Come riutilizzare uno scolapiatti in legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

All'interno della nostra abitazione capita di ritrovare una serie immensa di utensili che, di fatto, non usiamo più da tantissimi anni. Alcuni potrebbero perfino essere ancora sigillati, antichi regali di compleanni o di matrimonio, oggetti tramandati dalle nostre nonne e dalle nostre mamme.
Uno di questi oggetti che ci è venuto in mente è lo scolapiatti in legno, molto comune qualche decennio fa e un po' meno utilizzato nella contemporaneità. Un tempo, in effetti, avere uno scolapiatti in legno era molto utile in quanto non esisteva affatto un altro materiale con cui realizzarlo, per cui ci si armava di pazienza e si costruivano artigianalmente questi antichi pezzi tramite diversi giorni di lavoro.
Oggi è probabile che in casa vostra troviate uno di questi oggetti e che non sappiate più cosa farci. Noi abbiamo pensato a questa guida proprio per non farvi gettare via lo scolapiatti, in quanto vi forniremo tre semplici e intuitivi passi che vi aiuteranno a capire come riutilizzare uno scolapiatti in legno.
Non perdiamo ulteriore tempo e cerchiamo di capire come fare. Ecco a voi i tre passi di questa guida, buona lettura!

25

Rimuovere il sostegno

La prima cosa da fare per riutilizzare uno scolapiatti in legno è smontarlo dal sostegno originario in cui l'avete trovato. Avrete a che fare con delle semplici viti che, tramite l'aiuto di una tenaglia e di un martello, riuscirete facilmente a togliere per dare una nuova vita al vostro vecchio scolapiatti.
Arrivati a questo punto, fate attenzione a non smontarlo del tutto: la struttura deve rimanere intatta al fine di poterlo riutilizzare come vogliamo indicarvi noi.

35

Ripristinare il legno

Successivamente occupatevi del secondo passo di questa guida e concentratevi esclusivamente sul ripristino delle eventuali parti mancanti o lesionate di questo oggetto antico. Si presuppone che abbia preso un po' di umidità se è stato utilizzato in passato come scolapiatti, perché gli sarà arrivata dell'acqua. Per questo motivo vi consigliamo di passare un po' di flatting su tutta la superficie e, soprattutto, di sostituire le parti di legno annerite o rovinate.

Continua la lettura
45

Montare la mensola

Infine, ma non per importanza, potete iniziare ad assemblare a vostro piacimento il vecchio scolapiatti: noi abbiamo pensato di riutilizzarlo come una mensola utile e semplice, su cui poter poggiare dei vasi con i fiori, delle pentole antiche e qualche cimelio che avete in casa e che merita di essere sfoggiato, magari in una parete della cucina. Utilizzate la vostra creatività per rendere il vecchio scolapiatti qualcosa di innovativo e originale.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare uno scolapiatti in vetroresina

In questo articolo, vogliamo cercare di creare con le nostre mani e grazie al metodo del fai da te, uno scolapiatti, un po' diverso dal comune. Infatti proveremo a capire come realizzare uno scolapiatti in vetroresina. Creare degli oggetti, che saranno...
Bricolage

Come riutilizzare muschio e ceppi di legno per fare una composizione

Realizzare delle composizioni per delle decorazioni originali e divertenti per la nostra casa è un po' l'hobby di molte persone, soprattutto delle donne. Esistono diversi modi e materiali per creare delle bellissime composizioni e decorazioni, basta...
Bricolage

Come riutilizzare una vecchia scala

I vecchi oggetti o attrezzi che non si utilizzano più perché rotti o semplicemente accantonati, rappresentano una risorsa, poiché si possono modificare e possono quindi avere una nuova vita. A tal proposito, nella guida che segue vi sarà spiegato...
Bricolage

Come riutilizzare i tappi a corona

I tappi a corona da anni ci accompagnano nella vita quotidiana poiché si trovano su quasi tutti i tipi di bottiglie e sono coloratissimi, per cui molte persone amano collezionarli o usarli per creare delle decorazioni particolari. In riferimento a ciò,...
Bricolage

Come riutilizzare vecchie candele

Un modo economico per riutilizzare ciò che di consueto finisce nella pattumiera, potrebbe essere quello di riutilizzare delle vecchie candele. In questa guida, vi mostrerò un modo semplice e originale per riciclare le vostre vecchie e consumate candele;...
Bricolage

Come riutilizzare una vecchia porta

L'antica arte del riciclo non passa mai di moda, tanto meno in questo periodo di crisi. Resta sempre utile infatti saper rinnovare ciò che si possiede e creare nuovi oggetti, sia di prima utilità, che semplicemente per portare un tocco in più alla...
Bricolage

Come riutilizzare una pedana

È ormai risaputo che, tramite il metodo del fai da te è possibile realizzare con le proprie mani oggetti originali. Si possono inoltre riutilizzare cose che stiamo per buttare via, dandogli nuova vita, come ad esempio i cosiddetti pallet, cioè quelle...
Bricolage

Come riutilizzare i pallet

Si sa', di questi tempi e con la crisi che ci tiene strettamente per mano, si hanno pochi soldi in tasca da poter spendere. Chi infatti, preso da una estrema voglia di indipendenza o perché vuole metter su famiglia, decide di far casa, sicuramente non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.