Come scegliere i migliori colori acrilici

Tramite: O2O 29/09/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'arte pittorica è un mondo estremamente vasto, ricco di opportunità e possibilità. Ogni artista può rappresentare l'essenza di sé e del proprio pensiero in totale libertà. La creatività di ogni pittore trova massima espressione grazie alla varietà degli strumenti a disposizione. Pennelli, tipi di colore, tecniche e supporti possono fare la differenza. Ogni artista sceglie ciò che gli è più congeniale. Può essere della semplice grafite su carta o dei colori a olio per pittura su tela. Ma oltre a questi tradizionali metodi esistono anche i colori acrilici. Questi colori sono molto simili alle comuni tempere per consistenza. Permettono di riprodurre effetti davvero unici. Ma come scegliere i migliori colori acrilici per i nostri lavori?

26

Occorrente

  • Colori acrilici in vasetto/barattolo o in tubetto
36

Quali sono le peculiarità dei colori acrilici? Rispetto ad altri tipi di tinta, il colore acrilico si distingue per la sua brillantezza. È possibile creare delle tonalità estremamente luminose. Sono i colori ideali per tonalità fluorescenti e molto vivaci. Rispetto ad altre tinte, inoltre, gli acrilici asciugano più velocemente. Non subiscono negativamente il passare del tempo, restando brillanti dopo molti anni. I colori acrilici, inoltre, resistono all'acqua una volta asciutti. È un colore lavabile e resistente, perciò è consigliabile per la creazione di opere all'aperto. Naturalmente esistono diversi produttori e differenti confezioni.

46

Gli acrilici dalla consistenza più densa sono generalmente reperibili in tubetto. Si possono diluire facilmente in seguito, per ricreare l'effetto trasparenza o dei livelli di colore lievi. Sono sicuramente più pratici da trasportare, specie per gli studenti d'arte sempre in movimento. I colori acrilici in vasetto, invece, sono generalmente più fluidi. In genere le migliori miscele di colore si trovano in questo formato. I colori acrilici sono facili da miscelare. Per ricreare la maggior parte delle tonalità basteranno i colori primari: blu, giallo, rosso. A questi si possono aggiungere i colori neutri, cioè il bianco e il nero.

Continua la lettura
56

Acquistiamo a parte altri colori non riproducibili facilmente con i primari. È il caso dei colori fluo. Se scegliamo di partire con i colori primari, questi dovranno essere della massima qualità. È importante scegliere lo stesso marchio per ogni colore. La consistenza e la densità degli acrilici può infatti variare da produttore a produttore. Per creare miscele il più possibile omogenee manteniamoci dunque sullo stesso marchio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Chi è alle prime armi dovrebbe partire coi soli colori primari (più bianco e nero): è il modo migliore per imparare a miscelare le tinte ed ottenere nuove tonalità.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come ottenere la vernice dorata con colori acrilici

L'arte della pittura è un mondo estremamente vasto e ricco di creatività, e richiede un sapiente uso di colori e strumenti tipici del mestiere. Per ottenere dei risultati sempre diversi esistono tante tecniche e svariate tinte; infatti, ci sono gli...
Materiali e Attrezzi

Come verniciare il polistirolo

In questa guida vi spiegheremo come verniciare il polistirolo. Il polistirolo è un materiale molto adatto con il quale sbizzarrirsi con l'utilizzo di svariate tecniche per creare oggetti decorativi o utili. In questo modo potremo anche passare una giornata...
Materiali e Attrezzi

I migliori amigurumi per Natale

Il Natale è l'occasione giusta per fare dei regali, ma anche per realizzare alcuni oggetti decorativi per la casa. Una tecnica di lavorazione molto diffusa anche in Occidente e che trae la sua origine dal Giappone, è quella della creazione dei cosiddetti...
Materiali e Attrezzi

I migliori attrezzi per la tua officina fai da te

Quante volte vi sarete sentiti dire: "la tua officina, non è abbastanza completa, mancano degli attrezzi basilari". Innanzi tutto, è importante dire che avere la possibilità di creare un'officina in casa, è davvero una fortuna. Poter aggiustare, costruire,...
Materiali e Attrezzi

Come applicare lo spray fissativo

Lo spray fissativo è un tipo speciale di vernice che serve a fissare i disegni una volta finiti, la maggior parte delle volte che si disegna con le pitture in polvere conviene usarlo per non perdere con il tempo la maggior parte del lavoro.Potrebbe convenire...
Materiali e Attrezzi

Come Usare La Carta Oleata

La carta oleata che acquistiamo al supermercato per cucinare e cuocere le pietanze in forno, senza rovinare teglie e pentole può rivelarsi uno strumento per il fai da te, davvero utile e comodo. È possibile, infatti, usare la comune carta oleata da...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare una carriola in legno

Dalle antiche origini, la carriola in legno è utile in terrazzo come nei terreni agricoli. Graziosa fioriera per il giardino oppure simpatico porta-vaso, si presta a molteplici scopi. È ideale per il trasporto degli attrezzi da lavoro oppure come gioco...
Materiali e Attrezzi

5 modi per riutilizzare una vecchia lampadina

Riciclare un vecchio oggetto che ormai non serve più per la sua funzione primaria è un qualcosa di utile sia per la vostra fantasia e creatività, che sarà messa in moto per trovare un nuovo utilizzo ad un vecchio oggetto e sia per l'ambiente. Gettare...