delle piante da fiori straordinarie per la loro bellezza e la loro fioritura. Si coltivano facilmente e non richiedono cure particolari. Inoltre si possono moltiplicare partendo da una sola pianta per ottenerne diverse: riprodurre per talea il geranio! Giugno è il momento ideale per la preparazione delle talee, che saranno pronte per la fioritura l'anno seguente. Ecco come!

26

Le talee di geranio vanno asportate dai germogli più robusti verso la prima metà di giugno.
1. La scelta dovrà ricadere sulle piante più sane ed in particolare sull'apice del rametto. Vanno prese quelle lunghe circa 10 cm tagliandole sotto il nodo con un coltello affilato.
È importante evitare di sfilacciare i tessuti e, possibilmente, usare un coltello pulito e disinfettato possibilmente alla fiamma.
2. Dalle talee devono essere eliminati i fiori, i boccioli e le foglie più basse in prossimità della talea, per lasciare solo quelle sulla sommità.

36

3. Trattare la base della talea con degli ormoni specifici in modo da favorire la radicazione e trattare anche con un fungicida in polvere.
4. Preparare un mix di terra fertile costituito da 3/4 di sabbia fine, 2/4 di torba e 1/4 di terreno universale. Amalgamare il composto e versarlo in alcuni piccoli vasetti del diametro di 5-6 cm.5. Ora è il momento di posizionare le talee. Interrare la talea fino all'altezza dell'innesto delle prime foglie e bagnare il terreno. Collocare il vaso in penombra e dove è possibile avere una temperatura costante di circa 16-18°C.

Continua la lettura
46

Copri il vaso con della plastica trasparente per garantire calore ed umidità. Con dei bastoncini infilati nel terriccio fai in modo che la plastica non tocchi la talea.

5. Fare un modo che il terriccio sia sempre umido ed eliminare l'eventuale condensa che si è forma nella plastica che potrete utilizzare come copertura per proteggere le piantine. Le irrigazioni dovranno tuttavia non essere eccessive ed effettuate con cautela poiché si potrebbe rischiare la macerazione del fusto.
Dopo circa 30-45 giorni appariranno le prime radici e dopo 60 giorni spunteranno alcune foglie nuove: è indice di radicazione avvenuta con successo.  6. Trapiantare le piantine in una nuova composta e trattarla come una pianta adulta.

56

Con la talea prende proprio origine una piantina nuova del tutto identica alla madre. Le "figlie" così ottenute dovranno essere conservate per un intero inverno lontane dalle gelate e quindi al riparo da temperature rigide inferiori ai 5° C. Possibilmente quindi creare una serra con del nylon o collocarle in una veranda e continuare ad irrigarle con parsimonia durante tutto il periodo invernale che precede il definitivo impianto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • controlla la piantina ogni giorno!
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Riprodurre Gli Agrumi Per Seme E Per Talea

Gli agrumi sono la famiglia di piante da frutto maggiormente coltivata a livello mondiale ed uno dei maggiori produttori è l'Italia, specialmente il Sud. Basterà pensare alla notorietà che hanno le arance rosse di Sicilia e i limoni della costiera...
Giardinaggio

Come riprodurre le rose per talea

La riproduzione delle rose avviene molto spesso per talea, una delle tecniche più diffuse che consente di avere un rosaio pieno di fiori in piena salute e con colori vivaci. Questo tipo di riproduzione può essere fatta nella stagione estiva tra giugno...
Giardinaggio

Come coltivare un geranio rampicante

Terminato il torpore invernale, fiori e piante tornano lentamente a risvegliarsi. È proprio con il risveglio vegetativo infatti che i nostri giardini, e i balconi, tornano a colorarsi delle sfumature della natura! Uno dei fiori più apprezzati, per resistenza...
Giardinaggio

Come fare una talea

Con la primavera ormai giunta alle porte, è lecito sognare di avere in balcone oppure in giardino svariate tipologie di piante fiorite e profumate, non per forza acquistate in un negozio. Di fatti, queste ultime si possono tranquillamente riprodurre...
Giardinaggio

Come curare una pianta di geranio

Il geranio, per la semplicità della sua coltivazione e per la bellezza dei suoi fiori, è da sempre il re di ogni balcone. Esistono molte varietà, ma che siano zonali, parigini o imperiali, cresceranno rigogliosi sui vostri terrazzi creando delle incredibili...
Giardinaggio

Come fare la talea di una pianta

Quante volte hai pensato di clonare una pianta che ami particolarmente, ma non sapendo da dove iniziare, hai rinunciato subito? Questo tutorial ti permette di apprendere una tecnica denominata talea. Il termine indica un frammento di pianta, opportunamente...
Giardinaggio

Come piantare una talea

Se  sei un amante del giardinaggio e, pur essendo poco esperto delle operazioni più complesse, vuoi comunque cercare di riprodurre una delle piante che ami di più, devi imparare a piantare una talea. Per riuscire in questo intento, se non l'hai mai...
Giardinaggio

Come coltivare il geranio edera

Il geranio edera è una pianta che normalmente viene coltivata in cesti appesi per formare delle cascate di fiori e fogliame. Questa pianta è così chiamata perché ha delle foglie che assomigliano all'edera, sono abbastanza accattivanti e hanno una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.