Come rivestire la vasca da bagno

Tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Il rivestimento di una vasca da bagno non è una attività troppo complicata e può tranquillamente svolgersi in solitaria, risparmiando abbastanza soldi, cosa che non guasta mai. Risulta tuttavia fondamentale rivestire nel migliore dei modi la vasca da bagno se si vuole una casa dal design elegante ed originale. Vedremo dunque, con questa guida, come rivestire la vasca da bagno nei minimi dettagli, evitando errori.

27

Occorrente

  • Filo a piombo
  • Matita e righello
  • VIti
  • Pannelli di agglomerato di legno
  • Travetti di legno
  • Trapano
  • Piastrelle
37

Prime verifiche

La prima cosa da fare per rivestire la vasca da bagno è prenderne le misure esatte. In tal caso, bisognerà aiutarsi con un apposito filo a piombo. Si andrà quindi a tracciare per terra i punti relativi agli angoli della vasca. Questi punti andranno uniti fra loro, così da creare una bozza di sagoma. Per farla è sufficiente una matita, un righello, un metro e un livello che dovranno essere a portata di mano. Va verificato che gli strumenti siano in buone condizioni. Ovviamente bisognerà essere precisi per questo tipo di lavoro, ogni minimo errore potrebbe minare negativamente sulla riuscita dell'intero progetto.

47

Scelta dei pannelli di chiusura

Di fondamentale importanza, ci sono i pannelli di chiusura per la vasca da bagno necessari per poter essere rivestita adeguatamente, ce ne sono principalmente di tue tipologie: quelli in legno agglomerato, che sono i più semplici in assoluto da utilizzare per il fai da te, e ci sono poi quelli in muratura (ma ovviamente ci sono tanti altri materiali utilizzabili). La scelta va quindi ponderata in base alle effettive esigenze di rivestimento, tenendo in considerazione il fatto che, ambedue i tipi di pannelli possono essere facilmente trovate in commercio. I pannelli in questione, dovranno essere fissati aiutandosi tramite appositi telai di travetti in legno, uno per ciascun lato della vasca. A questo punto, non si dovrà fare altro che tracciare linee parallele a quelle di prima, partendo dall'angolo interno e mantenendo una distanza minima di tre centimetri facendo molta attenzione ad essere estremamente precisi, un minimo errore potrebbe rendere tutto il lavoro vano.

Continua la lettura
57

Ultime fasi di montaggio

Il risultato sarà una sorta di rettangolo ed è proprio in quest'ultimo che andranno inseriti i telai di travetti in legno, che dovranno essere fissati servendosi di viti autofilettanti. Proprio in merito alle viti autofilettanti, potranno facilmente essere reperite presso i negozi che vendono questo genere di articoli come i ferramenta o rivenditori di accessori per sanitari. Vanno costruiti i telai e si procederà poi a fissarli alla vasca da bagno con l'aiuto della bolla d'aria grazie alle viti e tasselli tra di loro con viti ed angolari. Non appena sarà conclusa del tutto, resta solo un'ultima parte del procedimento da compiere: la posa in opera delle piastrelle. Di regola, le piastrelle sono in ceramica (ma anche in marmo) e metterle in posa non è affatto complicato, in poco tempo la vostra vasca da bagno sarà pronta e finalmente ci si potrà fare un bel bagno caldo (aspettando prima che il tutto si asciughi per fare in modo che duri nel tempo).

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come rinnovare una vecchia vasca da bagno

Gli arredi del bagno in stile art decò sono caratterizzati da sanitari in metallo smaltato, arredamento tipico dell'epoca. Sono belli da vedere ma se dovesse cadere qualche oggetto sopra, specie se pesante, potrebbe rovinare l'estetica con qualche graffio,...
Casa

Come trasformare la vasca da bagno in doccia

La guida che andremo a scrivere lungo i passi che seguiranno la brevissima introduzione, si occuperà di fai da te e di trasformazioni della casa. Per essere più specifici, vi spiegheremo come riuscire a trasformare la vasca da bagno in una doccia. Possiamo...
Casa

Come sigillare la vasca da bagno

Per evitare sgradevoli infiltrazioni nella vostra toilette, sarà necessario sigillare perfettamente la vasca da bagno, affinché l'acqua non raggiunga tale zona: le infiltrazioni formerebbero delle muffe, comprometterebbero l'adesione sia delle mattonelle...
Casa

Come sostituire il rubinetto della vasca da bagno

Capita spesso di dover affrontare riparazioni in casa. Tuttavia le più frequenti riguardano la sistemazione di alcuni complementi importanti del bagno e della cucina. Infatti, per il continuo uso, gli accessori come rubinetti, vasche, e lavandini sono...
Casa

Come trasformare una vasca da bagno in fioriera

Quando gli oggetti all'interno di un appartamento si rovinano, si ha spesso la tendenza a gettarli via, sostituendoli con altri nuovi. L'arte del fai da te, però, vi consente di creare nuovi oggetti proprio con quelli usurati o che non utilizzate più...
Casa

Come sostituire il tappo di scarico della vasca da bagno

Se la nostra vasca da bagno presenta dei problemi al tappo dello scarico, non è necessario chiamare un idraulico; infatti, è possibile intervenire eseguendo la sostituzione della parte, con un'operazione accurata che richiede comunque un minimo di capacità...
Casa

Come sturare un lavandino, una vasca da bagno ed un bidet

Impariamo insieme come sturare un lavandino otturato, oppure un bidet o ancora una vasca da bagno. Si tratta di un procedimento davvero semplice, alla portata di tutti. Nessun bisogno quindi, di contattare un costoso idraulico. Si tratta inoltre di una...
Casa

Come togliere la ruggine dalla vasca da bagno

La ruggine è prodotta da una combinazione di acqua, anidride carbonica e ossigeno i quali, se accidentalmente vengono a contatto con una superficie ferrosa, possono corrodere e compromettere esteticamente e funzionalmente un oggetto. Prima di affrontare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.