Come Scegliere il proprio saldatore per circuiti stampati

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Per piccole e veloci riparazioni di componenti elettrici, lo strumento di base è il saldatore. Questo è lo strumento grazie al quale si riesce a portare la lega di stagno dallo stato solido a quello di fusione, così da poter collegare due fili di rame tra loro, inserire un componente elettrico in una scheda, oppure congiungere una pista elettrica in una scheda che ha avuto un'interruzione. È composto da una punta di rame che viene riscaldata da una resistenza interna la quale è alimentata dalla corrente elettrica. La potenza del saldatore dipende dalla capacità di questa resistenza. Vediamo quindi insieme come scegliere il proprio saldatore per circuiti stampati.

27

Occorrente

  • Tempo libero
37

Pulire la punta del saldatore

È molto importante tenere la punta del saldatore pulita per evitare che il riscaldamento non sia uniforme sulla superficie di rame, rendendo così complicata la saldatura. Per pulirla basta attaccare il saldatore. Quando la punta sarà ben calda, pulitela con un fazzoletto di carta tenuto chiuso e bagnato con dell'acqua. Se la saldatura assume una forma tondeggiante vuol dire che è stato utilizzato troppo stagno. Se nel punto in cui avete utilizzato il saldatore lo stagno diventa opaco vuol dire che il tempo della saldatura è stata troppo lunga. In entrambi i casi conviene rifare la saldatura: per togliere la saldatura vecchia basta usare una pompetta ad aspirazione apposita.

47

Scegliere la potenza del saldatore

Per piccoli lavori, un saldatore a manopola con potenza tra 15W e 30W è più che sufficiente; c'è pure la possibilità di prenderne uno con pulsante in grado di regolare la potenza a seconda del lavoro che si desidera eseguire. Il prezzo è inferiore ai venti euro e si possono trovare nei negozi di ferramenta o elettronica. Per un uso più frequente, invece di acquistare il solo saldatore, è raccomandabile prendere una "stazione saldante" composto da saldatore, porta-saldatore, spugnetta e un regolatore di temperatura per un utilizzo più preciso dello strumento.

Continua la lettura
57

Utilizzare il supporto

La saldatura si fa avvicinando il filo di stagno, tenuto su una mano, e il saldatore, tenuto sull'altra mano sulla giunzione, in cui si vuole effettuare la saldatura. Per facilitare il lavoro si può tranquillamente utilizzare un supporto denominato "terza mano", che grazie a due pinzette - e a volte anche una lente di ingrandimento - permette di tenere ferma la scheda o i fili su cui saldare eseguendo così l'operazione con maggiore facilità. Nei negozi di elettronica si possono trovare i rotoli di stazio: per i lavori utili a voi il diametro del "filo di stagno" deve variare tra i 0.6 mm e 1.5 mm. Diametri maggiori richiedono potenze maggiori del saldatore e maggiore abilità nel saldare.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se la saldatura assume una forma tondeggiante vuol dire che è stato utilizzato troppo stagno.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Saldare Dei Lamierini Con Il Saldatore A Mazzetta

Tutti i singoli materiali fatti in ogni tipologia di metallo possono essere uniti tra loro attraverso l'impiego della saldatura. Tuttavia, in base alla loro consistenza e spessore le cose cambiano ed è necessario utilizzare metodi differenti. Gli strumenti...
Bricolage

Come ricavare l'oro da circuiti elettronici

Riciclare un oggetto che ormai non serve più è di gran moda negli ultimi tempi. Anche per via della crisi economica che affligge da un bel po' di tempo il nostro Paese. Ricavare qualcosa di prezioso come l'oro sembra essere un utopia oggigiorno, e invece...
Bricolage

Come realizzare un pirografo

Se amiamo l'arte grafica ed in particolare quella a gettito d'inchiostro, che avviene tramite l'utilizzo di un pirografo, è importante sapere che se ne vogliamo crearne uno, lo possiamo fare in modo semplice e con un minimo di spesa. L'attrezzo ci consente...
Bricolage

Come fare una targa commemorativa

Se abbiamo intenzione di organizzare un particolare evento dovremo preoccuparci di curare tutti i particolari con perfezione per riuscire ad ottenere un risultato perfetto. Sopratutto se è la prima volta che ci troviamo ad organizzare un evento potremo...
Bricolage

Come assemblare un circuito in kit montandone i componenti

Realizzare un circuito elettrico con le proprie mani è molto soddisfacente e soprattutto gratificante. In commercio esistono numerosi kit elettronici, facili da assemblare, che possono svolgere utili e molteplici funzioni. Attraverso i suggerimenti di...
Bricolage

Come riparare una calcolatrice

La calcolatrice è uno strumento atto a compiere calcoli matematici. È molto utile per chiunque, ma in particolar modo lo è per gli studenti. Le prime automatizzate furono prodotte all'inizio del ventesimo secolo, precedentemente erano o solo meccaniche...
Bricolage

Come Usare Gli Attrezzi Per Brasare

La brasatura è l'operazione mediante la quale è possibile effettuare una saldatura di due metalli, utilizzando un altro metallo (che prende il nome di lega brasante) che abbia una temperatura di fusione più bassa rispetto a quella dei due metalli che...
Bricolage

Come saldare con lo stagno

In molti oggetti di uso comune, come per esempio gli apparecchi elettrici, possono essere presenti delle componenti saldate con lo stagno. In alcuni casi si può rivelare necessario andare a riparare un oggetto poiché le parti si possono dissaldare:...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.