Come sapere se un piatto è adatto all'uso nel microonde

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Grazie allo sviluppo della tecnologia anche in cucina possiamo contare sull'aiuto di elettrodomestici molto efficienti: una delle novità più interessanti degli ultimi decenni è quella del forno a microonde. Il suo segreto risiede nella capacità delle radiazioni di agire solo sulle molecole organiche dell'acqua. Molti contenitori di cibo diventano "invisibili" alle microonde, invece ci sono alcuni materiali che non sono adatti per la cottura nel forno. Come possiamo sapere se un piatto è adatto all'uso nel forno a microonde? Solitamente sul fondo dello stesso è presente un simbolo che indica o meno l'idoneità, ma possiamo comunque fare delle prove.

27

Occorrente

  • Piatti di materiale adeguato (vetro, plastica resistente al calore, porcellana non decorata, terracotta smaltata).
37

Il vetro

Il vetro è sicuramente uno dei materiali più adatti alla cottura nel microonde: un piatto di vetro però non deve presentare rifiniture metalliche; metalli usati in cucina, come l'acciaio inossidabile, sono inadeguati: non usate dunque pirofile, padelle e stoviglie in metallo; evitate anche la ghisa, il rame o l'alluminio: hanno la capacità di riflettere le microonde. Anche creta e ceramica sono inadatte all'uso in microonde, assorbono umidità e potrebbero scaldarsi o addirittura rompersi.

47

I contenitori

La maggior parte dei contenitori per alimenti in commercio è adatto ai forni a microonde, materiali plastici di diverso tipo sono l'ideale per la cottura e sono anche facili da pulire: è importante però che siano resistenti alle alte temperature perché una plastica con scarsa resistenza potrebbe deformarsi. Controllate la presenza di un'indicazione sulla resistenza al calore: 140°C è una temperatura sufficiente per essere sicuri che il piatto non si deformi. Potete usare anche piatti di carta/cartone, purché solo per scaldare i cibi per qualche minuto: il cartone, nello specifico, presenta spesso uno strato di cera che potrebbe fondersi col calore e mischiarsi ai cibi.

Continua la lettura
57

Le porcellane

Le porcellane sono adatte all'uso in forno a microonde tuttavia, se presentano decorazioni in argento o oro, è meglio non usarle perché le parti metalliche potrebbero scatenare scintille e danneggiare il funzionamento del microonde. Usate la porcellana solo se priva di decorazioni. Il legno non è molto adatto perché potrebbe incrinarsi con l'esposizione alle radiazioni. La semplice prova che potete fare consiste nell'usare un contenitore del materiale di vostro interesse. Riempitelo d'acqua e avviate il microonde per un minuto, alla massima potenza. Se l'utensile è adatto, soltanto l'acqua si scalderà, il contenitore sarà appena tiepido a causa del contenuto.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per mantenere il forno a microonde pulitelo regolarmente con prodotti adeguati.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come sostituire la lampadina in un forno a microonde

Come ben sappiamo i forni a microonde sono provvisti di una lampadina che si accende quando si apre lo sportello. Essa oltre ad indicarci l'apertura della porta ci permette anche di capire quando il forno è in funzione. Oppure spegnendosi quando la cottura...
Materiali e Attrezzi

Come tagliare un piatto diamantato in alluminio

Il piatto diamantato in alluminio anche detto disco diamantato è una nuova alternativa ai dischi abrasivi sottili, è capace di tagliare ogni metallo e dura sicuramente molto di più di un normale disco abrasivo avendo uno spessore maggiore ed essendo...
Materiali e Attrezzi

Come installare un piatto doccia in resina

Il nostro ambiente domestico richiede cure, attenzioni e necessita di una costante manutenzione. Scegliere il modo corretto di disposizione dei servizi e del complesso delle aree funzionali alle specifiche attività, di riposo, ristoro, ricreative, ecc,...
Materiali e Attrezzi

Saldatore a filo continuo: consigli d'uso

Il saldatore a filo continuo è un utensile divenuto ormai indispensabile per chi desidera effettuare in modo professionale piccole riparazioni o interventi specifici su elementi metallici o ferrosi. Spesso, tuttavia, un uso non corretto di questo prodotto...
Materiali e Attrezzi

Consigli d'uso del calcestruzzo

Il calcestruzzo è uno dei materiali più utilizzati nella moderna edilizia. Tecnicamente esso è un cosiddetto "conglomerato", composto da acqua, legante (di solito il cemento), ghiaia, sabbia e ulteriori, eventuali, aggiunte, che ne modificano le caratteristiche...
Materiali e Attrezzi

Biocaminetto: consigli d'uso

I biocaminetto sono una delle ultime innovazioni tecnologiche per quanto riguarda i caminetti. Praticamente, a livello estetico sono simili in tutto ai classici camini, le vere differenze le troviamo invece nel funzionamento. La vera innovazione sta nella...
Materiali e Attrezzi

Errori da evitare nell'uso di un passepartout

Se tra i nostri hobby abbiamo quello di montare dei dipinti in una cornice, ed intendiamo utilizzare il classico ed elegante passepartout, è importante rispettare alcune linee guide ben precise per massimizzare il risultato. A tale proposito nei passi...
Materiali e Attrezzi

Consigli d'uso degli scalpelli di legno

Il bulino, meglio conosciuto con il nome di scalpello, non è altro che uno strumento utilizzato per la lavorazione di diversi materiali come il legno, i metalli o la pietra. A seconda dell'utilizzo presentano forme e caratteristiche diverse. In questa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.