Come Saldare Con Il Saldatore Istantaneo

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Amanti del fai da te, volete provare ad effettuare un lavoretto da saldatura, ma non avete idea di come procedere? Non preoccupatevi, questa guida vi mostrerà in pochi e semplici passaggi come saldare con il saldatore istantaneo, quindi utilizzando dello stagno come fissante. I metodi per unire il metallo sono innumerevoli, ma quelli a caldo in alcuni casi possono essere superiori a quelli freddi. Aprendo solo una piccola parentesi per quanto riguarda "l'architettura" dell'attrezzo, sopra l'impugnatura si trova il trasformatore, piuttosto pesante, ed a questo va aggiunta la parte saldante, anch'essa alquanto ingobrante perché costituita da un tondino di circa 2mm di diamtero, che partendo dal corpo si ripiega ad U per ritornare indietro. Tuttavia per un più semplice e veloce utilizzo si consiglia un saldatore a stilo da 15 Watt, meglio ancora se con punta dritta. Resta da considerare lo stagno. Un filo da 1,5 mm è grande, mentre nei rivenditori di elettronica si trova del filo da 0.5 mm, l'ideale.
Dopo avervi fornito questa breve llustrazione sugli attrezzi, passiamo a spiegare la seguente operazione.

26

Occorrente

  • saldatore istantaneo
  • filo a stagno
  • disossidante
  • lima piatta
36

Per prima cosa, una volta che avrate scelto la punta più adatta per il tipo di lavoro che dovrete effettuare, la dovrote inserire negli appositi morsetti stringendo bene in modo da realizzare un efficace contatto. Ora, se la punta è nuova, dovrete stagnarla, cioè ricoprirla con un sottile strato di stagno per impedirne l'ossidazione e facilitare la saldatura.

46

Adesso, prima di procedere alla saldatura, conviene immergere brevemente la punta del saldatore nel disossidante per facilitare l'adesione dello stagno. A questo punto, dovrete procedere a stagnare i terminali da collegare con la saldatura singolarmente. L'intervento è utilissimo per rendere più agevole e solida la successiva operazione di saldatura.

Continua la lettura
56

Una volta che avrete eseguito questa operazione, e quindi dopo aver posto i terminali dei conduttori a stretto contatto, dovrete avvicinare la punta del saldatore premendo il pulsante, quindi accostate il filo di stagno, che fonde. Ora, tenete presente che, dopo alcune centinaia di saldature la punta si deteriora, con il rischio di spezzarsi, quindi dovrete sostituirla. A saldatura terminata, spegnete il saldatore e limate molto leggermente la punta.
Spero che questa spiegazione sia stata la più chiara e semplice possibile. Non resta altro che augurarvi un'agevole esecuzione ed un'ottima riuscita.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non inalare il fumo del filo a stagno.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come saldare con lo stagno

In molti oggetti di uso comune, come per esempio gli apparecchi elettrici, possono essere presenti delle componenti saldate con lo stagno. In alcuni casi si può rivelare necessario andare a riparare un oggetto poiché le parti si possono dissaldare:...
Bricolage

Come saldare in modo corretto e veloce componenti smd

In questa guida vi spiegherò brevemente come saldare in modo corretto e veloce componenti smd. Per chi è pratico di elettronica saprà già di cosa si sta parlando. Chi invece non è afferrato in materia, ecco in breve di cosa si sta parlando. I componenti...
Bricolage

Come saldare un jack

Chi usa spesso strumenti musicali elettronici o apparecchiature elettroniche può talvolta avere necessità di dovere saldare un jack per poter riparare una rottura. Con un po' di pazienza e di pratica potremo effettuare la riparazione da soli, senza...
Bricolage

Come saldare l'acciaio inox

L'acciaio inox è un materiale color argento, generalmente non magnetico. Gli oggetti in acciaio inox che presentano un alto contenuto di cromo possiedono una superficie abbastanza brillante e difficile da unire, a causa della presenza di uno strato di...
Bricolage

Come saldare due tubi di rame

Davvero numerosi sono i lavori che ci appaiono complessi. In realtà molti di questi è possibile eseguirli con le nostre mani senza la necessità di dover chiedere l'intervento di un professionista. Seguendo pochi e utili consigli, tutto diventa più...
Bricolage

Come saldare la plastica dura

Se abbiamo delle materie plastiche abbastanza dure ed intendiamo saldarle, è importante sapere che il metallo richiede una particolare quantità di calore, non in modo diretto però, poiché si deforma e soprattutto si brucia. A questo proposito, ci...
Bricolage

Come imparare a saldare il ferro

Avete bisogno di imparare a saldare per poter aggiustare qualche rottura, o perché avete visto qualche crepa e volete rinforzare la tenuta? Non avete tempo per frequentare qualche ente di formazione? Siete nel posto giusto, in questa guida vi daremo...
Bricolage

Come saldare delle cerniere in ferro

Se abbiamo realizzato un mobiletto in ferro e intendiamo corredarlo di cerniere, possiamo saldare queste ultime seguendo delle specifiche linee guida, e lo stesso dicasi se si tratta di applicarle ad un telaio di un cancello o di una porta. Nei passi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.