Come Salvare Una Pianta In Pericolo Di Vita

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La natura risplende in bellezza ed armonia nelle piante. In tanti possiedono il cosiddetto "pollice verde". Non si tratta semplicemente di un hobby, ma di una passione vera e propria. Circondarsi di piante da giardino o da appartamento conferisce al nostro habitat una nota amabile, quasi musicale. Ma le piante sono creature vive e seguono anch'esse il loro ciclo biologico. Potrebbero perfino trovarsi in pericolo di vita. In tal caso, non è necessario essere degli esperti di giardinaggio per intervenire con successo. Si tratta di semplici, ma immediati accorgimenti. Un trasferimento di posto della pianta spesso può bastare. Oppure una doccia per poterla salvare dai parassiti. Applicando alcuni efficaci trattamenti, a costo zero, vediamo dunque come salvare una pianta in pericolo di vita.

26

La prima attenzione nei riguardi di una pianta è l'osservazione. Controlliamo con frequenza il suo stato. Avremo così la possibilità di intervenire tempestivamente. Se notiamo delle macchie sulle foglie, la pianta è probabilmente in pericolo. Osserviamo bene la nostra pianta: sia le foglie che i petali dei suoi fiori. Se riscontriamo il colore marrone nelle punte delle foglie, la pianta è in pericolo. Se invece bordi sono secchi, dovremo trasferire la pianta in un altro luogo, al riparo dei raggi diretti del sole. Eviteremo così che la pianta possa bruciarsi. È necessario conoscere la nostra pianta, per comprendere quando è in pericolo. Se essa non ama il sole, posizioniamola in un luogo ombroso. Se necessita di acqua costante, vaporizziamola con regolarità. Se però la nostra pianta presenta una leggera peluria sulle foglie, evitiamo la vaporizzazione. Si tratta infatti di una pianta che ha bisogno di un clima secco e di poca acqua.

36

Se la pianta non fiorisce o presenta pochissimi fiori, dovremo cambiarne la posizione. Evidentemente la pianta non sta assorbendo il giusto clima. Anche una temperatura sbagliata può mettere una pianta in pericolo di vita. Successivamente dovremo rinvasare l'esemplare. Sarà necessario un substrato ricco. Inizialmente la pianta non produrrà fiori, ma acquisterà molto vigore.

Continua la lettura
46

Se la pianta è avvizzita, significa che ha avuto una errata somministrazione di acqua. Se la terra è secca, invece vuol dire che è stata insufficiente. Quindi estraiamo la zolla dal vaso ed immergiamola per mezz'ora nell'acqua. Prima di riporla nel vaso, lasciamo che l'acqua in eccesso sgoccioli bene. Ciò ridarà vita al terreno. E, di conseguenza, anche la pianta crescerà meglio. In pochi giorni la nostra pianta non sarà più in pericolo di vita.

56

Se la pianta non cresce bisognerà rinvasare l'esemplare. Non basterà bagnare il terriccio, ma dovremo sostituirlo. A questo punto potremo approfittare per effettuare una rinvigorente potatura. Potiamo la nostra pianta nella sua parte aerea e nella radice. Potare la pianta non vuol dire ucciderla. Anzi, le ridaremo ossigeno e crescerà come nuova. In questo modo la pianta si rivitalizzerà e riprenderà la sua crescita.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Osservare frequentemente lo stato della pianta, per poter intervenire con tempestività.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come salvare una pianta

Tutti noi abbiamo delle piante nei nostri appartamenti e ci sarà capitato almeno una volta di fare i conti con i parassiti che le infestano e le rovinano.Oltre a questo, però, possiamo imbatterci in problemi causati da una poca attenzione o un modo...
Giardinaggio

Come salvare una pianta affetta da clorosi ferrica

Il ferro (Fe) è un elemento chimico essenziale per la nutrizione delle piante, particolarmente è indispensabile per la fotosintesi, in quanto è un componente essenziale della clorofilla. La maggior parte di ferro disponibile è quello sciolto nell'acqua,...
Giardinaggio

Come Bruciare Le Erbacce E La Paglia Senza Pericolo

Bruciare l'erba e la paglia è un' operazione semplice nonostante richieda molta attenzione in quanto nasconde tante insidie e pericoli. Accendere un fuoco senza rispettare alcune regole di base può essere molto pericoloso poiché può essere causa di...
Giardinaggio

Come Usare Il Tosasiepi Senza Pericolo

Tutti sognano un bel giardino vicino alla propria abitazione, per avere la giusta cura però bisogna cimentarsi nella potatura delle siepi di tanto in tanto. Ci sono alcune situazioni in cui usare sega e cesoie diviene un lavoro interminabile e non tutti...
Giardinaggio

5 trucchi per salvare le piante dall'afa

Quando arriva il periodo estivo la vita delle piante in genere viene messa a dura prova dal caldo, dall'afa, dal troppo sole e da improvvisi temporali estivi. Se quindi avete molte piante sul terrazzo o sul balcone o solo qualche qualche pianta da fiore...
Giardinaggio

Come coltivare e mantenere la pianta del mandarino

Quella del pollice verde può essere considerata come una naturale attitudine dell'uomo nei confronti della coltivazione. Ovviamente la passione per il mondo della flora non basta per ottenere delle coltivazioni rigogliose. Occorre anche possedere le...
Giardinaggio

Come Coltivare La Pianta Di Fico

Il Fico è un albero avente delle origini provenienti dall'Asia, specialmente nella sua zona ovest. Per quanto riguarda l'Italia, esso è facilmente visibile al sud, specie in Puglia, in Calabria e in Campania. Lo troviamo nei frutteti, negli orti, come...
Giardinaggio

Come ravvivare una pianta di cetrioli appassita

Nella maggior parte dei casi, le piante di cetriolo appassiscono a causa degli insetti. In primavera quando le piante sono in fase di crescita, i coleotteri (batteri delle piante) si svegliano e cominciano a nutrirsi dei piccoli cetrioli appena nati....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.