Come sbiancare gli ortaggi

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lo sbiancamento è una tecnica di coltivazione praticata in agricoltura allo scopo di rendere più bianchi, dolci e teneri alcuni ortaggi da foglia e da costa come lattughe, cardi, sedano, finocchio e radicchio. Più precisamente lo sbiancamento consiste nell'impedire che il sole irradi le foglie degli ortaggi e limitare, di conseguenza, la produzione di clorofilla mantenendo foglie e fusti di colore chiaro. Lo sbiancamento può essere praticato mediante rincalzatura, legando le foglie con paglia o elastici o coprendo la pianta con vasi privi di fori di drenaggio. Nella seguente guida, passo dopo passo, vedremo insieme come sbiancare gli ortaggi.

26

Per sbiancare sedano e cardo avrete bisogno di paglia, un cartone robusto e uno spago. Create uno strato di paglia attorno alle piante quindi avvolgetelo con il cartone avendo cura di lasciare scoperta la porzione apicale, fissate il tutto legando lo spago in più punti. Per dare stabilità alla copertura addossate della terra intorno alla base del cartone. Lasciate scoperta la porzione apicale delle piante ed effettuate questa lavorazione solamente se le foglie sono asciutte per evitare i marciumi. Nel ciclo di coltivazione del cardo, che solitamente ha inizio a primavera inoltrata, con la semina, lo sbiancamento si attua i primi giorni d'autunno e si protrae per 3-4 mesi.

36

Lo sbiancamento di porro e finocchio si effettua con una rincalzatura: accostate della terra attorno ai fusti, creando un cumulo alto quanto necessario per raggiungere il punto da cui si diramano le foglie dell'ortaggio. In questo modo, oltre a migliorare il gusto delle vostre verdure, favorirete l'allungamento della parte edibile del porro ed un migliore sviluppo del grumolo del finocchio. Nel primo caso la rincalzatura va effettuata 3-5 volte durante il ciclo di coltivazione, nel finocchio si inizia quando il grumolo inizia a svilupparsi avendo cura di mantenerlo coperto durante tutta la coltivazione.

Continua la lettura
46

Per far sì che i cavolfiori siano bianchissimi prendete le foglie laterali e chiudetele delicatamente attorno alle teste incidendo appena la costa della foglia per riuscire a piegarla meglio; poi fermatele legandole con un nastro di cotone. Allo stesso modo stringete con un elastico le foglie del radicchio di Treviso. Per sbiancare l'indivia riccia ponete un piatto sul centro dell'ortaggio. Svolgete questa operazione solamente quando le foglie sono asciutte, per ridurre la possibilità che si sviluppino malattie fungine.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come si classificano gli ortaggi

Prima di vedere come si classificano gli ortaggi, è bene domandarsi che cosa sono, quali caratteristiche hanno, in che stagioni si coltivano, come conservarli e soprattutto perché sono importanti. Si definiscono con il temine ortaggi tutte le verdure...
Giardinaggio

Come coltivare gli ortaggi in serra

Gli ortaggi estivi sono tra le pietanze più gustose delle cucina italiane, purtroppo però non sopportano il clima sotto freddo e tendono ad appassire quando la temperatura scende sotto i 15 gradi. Purtroppo se si ha bisogno degli ortaggi anche nel periodo...
Giardinaggio

Come adottare la tecnica della consociazione di ortaggi

Per consociazione si intende la coltivazione contemporanea sullo stesso terreno di due o più ortaggi diversi. La determinazione nasce da una semplicissima constatazione: in natura nessuna pianta cresce da sola ma al contrario deve condividere lo spazio...
Giardinaggio

10 ortaggi da coltivare in terrazzo

Il biologico è il settore alimentare che più si sta espandendo. Il mangiare sano e il vivere in forma sono ormai un vero e proprio stile di vita per certi versi irrinunciabile. Tuttavia spesso capita che i prodotti a carattere biologico siano salutari...
Giardinaggio

Come si coltivano gli ortaggi a testa in giù

La coltivazione degli ortaggi in orto o in giardino potrebbe essere un ottimo modo per avere sempre frutta e verdura fresca e di sicura provenienza. Purtroppo non sempre è possibile per mancanza di spazio, quindi si dovrebbero trovare delle alternative...
Giardinaggio

10 ortaggi per il balcone da seminare a settembre

Se siete interessati agli ortaggi e alle verdure da portare in tavola sotto forma di fresche e gustose insalate, sappiate che il mese di settembre è quello giusto per seminare ben 10 ortaggi per il balcone. Ecco quali sono e che cosa bisogna fare per...
Giardinaggio

Come costruire una serra per gli ortaggi

Questa guida è di supporto a tutti coloro che possiedono un orto ed hanno intenzione di realizzare una serra. Precisamente, vi forniremo tutte le indicazioni necessarie per fare ciò. Proteggere gli ortaggi con una serra adeguata, infatti, consente di...
Giardinaggio

Come coltivare ortaggi in vaso sul balcone di casa

Ultimamente, sia per l'aumento generale dei prezzi, sia perché ci sono molti dubbi sulla loro provenienza, molti consumatori preferiscono coltivare gli ortaggi nel proprio orto, o addirittura sul balcone di casa. Nel primo caso è sufficiente seminare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.