Come ristrutturare un mobile in ciliegio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I mobili specie se molto antichi sono di ottima qualità, come ad esempio di di mogano o di ciliegio, per cui volendoli ristrutturare è importante seguire delle specifiche linee guida, al fine di ottimizzare il risultato. In riferimento a ciò, ecco alcuni utili consigli su come ristrutturare un mobile in ciliegio con la tecnica del fai da te.

26

Occorrente

  • Carta vetrata
  • Occhiali e mascherina di protezione
  • Levigatrice (opzionale)
  • Vernice ad acqua
  • Pennelli
  • Diluente
  • Stucco per legno
  • Cera per mobili
  • Alcool e gommalacca
  • Tampone
36

Utilizzare della carta vetrata

Innanzitutto, prima di procedere, è necessario eliminare gli eventuali residui della vecchia verniciatura con l'utilizzo della carta vetrata. In un primo momento utilizzeremo quella a grana più spessa poi, quando lo strano più grosso di vernice sarà eliminato, si può continuare a rifinire il tutto con quella a grana più sottile. In questa fase bisogna fare molta attenzione alle polveri di legno che verranno sollevate inevitabilmente, perciò è consigliabile indossare degli occhiali e una mascherina di protezione.

46

Eseguire la tinteggiatura

Una volta sverniciato completamente il mobile, occorrerà assicurarsi che non ci siano crepe o fori nel legno. In caso contrario basterà richiuderli con dello stucco. Questa è una delle fasi in cui si dovrà porre più cura perché il legno di ciliegio ha delle particolari venature che sarebbe un peccato coprire. Dopo aver preparato l'anilina adeguata, quindi proprio della tonalità rossiccia del ciliegio, si può aggiungere del diluente, in modo che quest'ultima non sia particolarmente densa e tale da coprire l'effetto della caratteristica venatura. Sarà consigliabile eseguire l'operazione di tinteggiatura all'aperto anche se le vernici ad acqua non sono particolarmente tossiche. Questo consentirà tra l'altro una rapida asciugatura. Si può inoltre optare per l'applicazione di un eventuale secondo strato do colore. Fatto ciò, si può finalmente procedere con la finitura.

Continua la lettura
56

Proteggere il colore del legno

Dopo che il mobile si sarà completamente asciugato, possiamo decidere se fare o meno delle decorazioni con l'aiuto degli stencil oppure lasciarlo così com'è. In realtà il legno di ciliegio è un tipo di materiale molto particolare, che mantiene la sua bellezza al naturale. Infine, per proteggere il colore del legno, occorrerà ricoprirlo con della cera d'api. Sempre in tema di finitura, è altresì importante sottolineare che la bellezza del ciliegio viene esaltata moltissimo con la lucidatura a tampone (alcool e gommalacca), per cui avendo un po' di tempo a disposizione, conviene adottare questa tecnica poiché alla fine il risultato sarà a dir poco perfetto e degno dei migliori ebanisti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come utilizzare un vecchio mobile per un lavabo

In questo articolo, vogliamo aiutarvi a capire in che modo poter utilizzare un vecchio mobile per realizzare un lavabo. Proprio così, con le vostre mani e con il classico metodo del fai da te, riuscirete a creare tutto ciò, riuscendo anche a non spendere...
Bricolage

Come Sverniciare Un Mobile Di Legno

Con il passare del tempo anche un mobile può invecchiare e deteriorarsi. Il legno è un materiale naturale, quindi un mobile di questo tipo risente maggiormente del trascorrere degli anni. Per prima cosa dovremo togliere lo strato superficiale deteriorato...
Bricolage

Come ristrutturare un tetto

Trascorsi degli anni dalla costruzione dell'abitazione è necessario svolgere i dovuti lavori di manutenzione, in modo tale da garantirne la salubrità e l'efficienza nel tempo. È chiaro che si necessità di spese economiche, ma se svolte nel tempo comporta...
Bricolage

Come trasformare un mobile classico in moderno

Attraverso il restauro di un mobile, è possibile dare ad esso una nuova vita. La parte più complessa sta nella scelta dello stile che si vuole conferire al vecchio mobile sul quale vogliamo intervenire. Con il recupero di un mobile antico, che magari...
Bricolage

Come fare il decapaggio di un mobile

A causa della crisi, molte persone si procurano da sé diversi oggetti e modificano i propri mobili a piacimento utilizzando prodotti economici e le guide presenti online. Per decapare un mobile (decapare deriva dal francese décaper e significa "togliere...
Bricolage

Come rivestire un mobile

Se in soffitta possedete un vecchio mobile che vorreste riutilizzare per rinnovare l'appartamento, oltre che a verniciarlo ed a lucidarlo, esistono vari metodi per donargli nuova vita e lucentezza. Una soluzione del tutto originale potrebbe essere quella...
Bricolage

Come laccare un mobile

Se avete un mobile un po' vecchiotto che volete far risplendere, leggete questa guida in cui vi mostrerò passo per passo come laccare un mobile in legno e farlo tornare in auge. Ci vorrà un po' di tempo, accuratezza nell'esecuzione e tanta pazienza,...
Bricolage

Come costruire un'anta da mobile con perline di legno

Con il passare del tempo i mobili invecchiano e passano di moda. Tanto che spesso vengono buttati via e cambiati. Ma se si vuole risparmiare, bastano pochi accorgimenti e dargli una nuova vita. Ovviamente questo vale per tutti i tipi di mobili. Ad esempio,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.