Come saldare le lamiere

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le saldature servono per unire tra loro i diversi pezzi di un metallo. Nel fai da te, si è soliti unire piccoli pezzi o dimensioni di metallo. Tuttavia, con le opportune indicazioni e seguendo la giusta strategia, è possibile unire anche pezzi di metallo di dimensioni molto più ampie, portando a termine un lavoro decisamente più complesso. Si pensi, ad esempio, alle lamiere. In questa guida vogliamo illustrarvi come saldare in modo preciso qualsiasi tipo di lamiera.

25

Occorrente

  • Lamiere in zinco, cannello a gas, rame.
35

Reperire un cannello

Mettetevi subito all'opera. Per saldare le lamiere in zinco, dovrete innanzitutto reperire un cannello. Procedete poi alla congiunzione delle lamiere. Sappiate che contrariamente al ferro, la saldatura dello zinco potrà essere effettuata faccia a faccia e lungo tutta la superficie. Prima di effettuare tale giunzione dovete preparare la lamiera. Vi basterà allora munirvi di una tela abrasiva a grana doppia: strofinate la tela sulle facce che si trovano a contatto tra loro. Sfregando in questo modo, eliminerete l'ossido sulle superfici e faciliterete l'attecchimento in piano.

45

Cospargere lo stagno

Fatto ciò, procuratevi dello stagno. Cospargete lo stagno sulla prima lamiera. Distribuitelo al centro e poi ai lati. Ultimata tale operazione, appoggiate accuratamente l'altra lamiera. A questo punto, con il cannello, riscaldate l'intera superficie senza soffermarvi a lungo sullo stesso punto. Muovete il cannello in maniera lenta e compiendo dei movimenti rotatori. Sappiate che lo stagno, fondendosi in modo uniforme, compatterà definitivamente le due lamiere.

Continua la lettura
55

Saldare i pezzi

Per saldare definitivamente le lamiere, se si tratta di rame, potreste utilizzare un cannello a gas. In questo caso, tuttavia, la procedura per unire le due lamiere è leggermente diversa da quella descritta per quanto riguarda lo zinco. Il rame, per poter congiungersi con altri pezzi simili, necessita del cosiddetto ”decapaggio”. Questo è un procedimento chimico che può avvenire a caldo o anche a freddo, usando acidi specifici. L'azione di tali acidi elimina l'ossido del rame rendendolo di un colore rosa chiaro. La comparsa di tale colore indica che il decapaggio è perfetto e potrà avvenire il contatto con un'altro simile. Con la medesima operazione adottata per lo zinco, procedete quindi a congiungere le lamiere. Compattatele poi definitivamente con l'uso di una caloria costante emanata dal cannello a gas. Ecco realizzata con molta facilità un'ottima saldatura delle lamiere. Un'operazione semplice e che non richiede troppo tempo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come saldare un cancello

La pratica del fai da te è ormai sempre più diffusa. Questa attività non solo è uno splendido hobby in grado di occuparci ottimamente nel nostro tempo libero, ma permette anche di risparmiare davvero tanto sui costi di manodopera oltre che produrre...
Materiali e Attrezzi

Come saldare la ghisa sferoidale

I metalli presenti in natura sono molteplici e, grazie all'intervento dell'uomo e allo sviluppo delle tecnologie industriali, sono variamente combinati per ottenere materiali di particolare qualità. La ghisa sferoidale ne è un esempio, con le sue caratteristiche...
Materiali e Attrezzi

Come Preparare E Regolare la Macchina A Filo Continuo Per Saldare

L'unione dei componenti metallici può determinare longevità, qualità e resistenza in qualsivoglia prodotto disponibile, ed è bene fare luce su un punto fondamentale di questo processo: la realizzazione di una buona saldatura con un tipo specifico...
Materiali e Attrezzi

Come verniciare una lamiera zincata arrugginita

Le lamiere zincate vengono realizzate dalla laminazione di bramme, ottenuto mediante una colata di metallo liquido, che viene successivamente rivestito di zinco. Si tratta di un materiale molto versatile e resistente che, proprio per questi motivi, viene...
Materiali e Attrezzi

Saldatrice a elettrodo: consigli per l'uso

La saldatura a elettrodo è sicuramente una delle più usate al mondo, sia per la sua grande versatilità, sia per i costi contenuti delle apparecchiature necessarie.La saldatrice a elettrodo può essere usata per svariate lavorazioni, e saldature su...
Materiali e Attrezzi

Come piegare una lamiera in alluminio

Modellare pezzi di metallo non è semplice, soprattutto se bisogna modellare lamiere e non tubi. In particolare, le lamiere d'alluminio sono notevolmente dure e forzandole si corre il rischio di spezzarle. A giocare un ruolo importante nella piegature...
Materiali e Attrezzi

Come utilizzare un saldatore a filo continuo

Questa riportata di seguito è una guida di base su come saldare utilizzando un saldatore a filo continuo. La saldatura MIG (metal inert gas) è un processo impressionante che utilizza l'energia elettrica per fondere ed unire insieme vari pezzi di metallo....
Materiali e Attrezzi

Come Unire Il Ferro Con La Saldatrice Ad Arco

I metalli presenti in natura, o ricavati dalla fusione di più elementi metallici lega), sono molteplici. In relazione alla tipologia di metallo, si avrà un punto di fusione differente ed in relazione a questo, andranno utilizzati metalli di saldatura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.