Come scegliere il terriccio per i fiori

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La scelta del terriccio per i fiori è una scelta molto delicata: esso aiuta la pianta a ricavare la giusta quantità di sostanza nutritive di cui ha bisogno e limita i ristagni d'acqua, che potrebbero farla marcire. Ecco qui alcuni consigli su come scegliere il terriccio per i fiori, in modo che crescano belli, sani e rigogliosi.

26

Ci sono diversi aspetti da tenere in considerazione quando si deve scegliere il terriccio per i fiori.
Il primo è la quantità di sostanza organica del terriccio. Essa è data dai residui di carbonio trasformati in nutrienti, che sono facilmente assimilabili dalla pianta. Questa quantità dovrebbe assestarsi di solito intorno al 70%. Il secondo aspetto è il rapporto tra carbonio e azoto nel terriccio: i valori del rapporto di solito dovrebbero aggirarsi tra i 20 e i 30:1. Rapporti più alti comportano una più lenta decomposizione del carbonio, fondamentale per lì'assimilazione dei fiori. Invece rapporti più bassi comportano una eccessiva ricchezza di azoto, che è fortemente sconsigliabile. Infine bisogna tenere in considerazione in ph del fiore: la maggior parte delle piante richiede un ph neutro (uguale a 7), ma alcuni fiori si sviluppano meglio con ph diversi. Per esempio azalee, ficus e ortensie richiedono un ph acido (minore di 7), mentre rose, giacinti e garofani necessitano un ph basico (maggiore di 7).

36

Il primo passo è quindi scegliere che tipo di fiore si intende piantare visto che diversi tipi di piante richiedono diversi tipi di terriccio. Se non avete ancora deciso quale fiore piantare, potete sempre acquistare il terriccio cosiddetto "universale": esso si può utilizzare con diversi tipi di fiori, dato che contiene una buona percentuale di sostanza organica, ha una buona capacità di trattenere l'acqua e un ph neutro.

Continua la lettura
46

Se invece avete già in mente quale fiore piantare, è bene scegliere un tipo specifico di terriccio. Per quanto riguarda le piante acidofile esiste un apposito terriccio per loro, composto da un mix di torbe, che quindi rendono il terreno fibroso e ricco di sostanze organiche, povero di minerali e a ridotta salinità. Questo terriccio è perfetto per i fiori che amano un terreno a ph acido, come le ortensie, le gardenie, le azalee e le camelie.

56

Se invece volete piantare delle rose, esiste un terriccio creato specificatamente per questo fiore. Il terriccio per le rose può essere usato sia per il rinvaso, che per la messa a dimora del fiore. Esso è composto di humus vegetale, che assicura al terreno una elevata ritenzione idrica. Esso è anche leggero e soffice.

66

Infine se deciderete di piantare delle piante cactacee (piante grasse), vi conviene scegliere un terriccio sciolto, ricco di sabbia e di materiale organico decomposto. Questo terreno è perfetto per fare crescere anche ogni tipo di pianta succulenta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come preparare il terriccio per le talee

Per qualsiasi tipo di pianta è necessario preparare adeguatamente il terriccio, e a seconda della specie renderlo ben drenato. Questa condizione è specifica per piantare le talee, che necessitano di una costante umidità del suolo per propagarsi. In...
Giardinaggio

Come risparmiare il terriccio utilizzando lattine di alluminio

Il giardinaggio è un hobby alla portata di tutti, sia di coloro che possiedono un giardino e sia di coloro che invece dispongono solo di un balcone. Le piante e la natura possiedono la straordinaria capacità di adattarsi ad ogni tipologia di circostanza...
Giardinaggio

Come preparare il terriccio per gli agrumi

Avere il pollice verde non è cosa da tutti, ma per chi ha la fortuna di sapersi occupare di una pianta, si tratta di un piacevole hobby. Tra le tante tipologie di piante che potreste scegliere di coltivare ci sono le piante da agrumi: tipiche del periodo...
Giardinaggio

Come scegliere la qualità del terriccio

Se abbiamo intenzione di allestire delle aiuole fiorite nel nostro giardino, oppure preparare adeguatamente un letto per la semina nell'orto, in entrambi i casi è necessario acquistare un terriccio adeguato. Quest'ultimo, va dunque richiesto in un centro...
Giardinaggio

Come preparare un terriccio adeguato per grandi vasi

Vi sono degli ingredienti base necessari per la preparazione di un ottimo terriccio. Del resto, non bisogna dimenticare che le piante assorbono il nutrimento soprattutto dalla terra. Sarebbe consigliabile un mix di questi tre tipi di terreno: argilloso,...
Giardinaggio

Come scegliere il terriccio per le piante grasse

Le piante grasse, o succulente, sono molto decorative. Diffuse negli appartamenti, per interni o esterni, si adattano a qualsiasi condizione e temperatura. Semplici da curare, non richiedono eccessive attenzioni. Pertanto, sono adatte a chi non ha dimestichezza...
Giardinaggio

Come fare il terriccio

Il terriccio che si utilizza generalmente per i vasi delle piante che teniamo sul balcone, sul terrazzo e in casa deve essere un po’ diverso da quello che le stesse piante originarie trovano in natura. Questo semplicemente perché le condizioni climatiche...
Giardinaggio

Come scegliere il terriccio per un bonsai

Il bonsai è un tipo di albero molto particolare, dalle dimensioni ridotte e che puo' essere modellato a proprio piacimento. Molto adatto per essere usato come oggetto di arredo, ma va comunque curato nel migliore dei modi per garantirgli una vita lunga....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.