Come saldare l'acciaio inox

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'acciaio inox è un materiale color argento, generalmente non magnetico. Gli oggetti in acciaio inox che presentano un alto contenuto di cromo possiedono una superficie abbastanza brillante e difficile da unire, a causa della presenza di uno strato di ossido particolarmente difficile da eliminare. Per questa ragione, sarà necessario rimuovere tale strato utilizzando una semplice spazzola ed eliminandolo chimicamente tramite un fondente. All'interno di questa guida, vi illustrerò nel dettaglio come saldare l'acciaio inox.

27

Occorrente

  • Saldatore
  • Spazzola metallica
  • Fondente
37

Pulire la parta metallica da saldare

Anzitutto, dovrete pulire accuratamente la parte metallica da saldare. A tal fine, potrete utilizzare una spazzola metallica, prestando attenzione a sfregare in maniera energia. Tuttavia, per ottenere un ottimo risultato, dovrete necessariamente rimuovere lo strato superficiale di ossido. In questo caso, dovrete applicare il fondente appropriato per rimuovere l'ossido e facilitare in questo modo la saldatura. Il consiglio sarà quello di utilizzare la punta del saldatore per portare il fondente in posizione, qualora ciò dovesse essere necessario.

47

Riscaldare il metallo

Successivamente, dovrete iniziare a riscaldare il metallo: in questo caso, dovrete utilizzare una fiamma piuttosto bassa e la medesima punta del saldatore, in modo da riscaldare correttamente la parte metallica in prossimità della quale dovrà essere realizzata la saldatura. Oltre a ciò, potrete scaldare anche il lato opposto senza alcuna difficoltà. Se, infatti, dovrete occuparvi di una semplice riparazione, scaldare direttamente il punto da saldare potrebbe rovinare la saldatura effettuata in precedenza. Nel momento in cui il fondente inizierà a diventare di un colore abbastanza scuro, potrete eseguire la saldatura.

Continua la lettura
57

Rimuovere delicatamente il fondente

Per saldare l'acciaio inox, dovrete poggiare il saldatore sull'area interessata fino a quando non comincerà a fondersi. Quando la saldatura si sarà completamente fusa, potrete rimuovere l'oggetto. Talvolta, potrebbero essere necessari ulteriori strati di saldatura: in tal caso, dovrete continuare a ripassare il punto interessato. Per una saldatura più precisa, potrete rinforzare la stessa lasciandola raffreddare ed applicando nuovamente il fondente. Quest'ultimo, aiuterà proprio la saldatura a legarsi. A questo punto, potrete rimuovere delicatamente il fondente in eccesso con dell'acqua calda ed una spazzola metallica. Questa semplice procedura consentirà di saldare correttamente l'acciaio inox.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come attaccare delle lamiere in acciaio inossidabile ad un piano in legno

Quante volte nel montare una cucina componibile ci siamo trovati nella necessità di dover incollare delle lamiere in acciaio inox su delle assi di legno. Naturalmente per eseguire questo tipo di lavoro bisognerà valutare il materiale che andremo ad...
Bricolage

Come saldare in modo corretto e veloce componenti smd

In questa guida vi spiegherò brevemente come saldare in modo corretto e veloce componenti smd. Per chi è pratico di elettronica saprà già di cosa si sta parlando. Chi invece non è afferrato in materia, ecco in breve di cosa si sta parlando. I componenti...
Bricolage

Come saldare il rame

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, a capire meglio ed imparare, come e cosa fare per saldare, nel modo corretto ed efficace, il rame. Cercheremo di eseguire il tutto mediante il classico ed intramontabile, metodo del fai da te,...
Bricolage

Come saldare a filo continuo senza gas

Esistono diversi tipi di saldature che permettono di unire materiali in metallo in modo permanente e senza particolari problemi. Tra queste c'è quella senza gas comunemente chiamata a filo continuo, che avviene in un modo davvero particolare, e che...
Bricolage

Come imparare a saldare il ferro

Avete bisogno di imparare a saldare per poter aggiustare qualche rottura, o perché avete visto qualche crepa e volete rinforzare la tenuta? Non avete tempo per frequentare qualche ente di formazione? Siete nel posto giusto, in questa guida vi daremo...
Bricolage

Come saldare un jack

Chi usa spesso strumenti musicali elettronici o apparecchiature elettroniche può talvolta avere necessità di dovere saldare un jack per poter riparare una rottura. Con un po' di pazienza e di pratica potremo effettuare la riparazione da soli, senza...
Bricolage

Come saldare delle cerniere in ferro

Se abbiamo realizzato un mobiletto in ferro e intendiamo corredarlo di cerniere, possiamo saldare queste ultime seguendo delle specifiche linee guida, e lo stesso dicasi se si tratta di applicarle ad un telaio di un cancello o di una porta. Nei passi...
Bricolage

Come saldare due tubi di rame

Davvero numerosi sono i lavori che ci appaiono complessi. In realtà molti di questi è possibile eseguirli con le nostre mani senza la necessità di dover chiedere l'intervento di un professionista. Seguendo pochi e utili consigli, tutto diventa più...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.