Come scegliere le piante per un frutteto

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se avete la fortuna di avere un pezzo di terra di moderata estensione potete valutare la possibilità di gestire un frutteto. La cosa necessaria per coltivare alberi da frutto è avere molta pazienza e soprattutto amore per la natura. Senza questi requisiti è inutile cimentarsi nell'impresa. Per il resto basta documentarsi su alcune caratteristiche del terreno e farsi consigliare da un vivaista sulla specie che sarà meglio scegliere in base alle peculiarità del terreno e in base anche al clima caratteristico per ogni regione; certe piante infatti crescono meglio al Sud e altre invece al Nord. Certo il lavoro è tanto ma le soddisfazioni sono incommensurabile perché avrete la fortuna di avere prodotti genuini, inoltre lo spettacolo della natura che da i suoi frutti è impagabile. Vediamo in questa guida come scegliere le piante per un frutteto.

26

Occorrente

  • pazienza e tempo
36

In questa guida non teniamo conto della preparazione del terreno e della collocazione degli alberelli che cresceranno e daranno i frutti (questo è un discorso che va approfondito in altra sede e le premesse sono necessarie per la buona resa della piantagione) ma trattiamo solo della scelta delle piante da collocare nel terreno. La scelta sarà orientata verso specie facili da gestire. Innanzitutto, anche se potrebbe sembrare irrilevante dirlo, è necessario che piantate filari di piante della stessa specie in serie, e questo per garantire semplicità nella cura e nel successivo raccolto, dato che giungeranno a maturazione nello stesso periodo. Dato che l'Italia ha la peculiarità di aver un clima piuttosto mite la scelta ricadrà sugli agrumi che hanno appunto bisogno di tanto sole. In questo caso il Sud è la zona che darà maggiori soddisfazioni. Quindi si può scegliere di piantare alberelli di limoni, di arance, di mandarini e anche di cedri e pompelmi. Se abitate al nord potete comunque fare questa scelta ma è consigliabile optare per dei grossi vasi in quanto a causa delle frequenti piogge gli agrumi potrebbero non dare un buon raccolto.

46

Una pianta che dà ottima resa è anche il kiwi, la specie si impollina velocemente avendo l'accortenza di seminare in quantità appropriata qualità maschio e femmina in modo tale che sia facile la crescita e il raccolto. Anche l'uva si può coltivare ma qui il discorso è diverso in quanto c'è bisogno di un pergolato dato che l'uva dev'essere sviluppata in lunghezza e talvolta in altezza e questo richiede qualche attenzione in più, ma la vigna, se avviata nella giusta maniera, dà molta soddisfazione. Possiamo anche piantare alberi che danno fichi, mandorle e nespole, chiaramente qui ci vorrà qualche anno in più prima di vedere i risultati.

Continua la lettura
56

Si deve mettere in cantiere che la natura ha i suoi tempi e l'uomo si deve adeguare a questo ritmo ciclico che richiede dedizione a amore. Se non siete esperti dovete farvi seguire da un vivaista che vi consiglierà e vi seguirà nelle varie fasi di impianto, cura e sviluppo della pianta.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • scegliete gli alberi in base al clima e alle qualità del terreno

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare un frutteto

Se avete un ampio giardino ed intendete coltivare un frutteto, potete farlo seguendo delle specifiche linee guida. Si tratta infatti, di periodiche potature che devono essere effettuate almeno due volte all'anno. Altri sono poi gli accorgimenti da adottare...
Giardinaggio

Come realizzare un frutteto biologico

Come vedremo nel corso di questo interessante tutorial, con un po' di impegno e pazienza è possibile realizzare un efficiente frutteto biologico, senza investire cifre considerevoli. È sufficiente infatti seguire alcuni trucchi basilari per realizzare...
Giardinaggio

Come creare innesti tra piante diverse

Il giardinaggio rappresenta una delle arti maggiormente raffinate e soddisfacenti, allo scopo di rendere splendido ciascun ambiente della propria abitazione (dal giardino fino alle stanze): avere il pollice verde significa possedere l'enorme vantaggio...
Giardinaggio

Come identificare le piante succulente

Le Piante succulente fanno parte della categoria di vegetali che crescono nelle zone aride. Esse vengono dette anche piante grasse e ne esistono un'infinità di specie. Questo genere di piante sono capaci di raccogliere tanta acqua per tanto tempo. Per...
Giardinaggio

Come curare le piante carnivore in inverno

Le piante carnivore sono piante erbacee che si nutrono di insetti e piccoli artropodi. Il motivo di questo comportamento è dovuto all'adattamento agli ambienti ostili in cui si sviluppano quali paludi o rocce. Questi risultano poveri di azoto ed altri...
Giardinaggio

10 piante adatte a zone con poco sole

Per rendere un terrazzo o un balcone decorativo è essenziale aggiungere delle piante. Questo, infatti, diventa un problema per chi vive in zone con poco sole. Ma, occorre sapere che esistono piante che vivono bene, anche con questo clima. Infatti, la...
Giardinaggio

Come propagare le piante di caprifoglio

Le piante di caprifoglio sono dei rampicanti facilmente riconoscibili per la loro folta presenza di foglie. Essendo dei generi di pianta che crescono spontaneamente, è possibile trovarle nelle siepi di tutto il nostro paese. Queste piante sono originarie...
Giardinaggio

Come concimare le piante acquatiche

Proprio come tutte le altre piante, anche quelle acquatiche hanno bisogno di essere concimate per essere in grado di prosperare in un giardino d'acqua. E proprio come le piante normali, ci sono diversi modi in cui si possono fertilizzare, con diversi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.