Come risanare un abete che sta appassendo

Tramite: O2O 17/09/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Gli abeti sono degli alberi sempreverdi che però possono appassire a seguito di cambiamenti climatici, mancanza di potature o attacchi di parassiti. Per evitare ciò, è dunque necessario intervenire periodicamente con prodotti e tecniche adeguate e soprattutto procedere con degli esami preliminari atti a constatare lo stato in cui l'abete si trova. In riferimento a ciò, ecco una guida con alcuni consigli su come risanare un abete che sta appassendo.

26

Occorrente

  • Attrezzi per il giardinaggio
  • Fertilizzanti
  • Cesoie
36

Iniziare con la pacciamatura

Un primo fondamentale intervento da eseguire per risanare un abete consiste nello stabilizzare l'apparato radicale. Nello specifico in primavera si tratta di iniziare con una buona pacciamatura che serve a ridurre lo stress ambientale in cui l'albero si trova, e soprattutto offrire un terriccio omogeneo e più umido. L materiali adatti sono delle foglie secche appositamente conservate nel periodo autunnale, oppure un mix a base di erba e corteccia d'albero opportunamente tritate. Anche lo spessore deve essere consistente, quindi estendersi per almeno 10 centimetri in altezza e di un diametro tale da superare di circa 15 centimetri quello della base dell'abete stesso.

46

Arricchire il terreno con fertilizzanti

Dopo il primo importante accorgimento per risanare un abete che sta appassendo, è necessario arricchire il terriccio con delle sostanze nutritive che per questa tipologia di alberi devono contenere azoto, potassio e fosforo tutti allo stato liquido. Tuttavia per massimizzare il risultato, conviene in aggiunta cospargere nel terreno anche del fertilizzante solido a base di tavolette di torba opportunamente miscelate con degli erbicidi liquidi. Questi ultimi verranno assorbiti dal terreno lentamente, grazie alla suddetta pacciamatura iniziale e alla torba stessa, che ne consentono una tracimazione graduale nutrendo e proteggendo l'apparato radicale sottostante. Per completare efficacemente il lavoro atto a risanare un abete prossimo ad appassirsi, è necessario procedere con l'ultima fase che è anch'essa importante ai fini dell'ottimizzazione del risultato. Si tratta infatti della potatura che va eseguita come descritto nel passo successivo della presente guida.

Continua la lettura
56

Concludere con la potatura

La potatura è sicuramente uno degli interventi fondamentali da eseguire su qualsiasi tipologia di albero, e quindi anche per l'abete si rivela essenziale per concludere un lavoro di risanamento. Per ottenere il risultato sperato e rinvigorire la pianta che presenta evidenti segni di malessere, bisogna innanzitutto rimuovere i rami secchi lasciando intatte per ognuno almeno un paio di gemme apicali. Tale intervento riduce notevolmente la fotosintesi clorofilliana, poiché insieme ai suddetti rami si eliminano ovviamente anche le foglie verdi su cui si basa il processo stesso. Sfoltire la chioma dell'abete con una potatura del genere, significa dare ossigeno alle radici e salvarlo dalla morte sicura.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare l’abete

Nella nostra tradizione occidentale, sia natalizia che non, riveste un ruolo molto importante tra tutti gli alberi il nostro caro abete. Si tratta di una pianta molto resistente in inverno, mentre in estate diventano molto più delicati per via del caldo...
Giardinaggio

Come curare una pianta che sta morendo

Capita, a volte, che il cambio di locazione, il cambio di temperatura o gli agenti atmosferici, influiscano sulla salute delle nostre piante. Per curarle al meglio bisogna innanzitutto capire la natura del loro deperimento, che può essere derivante da:...
Giardinaggio

Come stimolare la fioritura delle viole

Le viole sono uno dei fiori utilizzati soprattutto per abbellire le finestre, ma forniscono delle belledecorazioni anche per tavoli e mensole. La particolarità di questa pianta sta nel fatto che una singola foglia può produrre più fiori; ma per mantenere...
Giardinaggio

Come mantenere vivo l'albero di Natale

Molte sono le famiglie che scelgono di acquistare un albero vero per le festività natalizie al posto di quello sintetico. Indubbiamente questo presenta molti vantaggi, come l'odore che esso sprigiona in casa, l'aspetto molto più suggestivo ma soprattutto...
Giardinaggio

Come coltivare la robinia

Il nome scientifico Robinia deriva da quello di Jean Robin, erborista vissuto nel Seicento alla corte di Enrico IV di Francia, che trapiantò questa leguminosa nell'Orto botanico di Parigi nel lontano 1636. Originaria del Nord America, ed in particolare...
Giardinaggio

Come coltivare la viola

La viola, è una delle bellissime piante con fiori colorati, romantici ed estremamente profumati. Tra le sue varietà, c'è quella molto colorata, cosiddetta"viola del pensiero," perché è un tipo di fiore che ci collega alla nostalgia del passato. Le...
Giardinaggio

Come eliminare le zona a ristagno d'acqua nel prato

Dopo una violenta ed improvvisa precipitazione, specie se susseguente ad un lungo periodo siccitoso, è possibile che nel prato si formino una o più aree caratterizzate da un ristagno d'acqua, simili a grandi pantani. Il terreno del nostro giardino può...
Giardinaggio

Come e quando potare le conifere

Pino, araucaria, larice, sequoia e cipresso sono solo alcuni dei più rinomati esponenti della famiglia delle conifere. Alcuni di questi alberi hanno carattere rustico ed ingentiliscono i declivi naturali di colline e montagne; altri esemplari, invece,...