Come salvare una pianta affetta da clorosi ferrica

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Il ferro (Fe) è un elemento chimico essenziale per la nutrizione delle piante, particolarmente è indispensabile per la fotosintesi, in quanto è un componente essenziale della clorofilla. La maggior parte di ferro disponibile è quello sciolto nell'acqua, oppure quello legato a dei complessi organici. Spesso invece tale elemento, è presente nel terreno in forme insolubili, non assimilabile dalle piante. È presente generalmente nella maggioranza dei terreni però, nonostante questo, le piante spesso non sono capaci di usarlo. Soltanto una parte piccola infatti del ferro che c'è nel terreno è assimilabile. La solubilità del ferro è un fattore legato a certe variabili tra cui quella più importante è il pH del terreno, cioè la percentuale di calcare. Quest'ultimo tende infatti a bloccare il ferro. Semplificando molto il fenomeno, potremo dire che la presenza di ferro solubile nella fase liquida del terreno aumenta all'abbassarsi del pH del suolo (e perciò all'aumentare dell'acidità): tanto più è acido un terreno, quanto più è la quantità di ferro disponibile direttamente per la nutrizione vegetale. I terreni che hanno una reazione neutra (e cioè con pH compreso tra 6,8 e 7,2) permettendo solitamente, una nutrizione ferrica sufficiente, alla maggior parte delle piante. In seguito in questo tutorial vi illustreremo come salvare una pianta affetta da clorosi ferrica. Buona lettura e buon lavoro!

24

Trovate qualche prodotto casalingo che offre buoni risultati

Se il terreno dove è piantata la vostra pianta è argilloso, essa potrebbe avere delle difficoltà ad assimilare il ferro, quindi prima di provare qualche prodotto chimico, la cosa migliore sarebbe quello di trovare qualche prodotto casalingo che a volte offre ottimi risultati. Potrete provare a concimare la pianta con il compost della vostra compostiera, cioè l'humus derivante dagli scarti alimentari, in quanto oltre a cercare di far assimilare ferro alla pianta, l'humus è anche eccezionale per molte altre ragioni.

34

Provate una soluzione di polvere di ferro se la pianta impallidisce

Se la pianta procede impallidendo, potrete provare con una soluzione di polvere di ferro diluita in acqua in base alle dosi che vengono specificate sulla confezione ed utilizzate tale trattamento una volta nell'arco del mese. Potrete trovare il ferro nei garden center in confezioni da due chilogrammi. Continuate in tal modo per tutto il periodo vegetativo della pianta. Passato qualche mese, la pianta dovrebbe assumere dei colori maggiormente vivaci, però se questo non capita, potrete provare allora a vedere se è presente del ristagno di acqua nel terreno dove è ubicata la piantata.

Continua la lettura
44

Trovate la soluzione per il ristagno d'acqua

Il ristagno d'acqua crea la formazione di funghi come la ticchiolatura ed anche la peronospora. Soltanto un vivaista sarebbe capace di capire quale fungo ha preso la vostra pianta se si potrà trattare di malattie funginee. L'ultima prova che potrete fare, è quella di cercare di farvi dare una soluzione di chelato ferroso con il quale irrigherete le radici. In questo modo potrete notare che la pianta dovrebbe iniziare a riprendersi acquistando un bel colorito, in quanto il chelato ferroso è assimilabile facilmente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Debellare Clorosi, Muffa Bianca E Lumache

Esistono diversi metodi, più o meni naturali per debellare diversi malanni che colpiscono le vostre piante, in particolare nella presente guida, verranno elencati i rimedi più efficaci per combattere la clorosi, la muffa bianca e le lumache, si tratta...
Giardinaggio

Come rendere il terreno acido

Alcuni alberi e arbusti il più delle volte necessitano di un terreno con un PH acido, ossia al di sotto di 7.0, altrimenti si svilupperebbero con un eccesso di clorosi ferrica. Per esempio, se intendete coltivare la betulla, i mirtilli, le azalee e...
Giardinaggio

Come coltivare la pieris japonica

La Pieris Japanoca è una pianta dalle origini asiatiche appartenente alle Ericacee. Si tratta di un arbusto cespuglioso, con foglie di un colore verde scuro, in grado di raggiungere l'altezza di quasi due metri. In primavera produce degli splendidi fiori...
Giardinaggio

Le principali cause di ingiallimento delle foglie delle piante

Dedichiamo tempo e amore alla cura del nostro giardino per mantenerlo sempre splendido e sano. Eppure da qualche tempo, abbiamo notato che alcune delle nostre piante mostrano un insolito ingiallimento delle foglie. Questo è un vero e proprio campanello...
Giardinaggio

Come coltivare la gardenia

Quante volte, passeggiando nel giardino dei nostri amici o più facilmente nel negozio del fioraio di fiducia, ci siamo fermati ad ammirare quella bella pianta, contraddistinta da bellissimi fiori bianchi, che prende il nome di gardenia? Dopo averla apprezzata...
Giardinaggio

Come verificare se una pianta ha mancanza di azoto

Le piante attingono dal terreno le sostanze nutritive necessario per vivere. L'azoto è sicuramente l'elemento più importante, perché partecipa alla sintesi proteica, alla costituzione degli acidi nucleici e di tutti gli altri costituenti cellulari....
Giardinaggio

Come coltivare la palma reale

Le palme reali sono piante sempreverdi, caratterizzate da fronde lunghe ed arcuate e dotate di un fusto mediamente eretto. Il colore del fogliame anche durante l' inverno è verde. La palma reale può crescere tanto da raggiungere i 7,5 m di altezza....
Giardinaggio

Come pulire le piante da appartamento

Le piante d'appartamento oltre che decorative, sono anche ottimi elementi di purificazione dell'aria; infatti, possono rimuovere quasi il 90% dei composti dannosi in essa presenti. Curarle bene e fare in modo che possano fornire il top sia dal punto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.